LINEA VERDE. LUCA ZANNI, L'EX TENNISTA CHE VA VELOCE

JUNIORES | 30/06/2020 | 07:35
di Danilo Viganò

Gli piacevano i campi di tennis, i tornei, i punti e vincere i set. Giocava nel club di Odolo, miglior risultato un secondo posto nella fase finale del campionato provinciale bresciano. Aveva 14 anni, Luca  Zanni, quando decise di abbandonare la racchetta per la bicicletta. «Vengo anch'io in bici, mi alleno e corro come fai tu» disse al fratello maggiore Simone che ha pedalato fino ai dilettanti nella Delio Gallina e nella Beltrami, e gli ha trasmesso la passione.

S'iscrisse all'Unione Ciclistica Soprazocco: la prima vittoria, al primo anno da allievo, nel 2017, a Persichello, dalle parti di Cremona. Arrivo in volata, cinque o sei atleti. Una grande gioia. E' un velocista, Zanni, che sa vincere anche per distacco: l'anno scorso a Fiesse, nel Gran Premio San Gottardo, spiccò il volo verso un trionfo in solitaria. Poi, il bis a Gessate e a Cuggiono sulle strade del Milanese per un totale di tre affermazioni con la maglia del team Aspiratori Otelli.

Zanni, diciasette anni in agosto, è bresciano di Bione, comune della Valle Sabbia nei pressi di Casto, il paese di Sonny Colbrelli (Bahrain McLaren), e Idro il paese di Alessandro Bisolti (Androni Sidermec). Luca ci vive con il padre Cristiano, operaio presso le Acciaierie Venete di Odolo, la madre Sara, impiegata nella Agniep, azienda di Bione specializzata nella produzione di valvole industriali e raccordi, e il fratello Simone che per un certo periodo ha lavorato come cuoco in Irlanda. Zanni studia da operatore meccanico al Centro professionale Artigianelli di Brescia, è alto 174 centimetri per un peso di 66, e quest'anno debutta nella categoria degli juniores con i colori del gruppo sportivo Feralpi Group diretto da Tiziano Gozio.

Cosa ne pensi del momento del ciclismo italiano?
«Che il livello si è alzato moltissimo, sia dal lato delle gare che da quello degli atleti».

A quale età hai cominciato a correre?
«A 14 anni per l'UC Soprazocco, con una bici Carrera nera».

Il più forte corridore di tutti i tempi?
«Per me Dylan Groenewegen».

Quale altro sport ti piacerebbe praticare?
«Il tennis che ho praticato per otto anni».

I tuoi peggiori difetti?
«Prima di ogni gara sono teso e mi agito».

Il tuo modello di corridore?
«Groenewegen, sempre lui».

Cosa leggi preferibilmente?
«La Gazzetta dello Sport».

Cosa apprezzi di più in una donna?
«Il fisico».

Cosa cambieresti nel ciclismo di oggi?
«Ai direttori sportivi chiedo di essere più indulgenti con gli atleti».

Piatto preferito?
«Pizza».

Film che ti ha emozionato?
«Fast en Furious 7».

Chi è il tuo collega più simpatico?
«Daniel Polato, compagno di squadra».

Il bello del ciclismo?
«Ti permette di misurarti con gli altri».

Paese preferito?
«La Spagna per il clima e il tenore di vita».

Cosa vorresti che si dicesse di te in particolare?
«Che sono un tipo responsabile e simpatico».

Hobby?
«La Playstation e gli amici».

La gara che vorresti vincere?
«Milano-Sanremo».

Ti senti in debito con qualcuno in particolare?
«No».

Quale sarà il tuo obiettivo al rientro nelle gare?
«Mettermi in evidenza, per poi fare meglio nel 2021».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Domani a  Roveredo di Guà, in provincia di Verona, si torna a gareggiare con una prova a cronometro di 20 km. Con tutte le precauzioni legate ai protocolli antiCovid, il Team Colpack Ballan sarà in gara con 3 atleti: Antonio Tiberi...


Il 7 luglio il Presidente Renato Di Rocco, il Segretario Generale Paolo Pavoni, il Responsabile della Commissione Tutela della Salute e Medico Federale dott. Marciano e il Segretario della stessa commissione, dott. Mirri, hanno tenuto una call con la Commissione...


Anche Alberto Contador non ha resistito al fascino dell’Everesting e ha vinto la sfida che si era proposto di superare: arrivare a 8.848 metri di dislivello affrontando più colte la salita di Navapelegrín. L’ex campione ne aveva parlato quasi per...


"Sento di dover fare qualcosa per i ragazzi che gareggiano nelle categorie giovanili. Sono riconoscente a questo mondo, visto che qualcuno prima lo ha fatto per me. Vorrei poterli portare in bici i giovani, mi posso spostare nel raggio di...


Remco Evenepoel si sta allenando con i compagno di squadra della Deceuninck Quick Step in Val di Fass e tra meno di tre settimane si schiererà al via della Vuelta a Burgos, la prima gara ufficiale UCI della squadra dopo...


Nell'ambito degli appassionati di statistica emergono alcune curiosità ciclistiche. In questo caso ecco una graduatoria dei plurivincitori di tutti i tempi al netto dei circuiti.  Al primo posto primeggia sempre, come semrpe, sua maestà Eddy Merckx, con 263 successi, che...


Lo scorso anno la Movistar ha sorpreso tutti al Giro 2019 con Richard Carapaz e una condotta di gara che ha messo in croce i grandi favoriti Nibali e Roglic, ora promette di fare altrettanto puntando su Marc Soler. Maximilian...


Le sirene della Israel Start-Up Nation hanno suonato forte, ma alla fine Jasper Stuyven ha deciso di continuare la sua avventura con la Trelk Segafredo, firmando un rinnovo del contratto biennale. Stuyven nel team israeliano avrebbe potuto ritrovare il tecnico...


Nel corso di questi cinque mesi Chiara Teocchi è stata certamente una delle biker azzurre più "chiaccherate" ed attese nel panorama nazionale. Non fosse stato per lo stop forzato dal lockdown certamente un normale svolgimento degli impegni agonistici avrebbe richiamato...


Finalmente, dopo mesi di lockdown, non senza difficoltà, il team Casillo Petroli Firenze Hopplà torna a gareggiare. Sabato 11 luglio, Samuele Carpene, Luca Coati e Marco Murgano disputeranno la cronometro individuale a Roveredo di Guà, in provincia di Verona. I...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155