VINOKUROV TORNA A DARE LE CARTE E PENSA A CALARE UN TRIS: NIBALI, MOSCON E VIVIANI

MERCATO | 30/08/2021 | 08:57
di Guido La Marca

È tutta una questione di firme, ma ormai ci siamo ed è forse solo una questione di pochi giorni. La firma più importante era quella procura che avrebbe di fatto ridato potere a Alexandre Vinokourov che ha ripreso in mano la formazione dopo i due anni di gestione della belga Yana Seel. Ma dopo la firma dell’oro di Londra, si aspettano le firme di importanti corridori che interessano alla compagnia dei celestini.


Vinokourov, che oggi sbarca alla Vuelta, rivela a “La Gazzetta” in edicola oggi, che c’è tanta carne al fuoco: «C’è stato bisogno di tempo per avere la procura da parte dei kazaki, devo firmare io. Ma non ci sono problemi. Nibali ha piacere nel tornare a correre dove ha vinto delle belle gare. E anche con Viviani potremmo chiudere a breve, penso in settimana. Ho chiesto al suo manager Lombardi se fosse stato libero, e allora gli ho mandato la proposta di un contratto biennale. Viviani è un grande sprinter, l’ha dimostrato all’Olimpiade. Gli ho parlato e si è mostrato molto interessato, credo abbia bisogno di un buon ambiente di squadra. Qui da noi può fare bene».


E la notizia è proprio questa: Nibali e Moscon sono nel mirino dei “celestini” da tempo, ora ci è finito prepotentemente anche Elia Viviani, fresco vincitore di due tappe al Tour Poitou Charentes e pronto a ributtarsi nella mischia già oggi nel Giro del Benelux che scatta in Olanda e dove ritroverà Sagan e Ewan.

Viviani, come più volte scritto, ha avuto sul tavolo due opzioni: la britannica Ineos-Grenadiers (ex Sky) e la belga Deceuninck-Quick Step. Oggi ci sarà un incontro con i dirigenti della Cofidis, che proveranno a trattenerlo, ma il richiamo della compagnia dei “celestini”, quella di Beppe Martinelli e Stefano Zanini, ma anche di Maurizio Mazzoleni, è molto forte.

Viviani potrebbe ritrovare Nibali, con il quale corse alla Liquigas, dal 2010 al 2012: ritorno al futuro, con un passato che è già storia.

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
mah
30 agosto 2021 13:44 fransoli
a vino piace il rischio... Moscon credo sia ancora inespresso, ma comincio a dubitare, perché anche lui come purtroppo Bettiol ne ha sempre una, quando ritrova la forma si deve fermare... Viviani è in cerca di rlancio ma dopo due anni osceni la vedo dura.. su Nibali non mi esmprimo, oramai ho già detto che per rispetto del suo passato dovrebbe metterci un punto e voltare pagina

Non capisco Viviani
30 agosto 2021 15:10 moris
Non capisco l'eventuale scelta di Viviani, preferire l'Astana, dove i velocisti sono sempre stati in secondo piano, alla Deceuninck, dove i velocisti sono sempre stati appoggiati e rigenerati (vedi Cavendish)??
Capisco invece Nibali, che magari vuole capitalizzare gli ultimi anni di carriera.
Ho l'impressione che ormai contino di più i procuratori che i DS...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Jannik Steimle regala un altro successo alla Deceuninck Quick Step vincendo la seconda tappa del Giro di Slovacchia, la Spišské Podhradie - Dolný Kubín di 179, 7km. Peter Sagan ha provato in tutti i modi a vincere, ha attaccato prima...


Jasper Philipsen mette a segno la volata vincente sul traguardo del Kampioenschaap van Vlaanderen, una classica dedicata ai velocisti. Il belga della Alpecin Fenix ha contenuto il tentativo di rimonta di Dylan Groenewegen con l’estone Laas al terzo posto e...


Mattia Cattaneo è al settimo cielo per un successo che ha inseguito a lungo e che finalmente è arrivato a premiarlo: «Sono così felice, perché ho lavorato molto nella cronometro e ottenere finalmente la mia prima vittoria in questa disciplina...


Non vinceva da due anni e mezzo (Giro dell'Appennino 2019) e da professionista un acronometro non l'aveva mai conquistata: Mattia Cattaneo sorride e si aggiudica il successo nella crono di Dudelange (25, 4 km), valida cone quarta tappa dello Skoda...


Quando si dice che «i ciclisti sono come i gatti...». Le immagini che state per vedere sono impressionanti: lui è bauke Molle, impegnato nella crono di Dudelange al Giro del Lussemburgo. L'olandese della Trek Segafredo approccia una curca troppo velocemente,...


Più che un pranzo di lavoro, è stata l'occasione di incontrare degli amici e parlare di una passione comune: la bicicletta. Oggi a Milano, al ristorante Al Tronco di Via Thaon de Ravel, c'erano il sindaco di Milano Beppe Sala,...


Nonostante la giovane età,  Samuele Bonetto ha già una storia importante da raccontare. Junior con l’UC Giorgione, il trevigiano di Montebelluna ha trovato nella bicicletta una vera e propria ancora di salvezza, dopo alcuni problemi personali che hanno caratterizzato i primi...


Ci sono arecchie incertezze nella Francia che vuole difendere la maglia iridata conquistata lo scorso anno da Alaphilippe: il selezionatore Thomas Voeckler ha fatto i nomi dei tredici corridori che potrebbero essere al via dei Campionati del Mondo su strada...


Archiviati Giro della Toscana e Coppa Sabatini, la Bardiani CSF Faizanè si appresta ad affrontare il doppio impegno di questo week-end con il Memorial Pantani e il Trofeo Matteotti. In ammiraglia a guidare il team Roberto Reverberi e...


L’intensa settimana di gare per l’Androni Giocattoli Sidermec sta per mandare in scena gli appuntamenti con Memorial Pantani (Uci 1.1) e Trofeo Matteotti (Uci 1.1). Domani sulle strade di Cesenatico il primo tifoso del team sarà Pino Buda, patron della...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI