LECHNER GUARDA AVANTI, SUPERPRESTIGE E OLANDA I PROSSIMI OBIETTIVI

CICLOCROSS | 05/02/2019 | 11:12

"Alla partenza avevo tanto freddo che non sentivo le gambe... Ho fatto tanta fatica nei primi giri addirittura a pedalare e a guidare la bicicletta. Il virus influenzale che mi ha colpito dopo il tricolore di Milano mi ha debilitato e ad un appuntamento come il Mondiale se non arrivi in condizione al 100% con la grande concorrenza di altissimo livello, non puoi competere".
Queste le riflessioni della campionessa italiana in carica di ciclocross Eva Lechner al termine del Campionato del Mondo Donne Elite di ciclocross disputato a Bogense in Danimarca dove l'azzurra ha chiuso al 17° posto a 2'48” dalla vincitrice la belga Sanne Cant, al terzo successo iridato consecutivo.

“Ovviamente sono delusa, speravo in qualcosa di più, mi spiace per queste ultime gare alle quali sono arrivata in condizioni di forma non ideali. E' stata una stagione sicuramente diversa dalle altre: ho cambiato squadra e ho dovuto scoprire chiaramente qualcosa di diverso. Ho disputato tante corse in Belgio a livello altissimo e non è stato facile abituarsi: ma è stata una bella esperienza che mi ha insegnato tanto, adesso devo lavorare sulle cose che non sono andate bene per fare meglio il prossimo anno. Come risultati non è stata una delle mie stagioni migliori, ma non è andata neanche malissimo: non sono andata sul podio nelle gare di Coppa del Mondo ma sono entrata quattro volte nei top ten, e tante volte ero lì con le prime. E poi ho conquistato il decimo titolo Italiano, risultato sicuramente importante”.

La stagione del ciclocross per la trentatreenne bolzanina si concluderà con 4 gare nei prossimi fine settimana. Si comincia sabato 9 febbraio a Lille in Belgio, gara del calendario UCI internazionale, il giorno dopo il Superprestige a Hoogstraten in Belgio, sabato 16 l'ultima prova, sempre in Belgio, a Middelkerke. Lechner chiuderà la stagione correndo l'internazionale di Hulst, nei Paesi Bassi, domenica 17. (foto Anton Vos)

comunicato stampa

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Paolo Simon riparte con garze, croste e cerotti, dopo la caduta sul traguardo di Modena, che aveva imboccato alle spalle di Pascal Ackermann. Nella carambola innescata dal tedesco in maglia ciclamino, il 58 della Bardiani Csf ha rimediato “una bella...


C’è il Giro del polpaccio tonico e depilato e quello del tifoso sherpa. Quello che è anche previdente ed esce di casa presto, mica che ci sia qualcosa da perdersi. Giaccone pesante per sfidare un maggio simile a ottobre, soprattutto...


È dell'olandese Raymond Kreder (Team Ukyo) la ruota più veloce nella terza tappa del Giro del Giappone. Sul traguardo di Mino, al termine di una frazione di 139 chilometri, Kreder ha battuto allo sprint il giapponese Kuboki e il venezuelano...


Prosegue a pieno ritmo la stagione del Gruppo Sportivo Emilia che tra poco più di un mese sarà impegnato nell’organizzazione dei Campionati Italiani Professionisti strada e cronometro che si disputeranno in Provincia di Parma. Nei giorni scorsi lo staff tecnico...


Si è aggiunta un’altra stella pronta a brillare nel firmamento di Belluno. E’ quella di Valerio Conti (UAE – Team Emirates). Si perché anche l’attuale maglia rosa del Giro d’Italia sarà al via del Cycling Stars Criterium, il circuito in...


Ritornano le Hammer Series, il nuovo formato di gare targato Velon, che anche per il 2019 vedrà in programma 3 differenti prove per ogni appuntamento. La UAE Team Emirates sarà già impegnata il 24-25-26 maggio a Stavanger, Norvegia. Questo il...


Il Giro si concede una pausa nei pressi di casa sua. I giorni di riposo sono utili ai corridori per tirare il fiato, e per salutare mogli e fidanzate. Per chi ama il ciclismo come noi, sono momenti preziosi per...


Tutte concentrate nel finale, le emozioni delladecima tappa del Giro con la volata vittoriosa di Demare a Modena. Ancora secondo Viviani (è la terza volta in questa edizione della corsa rosa) davanti a Selig, Ewan e Nizzolo. Purtroppo una brutta...


«Siamo tutti terroristi», dice Jacopo Guarnieri dei velocisti, e dunque di se stesso. Poi sorride, per farsi perdonare. Chi pensa che il ciclismo sia uno sport antico o fuori moda dovrebbe farsi un giro qui e vedere come sono i...


Tante volate al Giro d’Italia, ma il re delle volate non è contento. Mario Cipollini sale in cattedra, analizza quel che succede in gruppo al Giro d’Italia ed emette le sue sentenze. Pesanti come pietre. «Vedo gente che fa la...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy