POGACAR. «AL TOUR SARA' DIVERSO MA SONO QUI: MI PIACCIONO QUESTO GIRO E GLI AVVERSARI CHE HO»

GIRO D'ITALIA | 20/05/2024 | 08:22
di Francesca Monzone

A Livigno Tadej Pogacar ha steso tutti i suoi avversari:li ha messi contro un muro e uno ad uno li ha fatti cadere a terra. Ora i distacchi nella classifica generale si sono fatti veramente importanti: lo sloveno ha un vantaggio di 6’41” su Thomas e 6’56” su Martinez. Sono questi distacchi da ciclismo d’altri tempi e noi in era moderna ci eravamo abituati a vedere qualche manciata di secondi tra i primi in classifica e incertezza fino alla fine.


Il campione sloveno ha detto che nella tappa con arrivo a Livigno non aveva le sensazioni migliori, ma comunque ha attaccato e, in vista del Tour de France, ha potuto provare anche un tappa particolare, con alta quota e il dislivello maggiore che abbia mai provato in una corsa. Il test è stato positivo e visto che il Giro ormai è vinto, Pogacar adesso può iniziare a guardare con maggiore ottimismo al Tour de France, che lo porterà nuovamente in Italia tra poco più di un mese. Non solo, Pogacar ha anche stabilito il nuovo record di scalata del Passo di Foscagno salendo in 35'50", vale a dire 4'40" in meno di quello impiegato da Tadej Valjavec nel 2005, sempre al Giro d'Italia.


Per il momento nessuno sa se Jonas Vingegaard sarà al via della corsa gialla, ma sicuramente a rendere la corsa estremamente agguerrita e quindi interessante, ci penseranno Primoz Roglic e Remco Evenepoel, che sapranno sicuramente rendere movimentate le giornate del campione sloveno.

«Non mi manca la sfida con Vingegaard: quella so che arriverà a luglio. Mi piacciono questo Giro e gli avversari che ho qui. A luglio sarà un'altra storia, ci saranno anche Remco Evenepoel e Primoz Roglic, non è adesso il momento di pensarci, voglio prima occuparmi di quest’ultima settimana in rosa».

Questo Giro d’Italia sta andando come previsto fin dal primo giorno, ma al Tour sarà sicuramente diverso perché il livello dei suoi avversari sarà più elevato.

La Bora-Hansgrohe che ha investito molto per questo Tour de France, schiererà l’accoppiata Roglic-Hindley. La Soudal – Quick Step ha puntato tutto su Remco Evenepoel che farà il suo esordio alla corsa gialla e sarà supportato dal valente Mikel Landa. Per quanto riguarda la Visma-Lease a Bike, nessuno al momento è a conoscenza sulle reali possibilità di Vingegaard, ma sappiamo che Kuss sarà al via con Tratnik e Laporte, mentre quasi certamente sarà assente Van Aert, che vuole concentrarsi sulle Olimpiadi. Per finire ci sarà anche la Ineos-Grenadiers, che avrà nuovamente Thomas, insieme a Pidcock e quasi certamente Egan Bernal, che negli ultimi mesi ha dimostrato di aver fatto veramente un salto in avanti.

Insomma, ancora una volta, avremo a che fare con un Tour de France che non regalerà la vittoria a nessuno e le battaglie, sarà possibile gustarle dalla prima all’ultima tappa.

Copyright © TBW
COMMENTI
peccato per gli avversari
20 maggio 2024 08:26 erikchan
Tadej stellare peccato che i suoi competitors non esistano.

Erikhan
20 maggio 2024 09:51 Frank46
Se si presenterà al Tour in queste condizioni e senza Vingeegard non esisteranno neanche al Tour gli avversari. Negli ultimi anni hanno fatto letteralmente il cavolo che volevano al Tour. Ogni volta che acceleravano facevano il vuoto, poi si fermavano perché non volevano tirare in prima persona e da dietro recuperavano ma appena riacceleravano rifacevano di nuovo il vuoto.
E tutto ciò nelle tappe in cui non facevano sul serio. Quando facevano sul serio Vingeegard attaccava da lontano e a volte Pogacar ha ceduto.
In alcuni casi può essere successo che Pogacar in crisi nera e con svariati minuti di ritardo non avesse un passo migliore di altri big, ma solo Vingeegard può mandare in crisi nera Pogacar in alta mi montagna, senza Vingeegard avrebbe dominato facilmente Pogacar.

Mi piacciono questo Giro e gli avversari che ho qui.
20 maggio 2024 09:51 Hal3Al
Quali...dove li ha visti...Tadej sembra di essere tornati ai Giri dove i distacchi si misuravano con la sveglia meccanica.

Pogacar
20 maggio 2024 10:00 italia
Ha fatto il record del fuscagno impegnandosi soltanto negli ultimi 5 km I quali sono stati coperti a 28 di media circa; la differenza tra Taddeo e i migliori al mondo e la stessa dei migliori al mondo con un medio dilettante; la domanda e: da quale pianeta o meglio galassia viene Taddeo?

Roglic
20 maggio 2024 10:27 Carbonio67
Al Tour sara' Roglic il vero avversario

Senza pressione
20 maggio 2024 11:31 Bullet
Sta prendendo questa seconda parte di Giro anche come allenamento/test per il Tour e sapendo che non ha nulla da perdere, visto il vantaggio, lanciarsi in certe azioni è più facile mentre con la pressione di un altro contendente vicino non è detto che si riescano a fare le stesse cose e lo abbiamo già visto al Tour. Comunque ieri anche lui l'ultimo tratto era andato oltre e non per niente continuava a voltarsi per paura che rientrasse Quintana. Con un avversario che gli possa mettere pressione psicologica certe azioni sarebbero molto più difficili anche per lui o forse non le farebbe proprio.

Tour
20 maggio 2024 12:32 Panassa
Anche per me sarà roglic il vero avversario. Vingegaard anche se ci sarà bisogna vedere in quale condizione potrà correre. Difficile sia al top. Ma speriamo tutti che lo sia per vedere un'altra bella sfida. Personalmente mi farebbe piacere lo vincesse roglic il tour che vista l'età non ha più molte occasioni.

avversardi del tour
20 maggio 2024 12:39 fransoli
con tutti il rispetto se il Roglic è quello del giro dello scorso anno e Tadej mantiene il livello attuale non sarà avversario troppo ostico neanche luii anche se non ci saranno i distacchi siderali che stiamo vedendo a questo giro... Remco invece per me è ancora un'incognita, a cronometro sarebbe superiore anche a Pogacar, in salita sulle tre settimane è un punto interrogativo.

@ fransoli
20 maggio 2024 13:03 Albertone
Pronto a scommettere che se per caso non fara' doppietta ( se ), la colpa sara' delle fatiche del Giro, del caldo di luglio e della quota

Avversari tour
20 maggio 2024 13:12 Panassa
Beh certamente se vingegaard recupera bene ( cosa che ci augura tutti per lo spettacolo) anche questo tour sarà lotta a 2 . Su roglic la mia è più una speranza. Credo che 1 tour roglic se lo merita tutto. Sarà durissima però chissa

Considerazione
20 maggio 2024 13:47 italia
Soltanto Vingegaard in ottime condizioni può superare Taddeo; se qui ai secondi da 10 minuti al tour ne darà 9. Potreste diventare un "campionissimo" per completezza a condizione che vince il mondiale e faccia il record dell'ora.

Non avevo dubbi che gli piacessero questi avversari
20 maggio 2024 16:31 pickett
Certamente gli piacciono + di Vingegaard.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
E' morto questa mattina, proprio nel giorno della presentazione del Giro della Valle d'Aosta, Vasco Sarto, ex presidente della Società Ciclistica Valdostana che aveva preso in mano le redini della corsa a tappe dopo Giovanni “Nino” Ramires, morto venerdì scorso....


Sono in corso di svolgimento al velodromo Sacchi di Firenze i Campionati Italiani su pista juniores maschile e femminile. I primi titoli assegnati riguardano la velocità a squadre. In campo maschile medaglia d'oro alla Lombardia con Alessandro Bielli (Bmx Ciclistica...


Neve Bradbury sta vivendo un sogno che fa fatica a raccontare: oggi nella terza frazione del Tour de Suisse Women ha vinto la sua prima corsa da pro in un modo che sicuramente non avrebbe mai immaginato. A Champagne la...


Grande impresa delle ragazze della Canyon // SRAM nella terza tappa - la Vevey - Champagne di 125, 6 km - del Tour de Suisse Women. Splendida azione di squadra e arrivo in parata per Kasia Niewiadoma e Neve Bradbury...


Ieri pomeriggio a Faenza, Manuele Tarozzi ha sposato la sua Silvia. Il professionista della VF Group Bardiani CSF Faizanè è dunque convolato a nozze unendosi in matrimonio con Silvia Ceroni. Con i genitori degli sposi, parenti, amici non sono voluti...


L'Union Cycliste Internationale (UCI) e Warner Bros. Discovery (WBD) Sports Europe hanno scelato il calendario della UCI Track Champions League 2024. La quarta edizione della serie si disputerà su cinque round organizzati in tre prestigiose sedi. La competizione prenderà il...


Domani, martedì 18 giugno, alle 12.30 nella Galleria dei Presidenti di Montecitorio si inaugura la mostra dedicata alle maglie più rappresentative del ciclismo italiano. Partecipano: il Presidente della Camera dei deputati Lorenzo Fontana, il Ministro per lo Sport e i...


Il conto alla rovescia si sta ultimando e l’ora X si sta avvicinando rapidamente in casa Visma Lease a Bike. Mancano ormai 13 giorni al via del Tour de France e ancora meno al giorno dell’annuncio della formazione che affronterà...


Adam Yates è il re del Tour de Suisse: ieri a Villars Sur Ollon ha messo la ciliegina sulla torta in una settimana magica per la Uae Team Emirates che ha dominato le ultime 4 giornate. Eppure soltanto nella penultima...


Sabato l’avevamo visto arrivare in parata lasciando la vittoria al compagno di squadra Adam Yates, ma ieri al Tour de Suisse il protagonista numero uno è stato Joao Almeida che si è preso la cronometro conclusiva della corsa elvetica rispettando...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi