BLABLABIKE. VEGNI: «SITUAZIONE STRAORDINARIA GESTITA COME NORMALE» CANOLA: «LAPPARTIENT NON MERITA DI GOVERNARCI»

TUTTOBICI | 23/05/2022 | 20:58
di Nicolò Vallone

Oggi vi abbiamo documentato l'iniziativa dell'associazione internazionale dei corridori, presieduta da Bugno, in partnership con quella italiana presieduta da Salvato, di far indossare ai ciclisti del Giro d'Italia il braccialetto blu che chiede WHY, perché la UCI si ostina ad alzare il muro a qualsiasi richiesta di piano di reintegro degli atleti della Gazprom RusVelo rimasti a piedi. Italiani, russi e di altre nazionalità che siano. Nella conferenza stampa tenutasi oggi a Salò, da dove domani partirà la settimana decisiva della Corsa Rosa, si sono espressi in maniera dura e netta anche l'ex Bardiani Marco Canola e il direttore del Giro Mauro Vegni: abbiamo estrapolato gran parte del loro intervento e ve lo proponiamo nel nostro podcast.


Oltre a Canola e Vegni, protagonisti della puntata 115 di BlaBlaBike sono Alberto Dainese, Stefano Oldani ed Enrico Gasparotto


Per ascoltarci CLICCA QUI o corri sul nostro canale Spotify.
Se non hai mai provato e non sai come fare, allora schiaccia il tasto qui sotto: è facile! 

Copyright © TBW
COMMENTI
Gazprom
24 maggio 2022 07:39 andy48
"Non bisogna mischiare sport e politica", dice Canola, ed ha ragione. L'UCI dovrebbe occuparsi di ciclismo, non di politica internazionale. Ma anche l'UCI si e' fatto intrappolare in questa isteria di massa, per cui tutto quello che e' russo va mandato al macero, senza curarsi del fatto che questi corridori non hanno alcuna responsabilita' per la guerra o la politica di Mosca. La cosa fa schifo, ma fa parte di questo nuovo mondo dove tutti debbono essere intruppati e inchinarsi al pensiero unico.

Iniziativa
24 maggio 2022 10:00 cocco88
Bell’immagine di compattezza vista da fuori e bell’iniziativa … anche se ho dubbi che abbia qualche effetto … si spera nel nullaosta per far ingaggiare i corridori fermi ormai da mesi

uci
24 maggio 2022 12:23 siluro1946
Penso che le autorità ciclistiche nulla possano fare contro il "politically correct" imperante nel nostro disastrato paese.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Nella giornata più difficile per la Jumbo-Visma, Primož Roglič ancora una volta è stato il corridore che ha dovuto pagare il conto più alto. Lo sloveno è finito a terra insieme a Caleb Ewan, a causa di una balla di...


Simon Clarke ha realizzato il suo sogno. L’australiano della Israel-Premier Tech, che lo scorso inverno era ancora senza contratto ed è tormatoin sella grazie alla fiducia che gli è stata data dal suo nuovo team, ha realizzato il suo sogno...


Tadej Pogačar è stato ancoa una volta il migliore fra gli uomini di classifica e archivia con un sorriso la temutissima tappa del pavé: «Temevo tutti i pericoli che oggi potevano accadere, ho sentito parlare della caduta nel gruppo ma...


Simon CLARKE. 10 e lode. Il 35enne australiano fa vedere a tutti come fa un ciclista finito per la fatica a vincere con quel poco e con quel tutto che gli rimane. Colpo di reni, colpo di mano, colpo d’occhio,...


«Bisogna conoscere il pavé» vale per tutti: corridori, pubblico e addetti ai lavori. Detto che oggi al Tour ne abbiamo viste di tutti i colori - quello che forse le telecamere non mostrano alla Roubaix perché concentrate solo sui battistrada...


Incredibile Primož Roglič! Lo sloveno della Jumbo Visma si è lussato una spalla nella caduta di cui è stato vittima e se l'è rimessa a posto da solo, prima di ripartire. «Una moto staffetta ha colpito una una balla di...


Spettacolo e risultati clamorosi ci si attendeva dalla tappa del pavé: non siamo stati delusi. C'è un vincitore di tappa che è Simon Clarke che batte al fotofinish Taco van der Hoorn, c'è un vincitore di giornata per quanto riguarda...


Ancora Vos, è la trentaduesima volta per l’olandese nella corsa rosa: 32 successi al Giro in una carriera costellata di successi. Appena qualche giorno fa la “cannibale” aveva sbaragliato la concorrenza con una volata incredibile ad Olbia, con tanta emozione...


Silvia Persico l’aveva sognata, sperata e anche studiata per bene. Oggi si arrivava a “Berghem” la sua città, una piccola capitale e centro di una tradizione che solo la gente che è cresciuta qui può veramente capire. La portacolori del...


Si è spento nella giornata di ieri Gedeone Rebellin, papà di davide, il corridore più esperto del gruppo professionistico. Era statp lui, grande appassionato di ciclismo, a mettere in sella il figlio: Davide racconta infatti che «Da bambino papà Gedeone...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach