VO2 PINK. GASPARRINI-COLLINELLI, UNA SPETTACOLARE DOPPIETTA

DONNE JUNIORES | 28/06/2019 | 09:30

Una spettacolare doppietta che corona al meglio l’avventura tricolore in Toscana, con il massimo risultato centrato nella sua giornata conclusiva. Non poteva chiedere di più il VO2 Team Pink al campionato italiano cronometro giovanile di Corsanico (Lucca), aperto ieri (giovedì) dalla medaglia d’argento nelle Allieve con la torinese Martina Sanfilippo.

Stamattina (venerdì), infatti, il sodalizio del presidente Gian Luca Andrina ha messo a segno un micidiale uno-due nella prova per Donne Junior a Capezzano Pianore, con un doppio graffio delle “panterine” in un podio completato al terzo posto dalla veneta Camilla Alessio (Ciclismo Insieme).

A laurearsi campionessa italiana è stata la torinese Eleonora Camilla Gasparrini, che ha fermato il cronometro sul tempo di 28 minuti 30 secondi 71, percorrendo i 20 chilometri e mezzo previsti alla media di oltre 43 chilometri orari. Per la Gasparrini (originaria di San Dalmazzo, frazione di None), al primo anno al VO2 Team Pink e in categoria, si tratta dell’ottava maglia tricolore della carriera e del quinto sigillo targato 2019 contemplando anche la cronometro di Romanengo e le prove su strada di Caivano (Giro della Campania in Rosa), Osimo Stazione e Peseggia di Scorzè.  Con questo acuto, invece, sale a quota 12 il bottino stagionale della formazione Donne Juniores del VO2 Team Pink magistralmente guidata dai direttori sportivi Andrea Collinelli e Stefano Peiretti.

Partita tra le ultimissime, la Gasparrini ha scalzato dal primato provvisorio la compagna di squadra ravennate Sofia Collinelli, seconda a 12 secondi e 27 dopo aver chiuso in testa alla classifica generale la propria prova e resistendo in prima posizione provvisoria fino alla performance della Gasparrini. Per lei, comunque, un argento assolutamente meritato e di valore, che ha solo fatto sfiorare l’ennesima maglia tricolore della carriera e la settima vittoria di questo 2019 scintillante.

LE DICHIARAZIONI:

Eleonora  Camilla Gasparrini (neo-campionessa italiana): “Fino all’anno scorso da Allieva le cronometro non erano il mio forte, quest’anno però ho iniziato a prepararle bene anche con allenamenti mirati. Ho iniziato con un piazzamento, poi a Romanengo è arrivata una vittoria inaspettata e da lì ho capito di avere le capacità per giocarmi la maglia tricolore, cercando di prepararmi sempre al meglio. In gara ho cercato di rimanere più tranquilla possibile e in una corsa lunga ho cercato di gestire il primo giro. La doppietta di squadra è davvero eccezionale. Ora spero di raggiungere la convocazione in nazionale, visto che ci sono diversi appuntamenti importanti come gli Europei su pista, quelli su strada e i Mondiali su pista, anche se tra un mese ci sarà anche l’italiano su strada di categoria”.

Sofia Collinelli (medaglia d’argento): “Ho dato il massimo e ho terminato la mia prova in testa alla classifica generale, ovviamente speravo nella maglia tricolore, ma ero consapevole che poi alla fine l’unica che avrebbe potuto battermi a conti fatti sarebbe stata Eleonora. Sono comunque felice per la prestazione e per lo stato di forma, mentre all’orizzonte guardo con interesse agli Europei di metà luglio su pista e al campionati italiano su strada tra un mese”.

Stefano Peiretti (direttore sportivo):  “Per la squadra questa doppietta è un risultato eccezionale, contando anche l’argento nelle Allieve di Martina Sanfilippo. Abbiamo dimostrato di essere molto competitivi come società. Guardando alle Junior, i risultati di Eleonora e Sofia sono conferme, sapevamo a livello di squadra di essere competitivi per il titolo, anche se da lì a conquistare oro e argento ce ne passa: è un’emozione grandissima. Abbiamo preparato molto bene questo appuntamento, con un sopralluogo sul percorso due settimane fa e un allenamento mirato martedì scorso”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sidi presenta la nuova Fast, un concentrato di performance e tecnologia che garantisce le caratteristiche di rigidità, morbidezza e flessibilità dei prodotti dell’azienda trevigiana con una facilità di regolazione precisa e migliorata. Anche in questo nuovo modello sono state testate...


Non aveva ancora sulle spalle la maglia gialla quando Tadej Pogacar ha inviato al Comitato Organizzatore dei Campionati del mondo UCI 2020 di Imola - Emilia Romagna questo video, ma già aveva nel mirino la rassegna iridata che andrà in...


Archiviata anche la passerella finale degli Champs Elysées, è il momento di fare i conti: il Tour de France 2020 ha raggiunto quota 30 ritiri. Di 176 corridori partiti il 29 agosto, 146 hanno preso parte alla decisiva crono di ieri....


Tom Pidcock, vincitore quest'anno del Giro d'Italia Under 23, è il primo acquisto del Team Ineos Grenadiers per la prossima stagione. Lo anticipa il Telegraph spiegando che il giovane britannico è solo il primo tassello della rifondazione che Sir Dave...


In 170 alla bella festa presso la sede della Misericordia di Carmignano per festeggiare gli 80 anni di Franco Bitossi, un grande campione del ciclismo nato in questo comune nella piccola borgata di Camaioni sulle rive del fiume Arno, e...


Non è stato un sabato qualunque, ma un sabato alla grande, quello trascorso il 19 settembre da un gruppo d’amici, legati al ciclismo da eccellenti meriti personali con contorno di medaglie d’oro conquistate alle Olimpiadi, ai mondiali e ai campionati...


Che spettacolo il cross country del Campionato Italiano! Al Ciocco, in Garfagnana (Lucca), Eva Lechner (CS Esercito) è salita sul piedistallo ed è nuovamente la reginetta della mtb. Luca Braidot (CS Carabinieri) fa un bel bis...


L'ex campione del mondo di ciclismo su strada Joop Zoetemelk, 73 anni, che conquistò la maglia iridata nel 1985 mentre cinque anni prima aveva vinto il Tour, è stato investito da un'auto mentre andava in bicicletta nella regione metropolitana di...


La borsa sottosella è davvero utile e questo non lo dico solo nella veste di appassionato di gravel, infatti, mi è capitato diverse volte di montarla sulla bici da corsa per le uscite particolarmente lunghe. Nelle ultime settimane non ho...


Pogacar ha stupito tutti ma non se stesso. Dopo l’incredulità iniziale, il giovane sloveno, che domani compirà 22 anni, è rimasto con i piedi per terra e con calma sta metabolizzando la sua impresa."E’ tutto incredibile. Anche se fossi arrivato...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155