LONGO BORGHINI:«SONO COME IL BUON VINO, MIGLIORO CON GLI ANNI. IL SAN LUCA DUE VOLTE? MI PIACEREBBE»

DONNE | 01/10/2022 | 16:40
di Luca Galimberti

Elisa Longo Borghini ha un feeling decisamente particolare con il Giro dell’Emilia: la campionessa di Ornavasso ha messo a segno una doppietta nelle stagioni 2015 e 2016, è giunta seconda nel 2019 e oggi è tornata a mettere la propria firma sull’albo d’oro della corsa che si conclude a Bologna, sulla salita del San Luca.


Parlando dell’iconica e decisiva salita finale, dopo la corsa Longo Borghini ha dichiarato «La salita del San Luca è una salita speciale con alcuni tratti ripidi e altri più pedalabili, bisogna saperla interpretare. Il segreto sta tutto nei 100 metri finali, non bisogna partire troppo in anticipo; ho atteso il momento giusto e alla fine ho dato tutto per vincere la gara».


Elisa ha alzato le braccia sul traguardo bolognese sei anni dopo la sua ultima vittoria al Giro dell’Emilia. Rispondendo in merito ai giornalisti, l’atleta della Trek Segafredo ha affermato: «Tante cose sono cambiate da allora. È cambiata la maglia che indosso; è diverso il mio livello perché sono una ciclista più forte rispetto allora»

E ancora: «È anche cambiato il fatto che sto invecchiando. Spero però di essere come il vino buono che invecchiando migliora», ha sottolineato Longo Borghini sorridendo.

Come consuetudine la piemontese non ha mancato di ringraziare le sue compagne di squadra: «Le ragazze hanno fatto un lavoro egregio per tutta la gara, hanno controllato la corsa quando c’era la fuga e poi hanno imposto il ritmo scortandomi alla salita finale, devo ringraziare tutto il team».

In conclusione un’altra valutazione sulla gara: «Avrei preferito una gara più dura. solitamente corriamo per più di novanta chilometri, mi piacerebbe affrontare due volte la salita del San Luca»

E un pensiero al finale di stagione: Mi sto godendo queste ultime gare della stagione. Sono sempre molto determinato quando vengo a una gara con Trek-Segafredo, ma non sento la pressione del risultato. Ho la mente libera, affrontando le gare in questo modo ci si diverte e si può fare veramente bene come abbiamo visto oggi».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il dramma di Davide Rebellin sembra non voler trovare una conclusione: l'autopsia, inizialmente fissata dalla Procura di Vicenza per il 13 dicembre, è stata infatti spostata a lunedì 19. Ad eseguirla è stato chiamato il medico legale Vito Cirielli. Lo...


Chi pedala per necessità in città lo sa bene, freddo e pioggia possono diventare una vera noia da affrontare negli spostamenti di tutti i giorni. Il commuter urbano avrebbe bisogno di una giacca versatile, calda, impermeabile, antivento e dotata anche...


È tutto finito. La B&B Hotels abbassa la saracinesca, non ci sarà una prossima stagione. Lo ha comunicato questa mattina Jerome Pineau, come riporta il quotidiano Le Telegramme. In una call conference durata due ore con tutti i corridori e...


Non era mai stato fermo così tanto tempo: Primoz Roglic ha ripreso a pedalare la settimana scorsa dopo uno stop di otto settimane a seguito dell'inervento chirurgico subito alla spalla, lesionata nella caduta della 16a tappa della Vuelta España. «L'intervento...


Nairo Quintana si è deciso al grande passo: dopo quattordici anni di vita in comune e due figli, il campione colombiano ha chiesto a Yeimy di sposarlo. E per farlo ha scelto di rispettare le tradizioni: proposta fatta in...


E’ nata il 6 dicembre Sofia Sangalli. E’ la primogenita di Giovanni Sangalli, il figlio dello storico cartografo delle corse rosa e altro ancora, Cesare Sangalli, i cui lavori sono distinti dalla celebre sigla “C.San.”, riconosciuto marchio di qualità, scomparso...


Non ha ancora un contratto per il 2023, ma da più di un mese Edward Ravasi è tornato ad allenarsi a buona intensità in vista della nuova stagione. Il 2022 è stata una di quelle annate da lasciarsi rapidamente alle...


Dopo i Beat Yesterday Awards di giovedì scorso, abbiamo raccolto qualche battuta da Filippo Ganna, reduce dall'intervento agli occhi che gli permetterà di affrontare il ritiro Ineos di Maiorca e tutto il resto della sua carriera e della sua vita...


La morte di Davide Rebellin approda al Parlamento Europeo. «Il 30 novembre scorso, l'ex campione di ciclismo Davide Rebellin, è morto investito da un camion durante un allenamento in bicicletta in provincia di Vicenza. Secondo le ricostruzioni della procura, l'investitore...


Gli olandesi Nki Terpstra e Yoeri Havik sono i primi leader della Sei Giorni di Rotterdam. Per i due tulipani ès tata una serata perfetta, la prima di gara, vistoc he hanno guadagnato un giro sugli avversari grazie ai 100...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach