TRICOLORE. RUBINO CAMPIONE ITALIANO

JUNIORES | 17/06/2018 | 16:58
di Danilo Viganò

Diciotto anni, novarese di Pombia in forza al Team LVF di Patrizio Lussana, Samuele Rubino è il nuovo Campione Italiano su strada della categoria Juniores. Il corridore della rappresentativa lombarda ha conquistato il titolo a Loria, nel Trevigiano, a conclusione di una gara svoltasi sulla distanza di 134 chilometri. Decisivo l'allungo a 500 metri dall'arrivo di Rubino che sorprende i suoi compagni di fuga e in solitaria coglie il prestigioso alloro che vale la maglia tricolore. Un trionfo per la Lombardia che piazza al secondo posto Nicolò Parisini (GB Junior Team), terzo il romagnolo Filippo Baroncini.

LA CRONACA - In 165 hanno preso il via a Loria per il 48° Gran Premio Sportivi di Loria, valida quest'anno per il Campionato Italiano Juniores su strada.

Gara molto vivace e corsa a ritmi sostenuti sin dalle prime battute, quando allungano Perica (Lazio) e Cortese (Abruzzo), che raggiungono un vantaggio massimo di 1'20" sul gruppo.

 All'inizio dei giri collinari, il gruppo torna compatto ma si susseguono i tentativi di fuga. Ai GPM di Costalunga prendono corpo vari tentativi di fuga ma sempre ben controllati dal gruppo.

Durante l'ultimo giro del circuito di Monfumo nasce un'azione di quindici corridori: Benedetti (Toscana), Bertola (Toscana), Bertolini (Toscana), Colombo (Lombardia), Bonanni (Lombardia), Kajamini (Emilia Romagna), Nessler (Trento), Vito (Veneto), Ghigino (Liguria), Codemo (Veneto), Fancellu (Lombardia), Bosini (Lombardia), Parisini (Lombardia), Aimonetto (Piemonte), Carrò (Piemonte), Baroncini (Emilia Romagna) e Cuppone (Emilia) i quali raggiungono un vantaggio che supera di poco il minuto sul gruppo.

Nella successiva ascesa verso il GPM di Forcella Mostacin rientra sulla testa della corsa uno scatenato Rubino (Lombardia) che impone il proprio forcing sulla salita di Asolo riducendo le fila del drappello dei migliori. Per questo rimangono al comando rimangono Fancellu (Lombardia), Parisini (Lombardia), Rubino (Lombardia), Baroncini (Emilia), Benedetti (Toscana), Ghigino (Liguria), Codemo (Veneto) e Vito (Veneto).

Negli ultimi chilometri di gara  Samuele Rubino allunga con prepotenza, lasciando così la compagnia dei suo compagni di fuga giungendo da solo sul traguardo di Loria, andando così a conquistare la maglia tricolore al termine di una gara combattutissima ed entusiasmante.

LE VOCI DEI PROTAGONISTI - L'Inno di Mameli sul podio è risuonato per Samuele Rubino che ha potuto festeggiare la maglia tricolore: "Sono sorpreso di questa vittoria, non sapevo di andare così forte. La gara non si era messa nel migliore dei modi per me, poi sono riuscito a rientrare sulla salita della Forcella Mostacin, e nel finale ho provato ad allungare con successo. Sono felicissimo di questa vittoria tricolore, la  dedico alla mia ragazza e alla mia famiglia. Adesso mi aspetta un periodo di riposo e poi penserò al mondiale austriaco che sarà molto duro".

Soddisfazione anche per Parisini: "Sono stato per tanti chilometri in fuga, questo podio me lo sono meritato. Negli ultimi chilometri ha allungato Rubino, gli è andata bene e sono contento per la sua vittoria e per il grande risultato di squadra".

Medaglia di bronzo stra-meritata per Baroncini: "Non potevo chiedere di più considerato che la rappresentativa della Lombardia era in superiorità numerica e non riuscivo a chiudere su tutti".

Una splendida cornice di pubblico ed una Loria interamente colorata dal tricolore delle bandiere nazionali hanno fatto la gioia del sindaco di Loria, Silvano Marchiori che, al termine della manifestazione ha sottolineato: "E' stata una grandissima giornata di sport, di festa e di unione non solo per la gente di Loria ma anche per tutti gli appassionati di ciclismo. Questo Campionato Italiano è andato oltre anche alle nostre più rosee aspettative e siamo orgogliosi del lavoro svolto dai tantissimi volontari che hanno garantito la sicurezza degli atleti in gara e hanno permesso di accogliere e ospitare questo grandissimo pubblico. Voglio ringraziare gli uomini dell'Uc Loria per aver creduto e promosso questo progetto, tutti i Comuni che hanno ospitato il passaggio della corsa, tutti gli sponsor che hanno creduto in questa organizzazione, le forze dell'ordine e tutte le associazioni che hanno co ntribuito a rendere questa manifestazione un'esperienza unica e indimenticabile".

Parole ricche di gioia sono arrivate anche dal numero uno dell'Uc Loria, Leandro Fabris. Il presidente della società organizzatrice ha aggiunto: "Aver organizzato questo Campionato Italiano per noi equivale ad aver realizzato un grande sogno che portavamo da tanto tempo nel cuore. La gente, gli atleti e gli appassionati hanno compreso quanto desideravamo questa giornata e tutti quanti hanno dato il massimo perchè tutto andasse per il meglio. Oggi possiamo festeggiare un podio composto da dei grandissimi talenti che si sono guadagnati un risultato straordinario solo grazie alla propria caparbietà e al proprio coraggio. Gli applausi sono per loro e per tutti gli altri protagonisti di una corsa che ha acceso di passione il cuore di tantissime persone quest'oggi".

Ordine d'arrivo
km.134

1 RUBINO Samuele Team LVF

2 PARISINI Nicolò GB Junior Team

3 BARONCINI Filippo Italia Nuova Borgo Panigale

4 FANCELLU Alessandro CC Canturino 1902

5 BENEDETTI Gabriele Work Service Romagnano

6 GHIGINO Valter UC Casano

7 CODEMO Marco Pressix P3 Mito Sport

8 VITO Giovanni Autozai Contri Omap

9 TOLIO Alex Pressix P3 Mito Sport

10 KAJAMINI Sebastian David Angelo Gomme Villadose

 
Copyright © TBW
COMMENTI
complimenti
17 giugno 2018 18:08 Line
Predestinato

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Il collega e ciononostante amico, grande amico, che si chiama Beppe Conti e dif­fonde la storia del ciclismo in te­levisione con chiarezza giornalistica, rigore statistico e affetto insieme, mi ha chiesto per una delle sue molte pubblicazioni (è una pi­la...


Trapè, che prima era Ardelio: del 1919, come Fausto Coppi, durante la guerra fu mandato in Africa, come Fausto Coppi, però in prima linea, a Tobruk nel 1941 e a El Alamein nel 1942, “le pallottole che gli fischiavano sopra...


Abbiamo avuto l’opportunità di intervistare Paolo Slongo, Head Coach del Team Bahrain Merida e allenatore storico del grande Vincenzo Nibali. Vi proponiamo parte di questa intervista che potrete trovare anche sul magazine Tuttobici per capire quanto siano complesse le situazioni legate...


“La Catena incatricchiata” premia ogni anno la persona, il personaggio, l’atleta che, nel momento topico di qualcosa, incappa in un “infortunio” che ne limiti o precluda il risultato. L’ambito in cui verrà assegnato il Premio è prettamente quello ciclistico, ma...


Se i numeri non raccontano tutto, sono spesso la chiave per analizzare i veri risultati di una stagione. Numeri che nel 2018 raccontano di una stagione fatta di crescita costante, non di un singolo bensì di un collettivo e di...


Si aperta con un primo ritiro collegiale presso i locali dello sponsor Work Service Group la stagione 2019 della Work Service Videa Coppi Gazzera. E' stata l'occasione che ha permesso ai ragazzi ed allo staff di conoscersi meglio ed iniziare a...


Crescere giovani talenti con l'ambizione di vederli affermarsi e vincere anche in campo internazionale e professionistico: è sempre stata questa la mission sposata dalla Iseo Serrature Rime Carnovali che nel 2019 accompagnerà i propri ragazzi sino al confronto con i...


Le emozioni e lo spettacolo dell’ultimo Tour of the Alps sono ancora ben presenti nell’immaginario degli appassionati di ciclismo, nonostante siano trascorsi quasi 7 mesi dall’epilogo di Innsbruck di un’edizione 2018 che ha esaltato le stelle del panorama mondiale a...


In arrivo due giovani promesse tra le fila della Biesse Carrera: nella stagione 2019 vestiranno la maglia giallo-nera Andrea Berzi e Jacopo Menegotto."Berzi - racconta il Direttore Sportivo Marco Milesi - è un giovane passista veloce. Bergamasco, classe 2000, ha...


La Giotti Victoria - Palomar è lieta di comunicare l’ingresso nel roster per la stagione 2019 dell’atleta Simone Sterbini. Lo scalatore nato a Palestrina (RM) l’11 dicembre 1993 già campione italiano in linea Under 23 (2014), è reduce da quattro...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy