35 ANNI FA MILANO PERDEVA IL SUO PALAZZO DELLO SPORT. VIDEO

STORIA | 17/01/2020 | 07:41

Trentacinque anni fa si chiudeva una pagina distoria e si apriva una ferita che da allora non si è più sanata. Quella notte, infatti, Milano perdeva il suo Palazzo dello Sport e con esso anche la sua mitica Sei Giorni (ne furono poi disputate quattro edizioni al Forum sul finire degli anni Novanta, una nel 2008 a Rho Fiera e poi più nulla).

Il 17 gennaio 1985, a causa di una nevicata eccezionale, la tensostruttura in cavi di acciaio che reggeva il manto di copertura subì un dissesto improvviso che comportò l'abbassamento dello stesso di alcuni metri. La copertura, pur danneggiata, continuò a sopportare tutto il carico della neve valutata in circa 800 tonnellate, corrispondente a una coltre di neve spessa dagli 80 ai 100 cm. Ma a causa dei pluviali ostruiti, a nulla valsero i tentativi di ridurre il carico gettando acqua calda sul tetto (che anzi ghiacciò aumentando il carico) e alzando la temperatura interna all'edificio.

Per rivivere le emozioni di quei giorni, nell'archivio dell'amico Walter Brambilla abbiamo scovato questo filmato dedicato agli ultimi giri dell'edizione del 1983 in un Palasport colmo all'inverosimile. Adone Carapezzi, storico giornalista televisivo, e Alcide Cerato, in versione di opinionista, raccontano la vittoria di Moser e Pijnen davanti a Sercu (all'ultima SeiGiorni della sua carriera) e Argentin, con Bidinost e Freuler al terzo posto.

Dura tre minuti, ma è un filmato da non perdere...

Copyright © TBW
COMMENTI
Lo hanno fatto morire....
17 gennaio 2020 08:06 The rider
Vero che la famosa nevicata da quasi un metro lo ha danneggiato seriamente, ma qualcuno ha VOLUTO farlo morire.
Se vogliamo vedere le cose fino in fondo, il Vigorelli ha subito più danni e nonostante le numerose vicissitudini è ancora tra noi..........
Pontimau.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Baby Evenepoel continua a sorprendere. Il giovane talento belga della Deceuninck Quick Step mette il sigillo sulla Volta ao Algarve vincendo anche la crono finale di Lagoa. Sui 20, 7 km del percorso, Evenepoel si è preso il lusso di...


Sprint a due nella 61sima Coppa San Bernardino di Lugo (Ra) e successo di Davide Bauce. Il portacolori della Delio Gallina Colosio Eurofeed, protagonista di un bel finale di corsa, allo sprint ha regolato Stefano Alberti del team Aries Cycling,...


Jakob Fuglsang ha vinto la 66sima Vuelta a Andalucia-Ruta del Sol che oggi si è conclusa con la cronometro individuale di 13 km a Mijas dove invece si è imposto il belga Dylan Teuns, della Bahrain McLaren, che ha preceduto...


Continua il buon momento di Nairo Quintana che mette a segno la quarta vittoria di questa stagione conquistando anche la classifica finale del Tour des Alpes Maritimes et du Var che stamane si è conclusa con il successo del francese...


Che splendido fine settimana e che esaltante doppietta nel giro di 24 ore per Leonardo Marchiori, velocista principe del ciclismo dilettanti nazionale. Marchiori ha portato la sua maglia blu, quella del Team NTT Continental Cycling Team davanti a tutti anche...


Si chiude con un quinto e un secondo posto di tappa il Tour of Antalya di Filippo Fortin. Certo, un velocista corre sempre per vincere, ma viste le circostanze di corsa si può dire siano stati quattro giorni positivi per...


L'ex ciclista svizzero Pirmin Lang ha confessato di aver fatto parte della rete di doping venuta a galla in occasione dei Mondiali di sci nordico dello scorso anno grazie all'Operazione Aderlass. Messo alle strette dalle rivelazioni della Neue Zürcher Zeitung,...


Pascal Ackermann conferma tutto il bene che si dice di lui e vince una volta di gran classe, imponendosi nella prima tappa dell'UAE Tour. Nel cuore di Dubai, il portacolori della Bora Hansgrohe ha messo in fila Ewan, Barbier, Groenewegen...


Era il grande favorito per le volate di questo Tour of Antalya, ma Tim Merlier è riuscito a lasciare il suo sigillo solo all'ultima tappa. Il campione belga della Alpecin-Fenix è riuscito ad anticipare Filippo Fortin (Felbermayr-Simplon Wels), che aveva...


Il kazako Yevgeniy Fedorov (Vino-Astana Motors) ha vito per dustacco la prima tappa del Tour du Rwanda. Alle sue spalle, nell'ordine, gli eritrei Mulueberhan e Girmay Hailu. Fedorov indossa ovviamente la prima maglia di leader della classifica generale. ORDINE D'ARRIVO...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155