LE STORIE DEL FIGIO. I NASTRINI DI ANTONIO PENATI. GALLERY

NEWS | 07/07/2019 | 07:26
di Giuseppe Figini

 


Trova sempre nuovi motivi d’interesse e di ricerca la passione del brianzolo di Cibrone di Nibionno, provincia di Lecco, Antonio Penati. E’ un quasi fresco “over 70”, già noto e apprezzato giudice di gara specializzato quale valente giudice d’arrivo, di lunga carriera, nelle più importanti gare del calendario italiano e nel cuore la grande passione per il ciclocross.


Nell’ambiente del ciclismo è conosciuto anche per la sua lunga, accanita, attività di collezionista di pregevoli “memorabilia” del ciclismo, in ogni settore, di valore storico, usiamo con piena coscienza l’aggettivo, con riconoscimenti dell’ambiente sicuramente non pari all’impegno – anche economico - e ai mezzi profusi, oltre allo spazio e al tempo, da Antonio Penati, uomo di fatti, d’azione, invero poco incline alle pubbliche relazioni.

Una sorta di tesoro della memoria ciclistica attraverso i tempi che occupa varie stanze prossime alla sua abitazione, il suo regno, dove custodisce con amorevole gelosia, pubblicazioni d’ogni tipo, documenti originali, oggetti, medaglie, francobolli, manifesti, trofei e tanto, tantissimo, altro, debitamente catalogato e incrementato sempre attraverso i suoi contatti internazionali portati avanti con costanza, sempre a voce, massimo il telefono, poiché Penati non è per nulla “social”.

Il recente motivo d’interesse di Antonio Penati si è incentrato sui nastrini portapass – i nastrini ai quali si attacca l’agognato “pass”, una sorta di “passaporto per il paradiso”, quello ciclistico almeno - per gli appassionati soprattutto in questo tempo di Giro d’Italia (prima i prof, poi gli Under e ora le donne) e distinzione d’identificazione e funzioni per gli addetti ai lavori.

Nelle immagini qui proposte sono presentati degli esempi dell’estesa “collezione Penati” in materia.

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sfida in famiglia tra i Cingolani ai Campionati Italiani di Ciclocross esordienti secondo anno.Alla fine l'ha spuntata Filippo, 14enne di Senigallia già tricolore esordienti primo anno a Variano di Basiliano nel 2022, che anticipa di 5" il fratello gemello Tommaso...


Riccardo Tofful, tredicenne friulano di Capriva del Friuli, portacolori del Pedale Manzanese, si è laureato campione italiano di Ciclocross della categoria esordienti maschi primo anno. Il giovane nativo di Gorizia, ha preceduto il lombardo Riccardo Longo (Team Serio) di 11"...


Dietro alle transenne della Vuelta a San Juan abbiamo scorto un volto noto, l'ex pistard italo argentino Octavio Dazzan. Stabilitosi a Torino ormai da tempo, è tornato nel suo paese d'origine per seguire i campioni in corsa in questi giorni...


Tra sabbia, tombe preservate, affioramenti di arenaria, dimore storiche e monumenti naturali e artificiali, il Saudi Tour è pronto a vivere la sua terza edizione da domani 30 gennaio a venerdì 3 febbraio. Organizzata da ASO, la corsa si svolgerà...


Il belga Seppe Van Den Boer ha vinto l'ultima prova della Coppa del Mondo di Ciclocross Juniores che si è svolta a Besancon, in Francia. Il vincitore, classe 2005 originario di Elewijt nel Brabante Fiammingo, ha preceduto di 8" il...


È bello sì, parlare ancora del mio sodalizio con Ed­dy Merckx, un rapporto unico, e non solo perché durato un solo anno di corse assieme, quel ma­gnifico, per tutti e due, 1968. È bello sì, pensare che quando ci incontriamo...


La Broglina. E’ una salita. La partenza da Bollengo, una sessantina di chilometri a nord di Torino, una ventina a sud di Biella. Sei chilometri e 350 metri (e sei tornanti) per passare da 220 a 544 metri, il dislivello...


Due anni fa Lorenzo Ger­mani sceglieva di fare le valigie e trasferirsi in Fran­cia, a Besançon, sede della Groupama-FDJ, per inseguire il suo sogno di diventare un professionista. Ebbene, la missione è da considerarsi conclusa con successo - e con...


Erica Magnaldi sta lavorando per preparare al meglio il suo 2023, secondo anno sportivo che l’atleta classe 1992 passerà alla corte della UAE Team ADQ. «Ho iniziato il nuovo anno con delle sensazioni molto, molto buone. Decisamente migliori di quanto...


Per Filippo Magli, toscano di Empoli e classe 1999, quello di quest’anno è il primo anno tra i professionisti. Il portacolori del Green Project Bardiani CSF Faizanè è già riuscito a mettersi in mostra qui alla Vuelta a San Juan...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach