VINOKUROV TORNA A DARE LE CARTE E PENSA A CALARE UN TRIS: NIBALI, MOSCON E VIVIANI

MERCATO | 30/08/2021 | 08:57
di Guido La Marca

È tutta una questione di firme, ma ormai ci siamo ed è forse solo una questione di pochi giorni. La firma più importante era quella procura che avrebbe di fatto ridato potere a Alexandre Vinokourov che ha ripreso in mano la formazione dopo i due anni di gestione della belga Yana Seel. Ma dopo la firma dell’oro di Londra, si aspettano le firme di importanti corridori che interessano alla compagnia dei celestini.


Vinokourov, che oggi sbarca alla Vuelta, rivela a “La Gazzetta” in edicola oggi, che c’è tanta carne al fuoco: «C’è stato bisogno di tempo per avere la procura da parte dei kazaki, devo firmare io. Ma non ci sono problemi. Nibali ha piacere nel tornare a correre dove ha vinto delle belle gare. E anche con Viviani potremmo chiudere a breve, penso in settimana. Ho chiesto al suo manager Lombardi se fosse stato libero, e allora gli ho mandato la proposta di un contratto biennale. Viviani è un grande sprinter, l’ha dimostrato all’Olimpiade. Gli ho parlato e si è mostrato molto interessato, credo abbia bisogno di un buon ambiente di squadra. Qui da noi può fare bene».


E la notizia è proprio questa: Nibali e Moscon sono nel mirino dei “celestini” da tempo, ora ci è finito prepotentemente anche Elia Viviani, fresco vincitore di due tappe al Tour Poitou Charentes e pronto a ributtarsi nella mischia già oggi nel Giro del Benelux che scatta in Olanda e dove ritroverà Sagan e Ewan.

Viviani, come più volte scritto, ha avuto sul tavolo due opzioni: la britannica Ineos-Grenadiers (ex Sky) e la belga Deceuninck-Quick Step. Oggi ci sarà un incontro con i dirigenti della Cofidis, che proveranno a trattenerlo, ma il richiamo della compagnia dei “celestini”, quella di Beppe Martinelli e Stefano Zanini, ma anche di Maurizio Mazzoleni, è molto forte.

Viviani potrebbe ritrovare Nibali, con il quale corse alla Liquigas, dal 2010 al 2012: ritorno al futuro, con un passato che è già storia.

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
mah
30 agosto 2021 13:44 fransoli
a vino piace il rischio... Moscon credo sia ancora inespresso, ma comincio a dubitare, perché anche lui come purtroppo Bettiol ne ha sempre una, quando ritrova la forma si deve fermare... Viviani è in cerca di rlancio ma dopo due anni osceni la vedo dura.. su Nibali non mi esmprimo, oramai ho già detto che per rispetto del suo passato dovrebbe metterci un punto e voltare pagina

Non capisco Viviani
30 agosto 2021 15:10 moris
Non capisco l'eventuale scelta di Viviani, preferire l'Astana, dove i velocisti sono sempre stati in secondo piano, alla Deceuninck, dove i velocisti sono sempre stati appoggiati e rigenerati (vedi Cavendish)??
Capisco invece Nibali, che magari vuole capitalizzare gli ultimi anni di carriera.
Ho l'impressione che ormai contino di più i procuratori che i DS...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Perché la bicicletta va veloce ma mai di fretta. Perché la bicicletta è più libera di quel che ci si aspetta. Perché la bicicletta è forte e ti porta fin sulla vetta. Perché la bicicletta è umana, democratica, sostenibile e...


Uno scricchiolio, l'implosione improvvisa e tanta paura. Si è sfiorata la tragedia domenica sera a Oropa. La gigantesca bicicletta realizzata dall'artista Ivano Munarin è crollata su sé stessa travolgendo le persone che satavo posando per una foto ricordo. Tra loro...


Si conoscono i percorsi dei Campionati Italiani a cronometro organizzati dall’Unione Ciclistica Larcianese in programma a Grosseto il 19 e 20 giugno. Partenza ed arrivo in Viale della Repubblica e percorso interamente pianeggiante che tocca le zone di Principina a...


Tadej Pogačar ha vinto il Giro d’Italia ma ha stravinto anche il FantaGiro d’Italia. Il progetto lanciato da RCS Sport, a fronte di una poderosa promozione, ha riscosso notevole interesse, sfiorando gli 80 mila utenti iscritti e le 108 mila...


Il 16 giugno si avvicina e se molti di voi hanno messo nel mirino la quinta edizione della BERGHEM#molamia, sappiate che la presentazione ufficiale della manifestazione è stata fissata per venerdì 31 maggio alle ore 20:30 al Neuchatel 1928 di...


La bici con le sue emozioni e i suoi colori ha trasportato anche quest’anno gli istituti primari del comprensorio spoletino in occasione di “Pedalando nei Sogni: Bambini e Bicicletta…un Amore Infinito”. La seconda edizione del concorso di disegno tematico, promosso...


Il demone in bicicletta è un insegnante di Storia e Filosofia con la passione (necessità?, bisogno?, urgenza?, istinto?, ispirazione?) dello scrivere. Saggi, critiche, memorie. All’anagrafe risulta Luigi Antonio Pedretti, in copertina compare Pierluigi Pedretti, lui si firma Luigi Pedretti. Uno...


Pedalare è il modo migliore per scoprire le bellezze del nostro Paese e la Romagna è una delle zone che per prime ha creduto nel cicloturismo. In questo meraviglioso angolo d'Italia Ciao Bellezza ha selezionato l'Hotel Il Villino, che troneggia...


Dopo il Giro della Bolghera, salta anche il Trofeo Degasperi. Il ciclismo trentino ha perso le sue due grandi classiche nella stagione 2024, con la viva speranza di poterle riabbracciare nel 2025. Se a mettere in difficoltà la Bolghera sono...


JonnyMole, studio internazionale di design e comunicazione con sede a Cittadella (Padova),  ha celebrato il suo 25º anniversario lo scorso giovedì 23 maggio 2024, in occasione della tappa padovana del Giro d’Italia. Punto di riferimento per il design del settore ciclistico, Jonny...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi