ALPE D'HUEZ. SOLO LA SFORTUNA TIENE GIU' DAL PODIO EVA LECHNER

MTB | 10/08/2020 | 10:00

Eva Lechner, trentacinque anni lo scorso 1 luglio, non è stata molto fortunata per un problema alla forcella della sua mountain bike, ma ha lo stesso sfiorato il podio nella prima gara internazionale post Covid-19 di cross country disputata in Francia all’Alpe d’Huez, valida come prima prova della Coupe de France VTT. La bolzanina della Trinx Factory Team, al cospetto di atlete di ottimo livello, ha tagliato il traguardo al quarto posto a 1’46” dalla vincitrice la venticinquenne francese Lena Gerault (VTT Vca Anjios) che a sua volta ha preceduto di 26” la plurititolata svizzera Jolanda Neff (Trek Factory Racing XC) e di 1’ l’altra transalpina Loana Lecomte (Massi).

Sin dal primo giro mi sono accorta che la forcella della bici non lavorava bene e mi sono dovuta arrangiare sul circuito che presentava una lunga salita e un’altrettanta lunga discesa. Nel corso del terzo giro sono riuscita ad aprire la forcella e almeno in discesa potevo andare come volevo, in salita invece ero costretta a stare seduta e non potevo scattare sui pedali. Visto come sono andate le cose però sono contenta: stavo bene e le gambe giravano come volevo, ho fatto una bella gara tenendo conto delle condizioni nelle quali ho corso. Adesso vediamo di fare bene nella corsa a tappe Transmaurienne Vanoise, non conosco i percorsi, ma ci saranno di sicuro avversarie di alto livello come ad esempio Pauline Ferrand Prevot”.

Lunedì 10 agosto partirà la prima delle cinque tappe della storica competizione francese, che taglia il traguardo delle 32 edizioni, e si concluderà venerdì 14 agosto. 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alle prese con una condizione non ottimale, come ha evidenziato nell'ultima settimana del Tour, e con problemi relativi all'inchiesta giudiziaria che ruota attorno a lui, anche se non lo coinvolge direttamente, Nairo Quintana ha deciso di rinunciare alla convocazione per...


Sulle orme di papà. Nicolas Vinokourov, figlio del grande Alexander, vincitore di una Vuelta a España (2006) , un Giro di Svizzera, una Liegi-Bastogne-Liegi e una Amstel Gold Race , oltre ad un oro (Londra 2012) e un argento olimpico...


Lo confessa candidamente: «Se me l'avessero detto un mese fa che avrei guidato la nazionale in un mondiale su queste strade, mi sarei messo a ridere...». Davide Cassani non nasconde le sue emozioni prima di presentarci il campionato mondiale, descrivercelo...


A Tour de France appena conclusio, è già tempo di guardare oltre perché in questa stagione animala gli altri grandi giri incombono. In casa Cofidis sonos tate prese decisioni importanti circa le formazioni per Giro e Vuelta: Elia Viviani sarà...


L'incontro delle vecchie glorie del Triveneto a Ca’ del Poggio ha riservato una curiosa e certamente gradita sorpresa per Mario Beccia. Autore, manco a dirlo, lo scatenato Dino Zandegù che è tornato a vestire per un attimo i panni del...


L’Emilia-Romagna ospita la 93ª edizione dei Mondiali di ciclismo sulle strade che, nel 1968, consegnarono a Vittorio Adorni la maglia iridata. Di ritorno a Imola sette anni dopo Firenze 2013, sarà il tredicesimo Mondiale in Italia e sarà Eurosport a...


DAZN e Discovery annunciano l'estensione del loro accordo di distribuzione per offrire agli utenti DAZN in cinque paesi la fruizione dei canali Eurosport 1 HD e Eurosport 2 HD. Con il rafforzamento di questa partnership, i contenuti di Eurosport saranno...


Sono stati rilasciati nella notte il medico e il massaggiatore fermati nei giorni scorsi su ordine della procura di Marsiglia nell'ambito di un'inchiesta su un sospetto uso di doping al Tour de France all'interno della Arkea-Samsic, team del campione colombiano...


Sono cinque le atlete di Alé BTC Ljubljana che, con le rispettive Nazionali si apprestano ad affrontare i Campionati del Mondo di ciclismo su strada assegnati in extremis ad Imola dopo la rinuncia della Svizzera. Domani, giovedì 24 settembre, con partenza...


La pioggia improvvisa, l’umidità che cresce e la nebbia che ci circonda sono i nemici dei ciclisti che pedalano in autunno. Per non farsi cogliere impreparati, è importante scegliere capi che proteggano dalla acqua e che mantengano il corpo asciutto....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155