«YES, SHE DID IT». VALENTINA TANZI HA CONCLUSO IL SUO GIRO DI SVIZZERA

NEWS | 26/07/2020 | 07:23

"Yes, she did it!" (sì, l'ha fatto!): con questa espressione inglese, che riprende vagamente il nome del suo progetto "Yes, I can!", si potrebbe così riassumere l'ultimo exploit dell’ultracycler ticinese Valentina Tanzi (damaceleste.com), che ha infatti terminato mercoledì di pedalare in solitaria le 8 tappe del percorso del Tour de Suisse, gara su più giorni del ciclismo su strada e riservata unicamente ai professionisti uomini e che quest'anno non ha avuto luogo a causa del COVID-19.


Con "Yes, I can!", Valentina vuole dimostrare e comunicare che anche una donna può pedalare i 3 Grand Tours del ciclismo su strada (Giro d'Italia, Tour de France e La Vuelta). Non lo fa infatti solo per sfidare se stessa: le donne professioniste non hanno attualmente nemmeno un "Grand Tours" di 3 settimane come i loro colleghi maschi, ma una versione più breve della gara italiana (10 giorni) e un unico giorno sia in Francia che in Spagna.


A causa del Coronavirus, Valentina, oltre a lavorare a tempo pieno come tutti, ha voluto riorganizzare il suo "Yes, I can!", dato che si è ritrovata praticamente con l'estate libera, dato che in teoria, secondo il calendario "pre Covid-19", avrebbe già completato il Giro d'Italia e il Tour de France. Ha così pensato di mettersi nel frattempo alla prova sulle strade di casa del Tour de Suisse. La Svizzera è un paradiso per le due ruote e sarà pure piccola, ma è un paradiso immenso quando si tratta di pedalare ed è ricca di perle nascoste al turismo di massa. Purtroppo la meteo non è stata dalla parte di Valentina e piogge intense, forte vento contrario e freddo le hanno fatto compagnia per metà delle tappe, anche su alcuni passi alpini. 

Infine, qualche numero: la luganese ha pedalato complessivamente in 8 giorni 1'065,9 km per un dislivello positivo di 18'349 m. 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dopo aver subito un test PCR nella giornata di riposo del Giro d'Italia di ieri, Fernando Gaviria dell'UAE Team Emirates è risultato positivo al COVID-19. Tutti gli altri corridori e lo staff hanno restituito un test negativo e oggi saranno...


In conformità con il protocollo sanitario del Giro d'Italia, sviluppato in accordo con le “Regole per la ripresa della stagione ciclistica su strada nel contesto della pandemia di coronavirus” dell'UCI (Union Cycliste Internationale) e in linea con le misure di contenimento...


È chiaro che in un momento come questo la priorità è la salute. Ed è altrettanto scontato che, se si parla di salute, non si può fare a meno di pensare all’emergenza pandemica che sta condizionando da mesi il mondo....


Dopo la grande vittoria del britannico Tao Geoghegan Hart a Piancavallo e la seconda giornata di riposo è ancora il territorio del Friuli alla ribalta esclusiva di questa 16a tappa con itinerario tutto in provincia di Udine e con due...


Chi meglio di Alberto Contador può “analizzare” la Vuelta che parte oggi? Ecco l’intervista che il grande campione spagnolo ha realizzato con Eurosport. Chi sono i favoriti per vincere La Vuelta?«I favoriti sono Roglic, Dumoulin, Froome, che affronta una gara molto...


Non ci fu, fra Coppi e Bartali, solo la borraccia. O le borracce. O le bottiglie. Ci fu molto di più. “Quei due” si guardavano, si temevano, ma si stimavano, si rispettavano. E si aiutavano. Non erano sempre contro, ma...


Nacer Bouhanni è risultato positivo al Covid19: l'esame, come da regolamento Uci, è stato effettuato tre giorni prima della Bruges-La Panne in programma mercoledì. La Arkea Samisic ha immediatamente fermato il corridore e ne ha cancellato l'iscrizione alla corsa belga.


Sarà una giornata speciale, quella di domani, per Oscar Gatto. Il trentacinquenne corridorveneto della Bora Hansgrohe, infatti, attaccherà per l'ultima volta il numero sulla sua maglietta e alla fine della Bruges-La Panne chiuderà la sua carriera. «Non ho più...


Ed ecco l’ora della Vuelta. Con sole diciotto tappe anziché 21 (a causa della pandemia sono saltate le prime tre frazioni, originariamente previste in Olanda), con la sovrapposizione deprecabile ma allo stesso tempo inevitabile con il Giro d’Italia, con le...


Mascherina e scaldacollo, un colpo solo e due bersagli centrati in pieno! Il governo ha messo le cose in chiaro, diversi paletti delimiteranno le nostre libertà ma nessuna di queste coinvolgerà i ciclisti in movimento! Una volta in sosta la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155