POZZATO: «SQUALIFICA DI 2 ANNI PER CHI SI ATTACCA»

GIRO D'ITALIA | 19/05/2017 | 17:36
Ieri Sacha Modolo ha acceso la polemica sui velocisti che nelle tappe di montagna si sono “salvati” attaccandosi alle ammiraglie. Oggi al Processo alla Tappa si è tornati sull’argomento con Filippo Pozzato che ha proposto: «Per me chi si attacca deve essere squalificato per 2 anni. Se avete visto qualcosa fate i nomi, altrimenti con tutta la tecnologia di cui disponiamo basta guardare i tempi dei trasponder e mandarli a casa se ci sono accelerate non normale. Se invece di prove non ce ne sono, si tratta di una polemica sterile». 
Il compagno Jakub Mareczko, tra gli sprinter che soffrono di più quando la strada sale, aggiunge: «Avete visto che Scinto ha fermato alcuni miei compagni per aiutarmi ad arrivare al traguardo entro il tempo massimo, non c’è nulla da analizzare, se ce l’ho fatta è grazie al loro lavoro»
Manuel Quinziato chiude la discussione e lancia un messaggio che sta a cuore a tutto il movimento: «Per controllare queste cose ci sono i commissari in gara, lasciamo le polemiche a quelli del bar. Noi invece cogliamo l’occasione e la visibilità che ci offre il Giro per promuovere la sicurezza stradale. 1 morto ogni 35 ore non è accettabile». 
Copyright © TBW
COMMENTI
19 maggio 2017 18:43 tempesta
POZZATO PENSA HA VINCERE QUALCOSA FAI IL NUMERO DA ANNI.Cosa fai al Giro attacati anche tu forse combini qualcosa.

Sono d'accordo con Pozzato.
19 maggio 2017 18:59 Bastiano
Mai come questa volta, sono d'accordo con la proposta di Pozzato.
Non esiste che un ciclista corra attaccato al mezzo, perchè quello è equiparabile a doparsi per poter correre la tappa successiva senza averne titolo.
Mi dispiace se questo dovesse mettere fuori rosa un suo compagno di squadra che è fortissimo in volata ma, deve imparare a fare più sacrifici.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Dopo il successo ottenuto con il modello ASPIDE SUPERCOMFORT, Selle San Marco ha deciso di proporre ai propri clienti un altro modello SUPERCOMFORT, questa volta dedicato alla collezione MANTRA. per leggere tutto l'articolo CLICCA QUI


Ogni domenica si schierava al via di una corsa, era stato anche campione italiano Udace di seconda categoria, poi in settimana spediva i suoi uomini dagli “amici” cicisti con l’ordine di rubare loro bici di gran classe, Pinarello, Colnago, Wilier,...


Elia Viviani si presenta all’Adriatica Ionica Race 2018 con il ricordo ancora fresco di uno strepitoso Giro d’Italia concluso con quattro vittorie e la maglia ciclamino. Dopo qualche giorno di scarico, l’alfiere della Quick-Step Floors è pronto a dare il...


Dopo le fatiche del Giro d'Italia Under 23 con i nostri giovani, la Biesse Carrera è pronta a tornare in sella in occasione di un altro degli appuntamenti più attesi della stagione: la prima edizione della Adriatica Ionica Race.  Da...


Un soddisfatto Moreno Argentin apre la conferenza stampa preludio dell'Adriatica Ionica Race 2018 coccolandosi con lo sguardo i quattro campioni pronti a sfidarsi sulle strade dal Veneto al Friuli. Alla vigilia della corsa hanno parlato l'olimpionico e plurivittorioso allo scorso...


Sprint spettacolare sul traguardo della classica belga Halle-Ingooigem e successo al fotofinish per l'olandese Danny Van Poppel. Il figlio d'arte è riuscito a spuntarla per pochi centimetri sul neoprofessionista, e connazionale, Fabio Jakobsen della Quick Step Floors. Completa il podio...


Scatta l’operazione Giochi del Mediterraneo per il ciclismo italiano. Alla 17^ edizione della manifestazione, che si svolgerà a Tarragona, in Spagna, il Coordinatore delle Squadre Nazionali Davide Cassani, su indicazione dei CT Marino Amadori e Dino Salvoldi ha convocato i...


Si alza il sipario sulla 3 Giorni ciclistica bresciana. Giovedì 21 giugno alle ore 11 a Palazzo Broletto, sede dell'amministrazione provinciale, il comitato organizzatore con in testa patron Giancarlo Otelli, riveleranno tutti i particolari della corsa riservata alla categoria Juniores...


Arriva per la Sangemini MG.Kvis Olmo Vega il momento di correre l’inedita Adriatica Ionica Race, corsa a tappe del calendario Europa Tour di classe 2.1 in programma, dal 20 al 24 giugno. Chiuso un Giro di Slovenia più che soddisfacente,...


Stamattina è morto Andrea Barro. Ottantasei anni, era veneto di Scomigo di Conegliano, la stessa frazione dove era nato Teofilo Sanson, il figlio della postina, che poi si impose come industriale dei gelati e sponsor del ciclismo. Barro fu professionista...


VIDEO





DIGITAL EDITION
I PIU' LETTI
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy