«2023, L'ABRUZZO VUOLE IL GIRO, NON C'E' SOLO PESCARA MA CI SONO TANTE SOLUZIONI»

GIRO D'ITALIA | 05/06/2022 | 08:15
di Francesca Monzone

A chiarire le varie voci che si erano diffuse durante il Giro d’Italia su un’eventuale Grande partenza della corsa rosa da Pescara, è stato Maurizio Formichetti, referente per RCS delle tappe in Abruzzo.


Durante il convegno sul ciclismo nell’ambito della manifestazione “Usa la Bici” organizzato da Vasto Bike, Formichetti ha voluto chiarire le vere intenzioni della Regione Abruzzo riguardo il Giro d’Italia 2023.


«Mi dispiace che si sia parlato di Pescara come Grande partenza del Giro il prossimo anno, perché le cose non stanno in questo modo - ha spiegato Formichetti a Vasto –. Voglio precisare che l’intera Regione si è candidata per ospitare la prossima partenza del Giro, per tanto è corretto parlare dell’Aquila, come di Pescara e Chieti, che si sono offerte».

L’Abruzzo già da diversi anni è protagonista del ciclismo di altissimo livello sia per le tappe della corsa rosa, che spesso diventano teatro di battaglie capaci di stravolgere la classifica generale, che di frazioni durante la Tirreno-Adriatico. Le idee sono tante e dopo la tappa sul Blockhaus, tanti Comuni si sono offerti di ospitare la corsa rosa.

«Vorrei dire che anche Avezzano con tutta la zona della Marsica si è fatta avanti e oggi siamo in grado di dire che come Regione siamo in grado di offrire diversi scenari per un appuntamento importante come il Giro d’Italia. Abbiamo pensato inizialmente ad una cronometro sulla via Verde, ovvero la pista ciclabile che costeggia la Costa dei Trabocchi, ma anche una cronoscalata alle porte dell’Aquila. Si potrebbe pensare anche ad una Grande Partenza che coinvolga due province, come Pescara e l’Aquila, oppure Chieti e Teramo. Insomma vogliamo far sapere che l’Abruzzo c’è ed è disponibile e che siamo disposti a sederci con Mauro Vegni ed RCS per organizzare insieme l’inizio della corsa rosa, oppure un arrivo e una partenza di tappa».

Non solo l’Abruzzo si è candidato per ospitare la partenza del Giro del 2023 e si ipotizza anche una nuova partenza dall’estero, con Slovenia o Turchia. «Naturalmente noi siamo felici di portare avanti un progetto che veda l’Abruzzo come punto di partenza del Giro, ma sappiamo anche che ci sono altre regioni, ma anche Paesi stranieri che si sono offerti come noi».

Maurizio Formichetti, che da anni è il simbolo della corsa rosa in Abruzzo, è molto fiducioso ed è certo che nell’arco di un paio di mesi sarà possibile sedersi ad un tavolo e decidere in quale modo l’Abruzzo il prossimo anno farà da cornice alla corsa rosa, se con la Grande Partenza oppure con una o più tappe che in ogni caso potranno essere importante.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Remco EVENEPOEL. 10 e lode. Gioca con gli avversari e si diverte anche. Ci diverte, eccome. Ci tiene svegli e ci riempie il cuore. Vince un mondiale alla sua maniera (parte a due giri dalla fine e arriva con più...


Un autentico capolavoro, una gara straordinaria, l'ennesima impresa di un corridore giovanissimo che non ha certo finito di stupire. Remco Evenepoel è il ritratto della felicità: «È la mia seconda maglia iridata, ma non si può paragonare questa vittoria al...


Daniele Bennati commenta il suo primo mondiale da commissario tecnico: «E' un bilancio sicuramente positivo per l'atteggiamento dimostrato. Purtroppo c'è il rammarico per il poco che abbiamo raccolto in rapporto a quanto seminato. Abbiamo avuto due volte la possibilità di...


Tadej Pogačar era considerato uno dei favoriti assoluti per vincere il Mondiale australiano ma qualcosa non ha funzionato e lo sloveno, con l’amaro in bocca, ha chiuso in diciannovesima posizione. Tadej in questa corsa cercava il riscatto dopo un Tour...


Soddisfazione e un pizzico di rimpianto: sono questi i sentimenti che albergano nel cuore degli azzurri al termine del campionato mondiale 2022. A caldo, queste le considerazioni dei nostri rappresentanti. Lorenzo Rota è stato protagonista di una bellissima corsa: «Nell’ultimo...


Van Aert oggi poteva conquistare una medaglia e salire sul podio con il suo connazionale Remco Evenepoel, che ha conquistato la maglia iridata, ma qualcosa non ha funzionato e il fiammingo si è dovuto accontentare del quarto posto. Poteva essere...


Julian Alaphilippe non ha vinto il suo terzo Mondiale consecutivo ma non c’è nessun rimpianto da parte sua. La vittoria è andata al suo compagno di squadra Remco Evenepoel, con il quale ha un forte legame: «Ha vinto il più...


La Francia ha animato la corsa in linea maschile dei Mondiali di Wollongong 2022. Alla fine Evenepoel è stato troppo forte, ma un argento in volata con Christophe Laporte è arrivato. Questo il commento a Eurosport di Romain Bardet: «Volevamo...


Alexey Lutsenko è stato il corridore che è andato più vicino a rimanere alla ruota di Remco Evenepoel nella corsa in linea maschile dei Mondiali di Wollongong. Alla fine però il kazako, vincitore iridato Under 23 dieci anni fa, è...


I 267 chilometri australiani incoronano Remco Evenepoel (Belgio) campione del Mondo 2022: dopo la Liegi-Bastogne-Liegi, dopo la Vuelta a España, il prodigio belga si veste d'iride, è l'annata della consacrazione!Beffardo finale per le altre due posizioni del podio: un quartetto che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach