LA NOVITA'. MONOCORONA E VARIATORE, LA SOLUZIONE PER SCONFIGGERE L'ATTRITO

TECNICA | 10/05/2024 | 17:31
di Claudio Ghisalberti

«Devo prenderci un po’ la mano però è un bel compromesso». Filippo Ganna ai microfoni Rai commenta con queste parole quella che forse è la più grande novità tecnologica del Giro d’Italia. Ma di cosa parla il campione italiano a cronometro?


Ganna parla di un variatore che sostituisce il deragliatore anteriore e permette di cambiare lo sviluppo del rapporto. Il sistema si chiama “Classified” e permette di avere i vantaggi e la funzionalità di una doppia corona pur avendo montato una monocorona. In pratica si tratta di un sistema di demoltiplica. Praticamente il mozzo ha due velocità: in Direct Drive il rapporto è 1:1, ovvero cassetta e mozzo hanno la stessa velocità (lo sviluppo della pedalata è quello con la normale trasmissione monocorona). In Under Drive si ha un rapporto di 0,7: significa che per ogni giro sulla cassetta la ruota effettua 0,7 giri.


I vantaggi
Il cuore del sistema si trova all’interno del mozzo e garantirebbe – proprio per la mancanza del deragliatore - una riduzione dell’attrito all’aria. Inoltre il monocorona evita incroci svantaggiosi della catena e possibili cadute della catena stessa. Lavorando con una corona grande (oggi Ganna ne ha utilizzata una da 64 denti, demoltiplicata da 46), secondo il costruttore si eviterebbero il 45% degli attriti della catena stessa. Il peso complessivo è di circa 580 grammi. Significa che il peso totale della bici è più o meno uguale a quello di una bici montata con un gruppo normale.

Come funziona
Un pulsante, alimentato da una piccola batteria, situato sul manubrio invia un segnale wireless. Lo Smart Thru Axle, situato nel perno passante, riceve il segnale e attiva il cambio situato nel mozzo alimentato con una batteria ricaricabile. ll mozzo riceve il segnale e cambia tra 2 rapporti, in modo simile allo spostamento di un deragliatore anteriore tra la corona grande e quella piccola. Il tempo totale della cambiata è di 150 millisecondi.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Evoluzione?
10 maggio 2024 18:13 Bullet
La riduzione della sezione frontale che dà vantaggi aerodinamici per me è più che dispersa dal fatto di dover far girare più veloce della ruota tutto il pacco pignoni usando più energia del normale per fare la stessa velocità. Infatti nel tratto in salita gli Ineos sono andati tutti abbastanza male.

STURMEY ARCHER
10 maggio 2024 19:18 Coccobil60
è la versione moderna del cambio interno stuurmey archer delle bici olandesi con comando elettronico. Il guidacatena ci vuole sempre altrimenti senza deragliatore prima o poi la catena cade.
Il ciclista ha la sezione preponderante per l'aerodinamica.

Età ora
10 maggio 2024 22:38 Ironalby
Non credo ci voglia alcun guidacatena

Guidacatena
11 maggio 2024 16:09 Stef83
Ci vuole perché la molla del bilanciere del cambio, non è pensata per una monocorona, e quindi come dice l'utente nel commento precedente, prima o poi rischia di cadere.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Si è concluso oggi a Selve di Teolo, nel Padovano, il Giro del Veneto categoria juniores. La frazione conclusiva è stata conquistata allo sprint dall'azzurro Alessio Magagnotti, della Autozai Contri, che ha regolato Riccardo Fabbro (Industrial Forniture Moro C&G Capital)...


Un brindisi al Muro, che l’ha accolto trionfalmente il 25 maggio, nella penultima tappa dell’edizione numero 107 del Giro d’Italia. E, soprattutto, un brindisi a lui, che ha scelto Ca’ del Poggio per festeggiare – ieri, sabato 20 luglio -...


L’imbattibile Tadej Pogacar in fondo alla classifica di una corsa? Sembrerebbe impossibile, eppure c’è stato un tempo in cui le prendeva... e come se le prendeva. Una cosa che sembrerebbe incredibile, soprattutto oggi che si appresta a vincere il suo...


Un Tour storico come quello del 2024 si chiude con un'altra pagina di storia: per la prima volta in 111 edizioni, infatti, la Grande Boucle non si concluderà a Parigi. La capitale, che da giovedì ha cominciato ad accogliere gli...


Raffica di statistiche sulla ventesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 6+5: POGACAR INFRANGE UNA NUOVA BARRIERA Con una 5a vittoria di tappa al Tour de France, dopo averne vinte 6 al Giro...


Una normale giornata di allenamento in quota - la Soudal Quick Step è in ritiro al Passo San Pellegrino con Julian Alaphilippe, Ayco Bastiaens, Gil Gelders, Antoine Huby, William Junior Lecerf, Paul Magnier, Tim Merlier, Pepijn Reinderink, Pieter Serry, Martin...


Ancora un piazzamento per Jonas Vingegaard, che ieri nella tappa numero 20 da Nizza al Col de la Couillole è arrivato secondo alle spalle di Tadej Pogacar. Il danese non ha vinto questo Tour, ma ha lottato in ogni modo...


Il Tour del 1903? “Quella prima frazione durò circa 18 ore. E dopo averla vinta, Garin si saziò con due polli, quattro bistecche, una frittata con 12 uova e 12 banane”, “Nella seconda tappa verso Marsiglia, alla stazione di Montélimar...


Primo successo in stagione per Simone Gardani. Il parmense del Team F.lli Giorgi si è imposto a Osio Sotto (Bg) nella gara per juniores valida come Gran Premio Map-Memorial Giacomo e Carlo Sciola. Gardani ha preceduto Cristian Cornali (Romanese), che...


Acuto vincente di Efrem Zamboni nel Trofei città di Asola per allievi svoltosi a Castelnuovo nel Mantovano. Il corridore veronese del team Luc Bovolone, al secondo successo stagionale, ha superato Matteo Serini della Scuola Ciclismo Mincio Chiese, mentre la terza...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi