GIRO U23 2022. LACRIME PER HAYTER: «VITTORIA SIGNIFICATIVA. ORA VEDIAMO COSA DICONO LE MONTAGNE»

DILETTANTI | 12/06/2022 | 17:21
di Carlo Malvestio

Quasi come fosse un deja-vu, Hayter è in maglia rosa al Giro d’Italia U23. Ma se nel 2019 era stato Ethan, oggi tocca a suo fratello più piccolo Leo. I loro lineamenti del viso sono molto simili, ma Leo è più magro, più scalatore, mentre Ethan è più esplosivo e continua ad essere un pistard di fama mondiale.


Leo Hayter corre con la Hagens Berman Axeon e oggi, sul traguardo di Pinzolo, si è reso protagonista di un numero d’alta scuola, che gli è valso la vittoria di tappa e, appunto, la maglia rosa. L’atleta britannico, classe 2001, è scattato sul GPM di Stenico, ha raggiunto e superato i due fuggitivi Petr Kelemen e Kyrylo Tsarenko e si è involato in solitaria, rifilando quasi 40” al gruppo. «Non era per niente programmato. Gli uomini di classifica hanno alzato l'andatura in salita, in particolare la Lotto Soudal e Lennert Van Eetvelt, ma ad una certa hanno rallentato, ci siamo guardati e ho attaccato, visto che la gamba rispondeva bene» ha detto Hayter a tuttobiciweb.


Ancora prima di tagliare il traguardo, Leo è scoppiato a piangere. Quella di Pinzolo è una vittoria che spazza via qualche dubbio: «Ho pianto, è vero. È una vittoria che significa molto perché questa stagione sembrava essere stregata. Ho avuto il covid e poi tanti piccoli problemi di salute e fisici che mi hanno rallentato. Al Trofeo di Meldola ho fatto secondo e oggi finalmente mi sono sbloccato. C*zzo che felicità!».

Ora c’è curiosità nel vedere cosa saprà fare i prossimi giorni, a partire da domani con il Passo di Guspessa verso il Mortirolo che creerà grandi differenze. Il primo a non sapersi cosa aspettare, è proprio Hayter: «Inizialmente non ero venuto qua con l'obiettivo di curare la classifica generale, ma ora che sono in Maglia Rosa farò di tutto per tenerla e vedremo cosa riuscirò a fare – ha continuato Leo -. La tappa di domani, in questo senso, sarà molto onesta: se sarò davanti a quel punto farò un pensiero alla generale, se non lo sarò cambierò prospettive. Non so cosa aspettarmi dalle lunghe salite, perché non le ho mai fatte in una competizione di alto livello. L'anno scorso ho capito di essere adatto alle Ardenne, vincendo la Liegi-Bastogne-Liegi e a quel tipo di salite, domani capirò se il mio fisico regge bene anche le grandi salite».

Con il fratello Ethan ha un ottimo rapporto – in mix zone ci ha chiesto come stesse andando la tappa del Giro del Delfinato in cui era impegnato – anche se ha caratteristiche diverse. Leo ha mollato la pista da junior e non è nemmeno particolarmente veloce, perché sta puntando a diventare più competitivo possibile nelle corse più dure. Condividono però l’aver vinto una tappa e aver indossato la maglia rosa al Giro d’Italia U23. «Non solo, Ethan ha anche vinto una tappa in maglia rosa, quindi la pressione per me cresce (ride, ndr). Ho un bel rapporto con lui, ci sentiamo tutti i giorni. Ora è al Delfinato che lotta per essere convocato al Tour de France. Parteciparvi con una maglia come quella della Ineos Grenadiers sarebbe tanta roba» ha concluso Leo.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Silvia Zanardi continua la sua bellissima parabola di crescita e conquista una splendida medaglia d'argento nella corsa a punti. La prova è stata letteralmente dominata dalla belga Lotte Kopecky, campionessa mondiale della specialità, che ha fatto il bello e il...


Arrivo in parata per Antonio Carvalho e Frederico Figueiredo (Glassdrive) nella nona tappa della Volta ao Portugal che si è conclusa a Nuestra Señora de Gracia. La Glassdrive prosegue il suo dominio: domani Figueiredo e il suo compagno di squadra...


Andreas Leknessund è l'assoluto protagonista dell' ultima tappa del Arctic Race of Norway 2022 disputata con partenza ed arrivo a Trondheim. Il 23enne norvegese del Team DSM ha vinto la quarta frazione della corsa "artica" davanti a Nicola Conci (Alpecin-Deceuninck) e- Axel...


Lorenzo Rota ha sfiorato un altro successo: il bergamascod ella Intermarché Wanty Gobert ha chiuso infatti al secondo posto la 42a edizione de la Polynormande, disputata da Avranches a Saint-Martin-de-Landelles per 170 km. A vincere lo sprint ristretto è stata...


Vittoria di peso per Nicolò Buratti. Il friuliano, del Cycling Team Friuli, va a segno nel 46simo Gran Premio Sportivi di Poggiana Riese Pio X internazionale per la categoria under 23 dove supera in volata i compagni di fuga Federico...


Elia Viviani non lascia, ma raddoppia: dopo aver gareggiato su strada a Monaco ed essere giunto 7° nella gara vinta da Fabio Jakobsen, sarà in serata al via della gara su pista ad Eliminazione (alle ore 20:00). L'azzurro ha raggiunto...


l campione italiano Juniores Dario Igor Belletta vince il 5° Trofeo Danilo Fiorina a.m. prova del Criterium 648. Il milanese della GB Team – Pool Cantù ha superato, nello sprint conclusivo in salita sul pavé del centro storico, il bergamasco Nicolò Arrighetti (Gs Massì Supermercati) e...


Fabio JAKOBSEN. 10 e lode. Il miracolato si prende quello che tutti erano pronti a dargli fin dalla vigilia. Vince da assoluto favorito, con una squadra che non sbaglia una mossa. Si piazza lì nel finale e controlla a velocità...


Daniele Bennati, all’esordio da ct, commenta così la prova della nazionale all’Europeo di Monaco di Baviera: «Sapevamo che era molto difficile, ma sono molto contento di come hanno corso i ragazzi. Sapevamo che non dovevamo sbagliare niente per combattere con...


Elia Viviani è noto per l alucidità e anche a caldo analizza con precisione la corsa degli azzurri: «Abbiamo preso bene l’inversione della corsa all'ultimo chilometro, avevamo i numeri giusti ma li abbiamo sfruttati un po’ male. Guarnieri ha visto...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach