ROSA. «È TEMPO DI TORNARE A VINCERE»

PROFESSIONISTI | 06/12/2019 | 07:36

Nella sua nuova avventura con la Arkea Samsic, Diego Rosa avrà un doppio obiettivo: aiutare i suoi leader nei grandi giri e al tempo stesso ritrovare quella vittoria che gli manca da tempo.

Diego, Nairo Quintana sarà il capitano del team: che rapporto ha con lui?
«Lo conosco da qualche anno, ormai, e ci siamo incrociati più volte in corsa. Vive anche lui nel sud della Francia come me, ci siamo allenati più volte insieme a lui e a suo fratello Dayer».

Come mai ha scelto la Arkéa Samsic?
«Ho parlato più volte con il manager del team Emmanuel Hubert, ho sentito la sua fiducia nei miei confronti e le sue parole mi hanno dato una grande motivazione. Arrivo dal Team Ineos, dove ci sono tanti grandi leader e non c’era quindi troppo spazio per esprimermi. La Arkéa-Samsic è una grande squadra in prospettiva, lo si capisce con gli arrivi di Nairo e Bouhanni e con la conferma di Barguil. Da parte mia posso contribuire al progetto assumendomi maggiori responsabilità di quelle che avevo alla Ineos. So quale sarà il mio ruolo in squadra e sono pronto a dare il massimo».

In calendario per lei parecchie corse in Italia...
«Corse importanti, storiche, nelle quali voglio fare bene. Dovrei correre Troféo Laigueiglia, les Strade Bianche, Tirreno-Adriatico se saremo invitati, e il Giro di Sicilia. Un programma importante per me e per la squadra e il mio obiettivo è quello di arrivarci al top e firmare ottime prestazioni. Quella che mi piace di più, ovviamente, è la Strade Bianche, ma tutte le corse italiane mi offriranno la possibilità di mettermi in evidenza».

Dalle sue parole traspare un’ambizione nient’affatto celata.
«È così. Da troppo tempo non vinco una corsa. E voglio assolutamente ritrovare il profumo della vittoria, perché mi manca terribilmente».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (ACCPI) si è riunito ieri virtualmente per fare il punto sull’emergenza Covid-19 e confrontarsi direttamente con i propri associati su come affrontare i problemi con i quali si stanno e dovranno interfacciarsi a causa...


“La bicicletta ha scenari di sviluppo molto ampi – fa notare il presidente di Confindustria ANCMA, Paolo Magri, commentando i dati elaborati dall’associazione -  soprattutto se paragoniamo l’uso del mezzo nel nostro paese rispetto a quello di nazioni più avanzate in...


Pochi oggetti nel mondo dello sport vantano un apparato di significati più vasto di quello di cui è dotata la borraccia nel ciclismo. Fondamentale strumento di sopravvivenza fisica dei corridori, la borraccia rappresenta «l’anello di congiunzione tra l’ordinarietà del pedalatore...


La Società Ciclistica Carnaghese ha deciso di annullare il 24esimo Gran Premio dell’Arno – Coppa d’argento Comune di Solbiate Arno, gara internazionale per la categoria juniores in programma domenica 7 giugno. E’ solo l’ultima in ordine di tempo delle gare...


Il Tour de France ad agosto? È un'idea che piace a Tom Dumoulin. Rispondendo alle domande di Sporza, l'olandese della Jumbo-Visma ha detto la sua sul possibile calendario. «Secondo me si può fare, facendo slittare un poco la Vuelta. Penso...


Marta Bastianelli è caduta e si è rialzata così tante volte che ha perso il conto. Lo farà anche questa volta, con il carattere che contraddistingue i campioni. Anche se il suo sogno più grande, quello a forma di cinque...


Aretino di Laterina, Enrico Baglioni è un giovane promettente con licenza di vincere. Come dimostrano i suoi quattro successi nelle due ultime stagioni con gli juniores nel team Stabbia, tra cui quella conquistata a marzo dello scorso anno nel Memorial...


Ne sono certo, abbiamo bisogno di novità, di fiducia nel domani e di una carica positiva probabilmente fuori dal comune. Occorre essere sul pezzo e mi raccomando, non abbassate la guardia, ma possiamo combattere questa situazione negativa anche concentrandoci su...


Una grave emergenza sanitaria ha colpito il nostro Paese. E’ stato un susseguirsi di avvenimenti che hanno portato il governo a prendere decisioni restrittive per il bene del paese: scuole chiuse, attività produttive non essenziali chiuse e la forte raccomandazione di restare...


  La quarantena è una buona occasione per rimediare a omissioni e dimenticanze. Così, finalmente, ecco Luciano Soave, ieri gregario, oggi artista. “Ero un coppiano. Stravedevo per lui. Quando morì, piansi. Avevo 17 anni”. “L’unica cosa in cui avrei potuto...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155