SILVIA MAGRI E UN SOGNO CHIAMATO NAZIONALE

DONNE | 28/01/2020 | 07:37
di Luca Galimberti

 

Sono passati circa dodici anni da quando, con la maglia della Società Ciclistica Busto Garolfo, una giovanissima Silvia Magri prendeva parte alle sue prime corse in bicicletta. Ora la ragazza nata il 17 ottobre 2000 è cresciuta e si appresta ad iniziare la sua seconda stagione tra le Élite indossando una nuova maglia: quella del team bergamasco Valcar – Travel & Service di patron Villa.

«Sono impaziente di iniziare ufficialmente l’avventura con la nuova squadra. Mi sento pronta per vivere nuove avventure e soprattutto nuove sfide – ha raccontato la ciclista di Legnano a tuttobiciweb -. Al secondo anno nella massima categoria l’asticella si alza: ci sarà da lavorare e lavorare tanto per cercare di essere protagoniste con la squadra, continuando a crescere a livello personale.»

Hai già avuto modo di ambientarti nella nuova equipe e di passare del tempo con le tue nuove compagne e lo staff?

«Certo, nelle scorse settimane siamo state un paio di volte in ritiro. Con le compagne siamo già molto in sintonia. Ho potuto apprezzare anche la professionalità dei tecnici e di tutti i componenti di Valcar – Travel & Service che mi hanno accolto benissimo. Per questo li ringrazio.»

Lo scorso anno, al tuo debutto nel “ciclismo delle grandi”, ti sei messa in luce ottenendo buoni risultati: con Bepink hai vinto la gara Open di Corridonia, sei giunta terza nella prima tappa della Vuelta a Burgos Feminas e inoltre sei salita sul podio a Montignoso e nella Lake Garda Classic. Come giudichi la tua stagione?

«È stata una buona stagione: ho cercato di imparare dalle ragazze più esperte del gruppo, mi sono impegnata e sono riuscita a togliermi qualche soddisfazione. Credo che sette sia un voto giusto da scrivere sulla pagella.»

I momenti più belli del 2019?

«Sicuramente il podio in Spagna: molto emozionante, anche più della vittoria di Corridonia. Tengo tanto anche al “bronzo” di Montignoso, era marzo e la stagione era appena iniziata. Sono ricordi bellissimi, ora però voglio azzerare tutto e ripartire concentrata al massimo sugli impegni con Valcar – Travel & Service.»

Quali sono i programmi?

«Dall’8 al 24 febbraio saremo in ritiro in Spagna, in quel frangente con lo staff tecnico pianificheremo la stagione e il calendario nei dettagli.»

In attesa di vederti alle gare, aiuta i nostri lettori a conoscerti meglio. Che tipo di percorsi preferisci?

«Vado bene nelle gare abbastanza dure ed impegnative e riesco a dire la mia anche in arrivi in gruppetto.»

Oltre alla bicicletta hai altri hobbies?

«Il ciclismo è anche il mio hobby. In famiglia siamo tutti innamorati della bici, in particolare mio zio Antonio Magrì che mi ha spinto a praticare ciclismo quando ero piccola: lui è stato corridore, ha gareggiato fino ai Dilettanti ed ora è uno dei miei primi tifosi.»

Studi?

«Sì, frequento l’ultimo anno del Liceo Scientifico Sportivo».

Un sogno nel cassetto?

«Vestire la maglia azzurra. Tra le Junior sono stata riserva in patria ai Mondiali di Innsbruck 2018, far parte della Nazionale Élite è un sogno ma anche un obiettivo che mi auguro di riuscire a raggiungere in carriera.»

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Anna Van der Breggen è abituata apodi e maglie importanti ma l'emozione risce sempre a far capolino sul suo volto: «È davvero bello essere qui e poter correre il mondiale: anche se c’è meno gente lungo le strade e al...


Ci sono "progressi significativi" nelle condizioni di Alex Zanardi, a fronte dei quali "i medici ribadiscono, comunque, il permanere di un quadro clinico generale complesso, sulla cui prognosi è assolutamente prematuro sbilanciarsi". E' quanto afferma una nota dell'ospedale San Raffaele...


Vittoria Bussi sorride al termine della sua fatica mondiale e spiega: «Il vento si è fatto sentire, vi assicuro che la prima parte sembrava interminabile. È stato molto bello, a 33 anni mi emozione ancora come una bambina. Ero tesa,...


Anna Van der Breggen è la nuova campionessa del mondo della cronometro e aggiunge un'altra perla alla sua collezione di vittorie. L'olandese, fresca vincitrice del Giro Rosa, ha preceduto la svizzera Reusser e l'altra olandese Ellen Van Dijk. Miglior azzurra...


Bruttissima caduta per la statunitense Chloe Dygert nel corso del campionato mondiale a cronometro. In netto vantaggio su tutte le avversarie all'intermedio, Dygert è stata inquadrata dalla regia televisiva mentre perdeva letteralmente il controllo della bicicletta impostando una curva -...


L’origine del mito dipende spesso da un luogo, un luogo che può anche diventare magia per un appassionato. È cosi che il nuovo gruppo gravel Campagnolo Ekar™, il più leggero al mondo, prende il nome dal Monte Ekar, una cima...


È uno dei talenti più puri del nostro ciclismo giovanile: Antonio Tiberi sta confermando anche tra gli Under 23 le belle cose che aveva fatto vedere tra gli juniores. E domenica ha firmato un capolavoro imponendosi nell'internazionale Trofeo città di...


Potrebbe essere una rivincita della Milano-Sanremo. Così gli analisti di Stanleybet.it vedono i campionati mondiali di ciclismo su strada, in programma domenica sul circuito di Imola, con partenza e arrivo nell’Autodromo. I favoriti sono infatti Wout van Aert e Julian...


Nuovo acquisto per la Cofidis in vista della stagione 2021: arriva infatti il ventinovenne scalatore spagnolo Ruben Fernandez che sarà un punto di riferimento importante per Guillaume Martin. Fernandez ha vinto il Tour de l’Avenir nel 2013 e poi nella...


Un grave lutto ha colpito Ivano Paleari, presidente del team dilettantistico Named Rocket. E' scomparso il padre Maurizio, di anni 71 (li aveva compiuti il 3 settembre). Era in cura presso il Policlinico di Monza. Nulla però lasciava presagire un...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155