ANDREA AGOSTINI & C ASPETTANO: CHI VA A PRENDERLI?

NEWS | 01/04/2020 | 08:15
di Pier Augusto Stagi

È ancora ad Abu Dhabi, con Fernando Gaviria. Attendono che qualcuno li vada a riprendere, come del resto altri 250 italiani. Andrea Agostini la prende anche con filosofia, perché il peggio è alle spalle, ma sono pur sempre 43 giorni che è via da casa, da quel 21 febbraio giorno in cui è partito per il UAE Tour. Poi la storia la sappiamo, casi di coronavirus e positività asintomatiche come nel caso di Andrea. Stava bene senza esserlo. O meglio, non aveva sintomi ma era estremamente pericoloso per gli altri. In 26 giorni ha fatto 12 tamponi, fin quando non sono “usciti” (diciamo così) due test negativi a distanza di 24 ore. Quella dannatissima molecola conficcata nel Dna di Andrea non ne voleva sentir ragione di andarsene via. Il rimedio? Uno e uno solo: l’isolamento. 

«Ho davvero vissuto un’esperienza pazzesca – racconta a tuttobiciweb Andrea Agostini, ex corridore e compagno di classe e di squadra nelle giovanili di Marco Pantani e oggi responsabile marketing e sponsorizzazioni per il Team Uae Emirates -. Per questo non mi stancherò mai di ripeterlo: non sottovalutate il virus e restate a casa! È stata davvero un’esperienza pazzesca, sembravamo finiti su “Scherzi a parte”, ma non c’era assolutamente nulla di cui scherzare. Ho visto ragazzi in salute, giovani, sani e belli lottare per la vita, altro che storie. In ogni caso non potrò e non potremo mai finire di ringraziare il nostro general manager Mauro Gianetti, che in una situazione così complessa e delicata è riuscito a gestire la questione con grandissima lucidità e tempestività, perché gran parte di noi erano asintomatici, ma non ha sottovalutato nulla. Grazie anche al personale medico e sanitario della Cleveland Clinic di Abu Dhabi, un ospedale americano, che ci hanno accudito come meglio non potevamo sperare. In stanza avevo bici, rulli, computer: insomma, qualcosa avevo per occupare la testa. E poi grazie a Skype ho potuto stare un po’ con la mia famiglia, con mia moglie Francesca e i miei ragazzi Alessandro e Filippo. Pensa che con l’Ipad vagavano per casa per farmi sentire più vicino a loro: entravo e uscivo dalle stanze di casa mia, nonostante fossi a migliaia di chilometri di distanza».

Detto questo, Andrea & C. attendono di tornare a casa. Negli Emirati i voli sono sospesi fino al 14 aprile. Più di 250 italiani attendono che la Farnesina li vada a riprendere. Cinquecento tedeschi sono riusciti a rimpatriare due giorni fa, così come un folto gruppo di russi. Gli italiani restano là, in attesa che qualcuno si ricordi di loro.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La lunga pausa dalle gare sembra ormai volgere al termine per i ragazzi della Sangemini Trevigiani Mg.Kvis VPM, che conoscono finalmente la data per il loro rientro alla attività agonistica_ avverrà in Romania, al Sibiu Tour dal 23 al 26...


Le tappe di UCI Trials World Cup (24-26 luglio 2020) e di Mercedes-Benz UCI Mountain Bike World Cup (11-13 settembre 2020) ed i Campionati del Mondo di 4Cross (10-11 Settembre 2020) in programma in Val di Sole non potranno svolgersi in questa stagione a seguito dei provvedimenti della Provincia Autonoma...


Viborg, 3 giugno 1970: luogo e data di nascita di Eugenio Berzin, scritto all’italiana perché è proprio nel nostro Paese che il corridore russo ha deciso di vivere anche al termine della carriera e poi perché fu Candido Cannavò, indimenticato...


La notizia è apparsa ieri su Radsport-news.com come anticipazione e trova oggi conferma nella comunicazione ufficiale che hanno ricevuto le squadre invitate: il Sibiu Tour cambia data. Adrian Aldea, resposnabile dell'organizzazione della corsa a tappe rumena, ha infatti ufficializzato che...


Briko®, storico brand italiano di attrezzatura e accessori sportivi, ha stretto un accordo con Aon, primo gruppo in Italia e nel mondo nella consulenza dei rischi e delle risorse umane, nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa, offrendo a coloro che acquisteranno un nuovo...


Oggi, mercoledì 3 giugno, è la Giornata Mondiale della Bicicletta, istituità dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 12 aprile 2018, riconoscendo l'unicità, la longevità e la versatilità della bicicletta, che è stata in uso per oltre...


Si celebra oggi la Giornata Mondiale della Bicicletta. Una giornata carica di significato in tutto il pianeta, più che mai in questo momento di ripartenza dopo il lockdown e la più imprevedibile e imprevista delle crisi che abbiamo dovuto affrontare....


Ci sono mille modi per celebrare un anniversario e Richard Carapaz ha scelto di avvicinarsi al cielo… Ieri, per festeggiare un anno dalal conquista del successo nel Giro d’Italia, il corridore ecuadoriano si è regalato un bell’allenamento di oltre 200...


Ancora una vittoria per distacco sulle strade della HTV Cup, la corsa a tappe che si sta disputando sulle strade della penisola vietnamita. A cogliere il il successo nella quattordicesima frazione, la Nha Trang - Phan Rang di 135 km,...


Nel giorno della Giornata Mondiale della Bicicletta la Scuola Handbike Cooperatori ci regala un video che celebra la ripartenza, dopo quasi tre mesi di covid lockdown, degli allenamenti degli handbikers presso la Pista di Avviamento al Ciclismo Giannetto Cimurri di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155