ISRAEL E KATUSHA, L'ACCORDO E' UFFICIALE

MERCATO | 02/10/2019 | 18:37

Israel Cycling Academy e Katusha Management hanno firmato un accordo che vedrà l'approdo del team israeliano nel World Tour a partire da gennaio 2020.

Sylvan Adams, comproprietario dell'ICA, ha dichiarato: «Da tempo dicevo che l'ICA sarebbe arrivata al World Tour e sono entusiasta che stia per succedere in vista della prossima stagione».

Secondo l'accordo, il team israeliano correrà nel World Tour con la licenza attuale della Katusha, che verrà rinnovata per i prossimi tre anni. L'accordo, ovviamente, è soggetto all'approvazione dell'UCI così come il rinnovo della licenza.

Il team israeliano utilizzerà le tradizionali uniformi blu e bianche che saranno firmate Katusha in base a un nuovo accordo di sponsorizzazione. Per Israel Cycling Academy questo rappresenterà un altro passo nella sua rapida crescita, un'avventura cominciata appena 5 anni fa.

Adams si dice sicuro che la squadra sarà all'altezza della sfida: «Abbiamo diversi nuovi corridori, tra i quali alcuni dell'attuale team Katusha e sono certo che sapremo farci valere».

Ron Baron, comproprietario e fondatore dell'ICA, ha espresso il suo entusiasmo per l'approdo nel World Tour: «Sono sicuro che questo passaggio migliorerà la nostra visione e ci aiuterà a fa crescere il ciclismo israeliano sulla scena mondiale. Vedere un corridore israeliano al Tour De France della prossima stagione sarà, per me, una grande soddisfazione».

Kjell Carlstrom, Pro Manager dell'ICA, a sua volta aggiunge: «Il team è cresciuto ogni anno in modo organico, sia dal punto di vista organizzativo che da quello dei corridori, e ci sentiamo pronti per questa nuova sfida. Abbiamo un'ottima chimica in questo team e sono orgoglioso di ciò che abbiamo realizzato insieme. E naturalmente sono entusiasta in vista del prossimo anno»

Infine Adams ha aggiunto: «Voglio ringraziare la direzione del team Katusha e il suo proprietario, Igor Makarov per aver scelto di fare questo accordo con noi, poiché so che aveva diverse opzioni disponibili. Il contributo di Igor al nostro sport è stato impressionante e so che continuerà a sostenere il nostro sport».

ENGLISH VERSION

Israel Cycling Academy and Katusha Management have signed an agreement that will see the Israeli team race in the World Tour starting January 2020.

ICA co-owner Sylvan Adams said:  “I have stated for some time that ICA would be in the World Tour, sooner or later. I am excited that it is happening right away for next year’s season.”

According to the agreement, the Israeli team will race in the World Tour under the existing Katusha license, which is being renewed for the next three years.

The transaction is, of course, subject to UCI approval of the license renewal in the normal course of business.

The Israeli team will use its traditional blue and white uniforms provided by Katusha branded apparel under a new sponsorship agreement. 

For Israel Cycling Academy, racing as a World Tour team in all of the sport’s biggest races, this will represent another step in its rapid growth, beginning as a start-up Continental team just 5 years ago. 

Mr. Adams stated his confidence that the team will be up to the challenge. “We have several new riders, including some from the current Katusha team that will join, and I promise we will make some noise in lots of big races next year. We are: Just. Getting. Started.’’

ICA’s co-owner and founder, Mr. Ron Baron expressed his enthusiasm at the prospect of seeing Israeli riders racing for a World Tour Israeli professional team: “I am sure that this step will enhance our core vision to develop Israeli Cycling on the world stage. To see an Israeli rider in the Tour De France next season will be, for me, very satisfying.”

ICA Pro Manager Kjell Carlstrom remarked: “the team has been growing each year in an organic way, both organizationally and also on the rider side, and we feel ready for this new challenge. We have great chemistry on this team, and I am proud of what we accomplished together. Really excited for next year.’’

Mr. Adams added: “I want to thank Katusha management and its owner, Igor Makarov for choosing to do this deal with us, as I know he had several available options. Igor’s contribution to our sport has been impressive, and he will continue to support our sport.”

About Israel Cycling Academy: Israel Cycling Academy was founded in December 2014 in Jerusalem as Israel’s first professional cycling team, with a clear vision to help Israeli cycling and to bring our young cyclists, to the highest level of the sport. 

The 2017 season was the team’s first in the Pro Continental ranks and in 2018 the team raced in its first Grand tour - the historic Giro d’Italia that started in Jerusalem. ICA raced again in the Giro d’Italia in 2019. This season, the team has significantly stepped up its racing performance and recorded 27 wins.

ICA carries 30 riders from 18 different nationalities.  The team is owned by Israeli Canadian philanthropist Sylvan Adams and Israeli businessman Ron Baron.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

A circa un mese dalla partenza della Milano Sanremo incontriamo Davide Formolo e con il campione italiano parliamo del suo debutto nella Classicissima e degli obiettivi di una stagione che potrebbero proiettarlo in una nuova dimensione.Nei primi anni tra i...


A soli 20 anni Andrea Bagioli sta vivendo le sue prime pedalate da professionista con la Deceuninck - Quick-Step e ci racconta i suoi pensieri.«Le prime settimane della nuova stagione sono andate molto bene. Ho fatto due camp di addestramento...


Luca Guercilena e la sua Trek Segafredo, la più ‘italiana’ fra le formazioni World Tour e Gianni Savio e la sua Androni, la più vincente fra le formazioni italiane. Saranno questi gli ospiti di Radiocorsa, in programma stasera alle...


Reduce da un'intervento all'acetabolo destro (la parte di bacino su cui articola la testa del femore) pochi giorni fa, Matteo Moschetti è già risalito su una bici, seppur indoor, per pianficare il suo rientro. Le immagini sono a dir poco...


È l'apertura tradizionale della stagione - la Coppa San Geo - e segna anche l'inizio della corsa verso l'Oscar tuttoBICI Under 23. Sabato avremo la prima corsa e la prima classifica della challenge che in questa edizione sarà promossa dalla...


  Nell’anno di ricorrenze particolari su Gastone Nencini, 90 anni dalla nascita (1 marzo 1930), 60 dalla vittoria al Tour de France (17 luglio 1960), 40 dalla morte (1 febbraio 19080), si è inserita la cerimonia svoltasi al “Nencini Bike”...


Volata serratissima sul traguardo di Lagos, dove si è conclusa la prima tappa della Volta ao Algarve e successo per il campione olandese Fabio Jakobsen che ci è ripetuto a distanza di un anno. È stato Viviani, che aveva battezzato...


Mentre in Andalusia e Algarve i grandi big del ciclismo mondiale cominciano a mettere chilometri sulle gambe in vista di una lunga stagione, alcuni pesci più piccoli, ma per questo non meno importanti, sono pronti a darsi battaglia sulle strade...


Subito spettacolo alla Vuelta a Andalucia: il Puerto de Palomas (13 km al 5, 9%), ultima salita di giornata, ha ispirato Jakob Fuglsang della Astana e Mikel Landa della Bahrain McLaren, che si sono involati a metà salita e non...


La Casillo Petroli Firenze Hopplà arriva ai primi appuntamenti della stagione con tranquillità e serenità. Le prime sfide motivano i ragazzi di Matteo Provini e Gianni Faresin che saliranno sul palcoscenico agonistico quattro volte nell’arco di quarantotto ore.Pronti dunque i...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155