WIGGINS: «VERRO' AL GIRO PER SEGUIRE NIBALI: GUAI A SOTTOVALUTARLO»

PROFESSIONISTI | 26/04/2019 | 10:53
di Bibi Ajraghi

Verrà al Giro Bradley Wiggins. L’ha promesso e ci verrà. «Probabilmente per l’ultima settimana», spiega il ad Andrea Schiavon, il quale oggi pubblica su Tuttosport un’ampia intervista al fuoriclasse britannico.

Parla di tutto il baronetto della Regina, il quale non si è mai tirato indietro quando c’era da commentare o dire qualcosa, difatti Eurosport non ci ha pensato né una né due per inserirlo nella propria squadra, proprio perché a differenza di tanti suoi colleghi che galleggiano (lui ama praticare anche il canottaggio), lui affonda colpi e opinioni che non passano mai inosservate o banali.

Un esempio? Basta chiedergli di Victor Campenaerts che gli ha recentemente strappato il record dell’ora. «Gli atleti in grado di migliorare ulteriormente il primato non mancano», sostiene il britannico che dopodomani taglierà il traguardo delle 39 primavere. «Se Geraint Thomas non stesse preparando il Tour de France, con 2-3 mesi di allenamento potrebbe andare a caccia del record e sono convinto che riuscirebbe a fare meglio».

Non specifica se in altura o a livello del mare come seppe fare lui, ma è certo che il suo ex compagno e amico sarebbe in grado di fare meglio del belga. Detto questo, pensa che anche Filippo Ganna abbia nelle gambe il record, ma forse non è ancora pronto a livello mentale. «Mi piace molto Filippo. L’ho visto all’opera quando ha vinto il mondiale su pista a Londra. È un grande». E ancora: «Non è una questione fisica, ma mentale. Fisicamente credo che Filippo potrebbe provarci anche tra poco, ma per pensare seriamente al record dell’ora serve una forza mentale che spesso da giovani non hai. Non è facile restare concentrati, avere la testa giusta a quei ritmi per 60 minuti».

E del passaggio di Rod Ellingworth al Team Bahrain, lo storico responsabile delle performance della Sky? «La Bahrain con lui ha preso un grande professionista, ma credo che la Sky saprà guardare avanti».

E a proposito del Giro, alla domanda se Nibali sarà capace di vincere ancora la corsa rosa, il britannico risponde. «Non credo sia troppo vecchio. È vero che Doumulin e Bernal sembrano avere qualcosa di più, ma sottovalutare Nibali sarebbe un errore. Lui non è un campione come gli altri. È un corridore “old school”, alla Gimondi».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Dopo migliaia di chilometri all’attacco e in testa al gruppo in favore dei capitani Cesare Benedetti realizza un sogno vincendo una tappa al Giro d’Italia. «Oggi ho avuto carta libera dalla squadra, alla fine è andata bene. In salita non...


È di Kaden Groves la ruota più veloce sul traguardo di Mas-d'Azil dove i è conclusa la prima tappa della Ronde de l'Isard. L'australiano portacolori della SEG Racing Academy ha preceduto la coppia del Team Colpack formata da Alessandro Covi...


Dopo aver conquistato il titolo nazionale della crono, l'austriaco Matthias Brandle si conferma in grande condizione e conquista il successo nel prologo del Tour of Estonia, disputato oggi a Tallinn. Festa grande, quindi per la Israel Cycling Academy De Rosa:...


Non passerà alla storia come la Cuneo-Pinerolo del 1949, ma certamente la tappa odierna resterà nella storia di questo Giro. Per la lunga fuga animata 25 corridori che hanno avuto fino a quasi 16 minuti di vantaggio, per la prima...


Ha debuttato oggi al Giro una versione ultra leggera della E740 in dotazione al #GreenTeam. Questa mattina da Cuneo, sede di partenza della dodicesima tappa del Giro d’Italia, Giovanni Carboni ha preso il via con un pezzo unico di Guerciotti......


Caleb Ewan ha vinto a Novi Ligure e saluta il Giro, Elia Viviani ha incassato l'ennesima sconfitta e lui pure dice "arrivederci" alla corsa rosa. Sono gli effetti inevitabili del cambio di orizzonte che attende il Giro 102 dell'inizio della...


L’Operazione Aderlass continua a scuotere il mondo del ciclismo e lo fa ad altissimo livello: l’Uci sta indagando sul coinvolgimento, nell’affare doping che ruota attorno al dottor Mark Schmidt, del numero uno del Team Bahrain Merida, lo sloveno Milan Erzen.Dalle...


Ieri il Giro d'Italia è passato da San Zenone Po e ha portato una carezza ideale a Gianni Brera, che tante edizioni della corsa rosa ha raccontato con la sua penna. Andrea Maietti, grande amico del giornalista pavese, ci regala...


Un ragazzo del 1993 che vince con la stessa disinvoltura con cui sorride. Un’azienda che dal 1954 scalda il cuore e i muscoli degli sportivi. Anni, storie, esperienze diverse che in circostanze normali non si sarebbero incontrate. Ma queste sono...


Dani Navarro torna a sorridere. Lo spagnolo, ricoverato dal 14 maggio scorso al Policlinico di Tor Vergata, sarà dimesso domani e potrà fare ritorno a casa. Il portacolori della Katusha Alpecin era rimasto coinvolto in una brutta caduta a Frascati...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy