DI ROCCO. «RICANDIDARMI ALLA PRESIDENZA? DECIDERO' FRA QUALCHE SETTIMANA»

NEWS | 30/09/2020 | 15:11
di Paolo Broggi

È reduce da un mondiale di grande successo, c'è il Giro che incalza, poi la questione Lega, le elezioni federali, il 2021 agonistico da programmare...: sono giorni davvero intensi per il presidente federale Renato Di Rocco.


«Partiamo dalla grande soddisfazione per i mondiali - spega Di Rocco a tuttobiciweb -, è stata un'edizione bellisima che ha portato l'Italia al centro del mondo, non solo al centro del ciclismo. In un momento difficile per tutti gli sport - gli esempi di calcio e tennis, per citarne due, sono soto gli occhi di tutti - il ciclismo italiano si è messo in mostra con grande successo. Ed ora ci aspetta il Giro d'Italia, un appuntamento che tutto il Paese aspetta e che l'emergenza della pandemia rende ancora più difficile organizzare, ma sono ottimista e credo che vivremo una grande edizione».


Soddisfazione anche dal punto di vista sportivo.

«I risultati sono stati eccellenti, l'oro di Filippo Ganna è storico, visto che l'Italia non aveva mai vinto il titolo mondiale della cronometro. E il bronzo di Elisa Longo Borghini conferma la bontà del lavoro che la nazionale femminile svolge da anni con impegno. Con queste medaglie sono arrivato a quota 683 allori sotto la mia presidenza: 266 ori, 191 argenti e 226 bronzi. Un bel bottino e un grande applauso agli atleti e ai tecnici che con il loro lavoro lo hanno reso così ricco».

Presidente, ha deciso la data dell'Assemblea? E, soprattutto, ha deciso se ricandidarsi?

«La data dell'Assemblea non è ancora stata fissata, ma ricordo che lo statuto federale ci pone come data limite il 15 marzo. La mia candidatura? Sto riflettendo, mi prendo ancora qualche settimana, diciamo che entro la fine del Giro d'Italia o subito dopo comunicherò la mia decisione. Ho visto che alcune federazioni importanti hanno già rinnovato, alcune addirittura con un candidato unico... Mi sto chiedendo se alal mia età valga ancora la pena di mettersi in gioco o meno».

Intanto si è dimesso Enzo Ghigo dalla presidenza della Lega Ciclismo Professionisti.

«Mi spiace molto per questa decisione, perché il presidene Ghigo durante il suo mandato ha svolto un lavoro prezioso, molto importante per tutto il nostro movimento. Non sarà facile trovare un sostituto alla sua altezza, ma è un problema che certamente affronteremo nelle prossime settimane».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Noooooo!
1 ottobre 2020 00:34 Bastiano
Presidente, sia per limiti di età, che per numero di mandati avuti, abbia l'intelligenza di lasciare questo movimento ad un necessario rinnovamento e non lo veda come una condanna del suo operato.
Lei ha dato la sua opera, il tempo la giudicherà ma, lasci spazio al nuovo e regali al settore un regola sacrosanta: LA REGOLA DEI DUE MANDATI, così sarà sicuramente ricordato, come ci ha saputo rendere moderna questa federazione.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il nuovo leader della Vuelta di Spagna è l'ecuadoriano Richard Carapaz, che ha tolto a Primoz Roglic la maglia rossa della classifica generale. Adesso il corridore della Ineos Grenadiers è al comando della corsa con un vantaggio di 18” su...


Caro Nibali, finisce qui il calvario. Per te e per noi. Non neghiamolo: si avverte anche un certo senso di liberazione. In un Giro nato di suo già parecchio sconclusionato, per i motivi inevitabili che sappiamo, s'è dovuto incassare pure...


D come dubbio. Nel senso di incertezza, dilemma. Al Giro ne sono stati sollevati di continuo: la maggior parte sono rimasti sospesi in aria. Bellino è il direttore generale di Rcs o un giudizio tecnico su questo Giro? Perché si...


Tao Geoghegan Hart ce l’ha fatta, ha vinto il Giro d’Italia. I pronostici non avevano sbagliato, sulla carta veniva dato come netto favorito nei confronti di Jai Hindley e alla fine la strada lo ha confermato. Una crono incredibile, la...


Palermo, Camigliatello Silano, Valdobbiadene e Milano: Filippo Ganna firma uno straordinario poker in un Gior d’Italia che non potrà mai dimenticare e che lo consacra tra i grandi. Per la prima volta, dopo aver divoratouna pizza nella lunga attesa sulla sedia...


Vincenzo Nibali ha chiuso il suo Giro d'Italia con il trentesimo posto nella cronometroa 1'27" da Super Ganna e con il settimo posto finale a 8'15" dal sorprendente vincitore Tao Geoghegan Hart. «E’ stato un anno difficile, complicato, nel quale...


Jai Hindley è lo sconfitto di giornata, anche se il suo Giro d’Italia è stato davvero eccezionale. «Ovviamente in questo momento sono molto deluso e il risultato è difficile da accettare. Ma sarò sempre orgoglioso di quello che ho fatto...


Ion Izagirre mette a segno il colpaccio nella sesta tappa della Vuelta, la Biescas - Sallent de Gállego. Aramón Formigal di 146. km. Lo spagnolo della Astana è stato il migliore sui Pirenei spagnoli, è entrato nella fuga che ha...


Al termine dell'edizione 103 del Giro d'Italia il presidente Renato Di Rocco ha commentato: "Milano ha accolto il Giro con un disciplinato entusiasmo, dimostrando ancora una volta la maturità del pubblico del ciclismo. La corsa rosa ci dice che lo...


Tao Geoghegan Hart è il re del Giro d'Italia, Filippo Ganna firma il poker di vittorie. È questo il verdetto della crono decisiva della corsa rosa: i 15, 7 chilometri della Cernusco sul Naviglio-Milano hanno regalato al campione del mondo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155