GIRO D'ONORE. DI ROCCO: «CELEBRATO L'ANNO DEL GRANDE RILANCIO»

PREMI | 19/11/2019 | 15:47
di Giorgia Monguzzi

È stato un anno intenso per ciclismo italiano, una stagione ricca di risultati importanti, ma soprattutto grandissime emozioni. Sono state ben 78 medaglie quelle conquistate dagli azzurri, con 13 maglie iridate, 16 titoli europei. Si tratta di un bottino molto ricco per la Nazionale italiana che si prepara nel migliore dei modi per affrontare l’appuntamento Olimpico dell’anno prossimo.

I tanti successi e i piazzamenti  arrivano in un momento particolare per il movimento italiano che sta vivendo un momento di rinascita in tutte le discipline. Un settore sempre performante è quello del paraciclismo a qui si affianca la sezione femminile, ma nella stagione appena trascorsa risultati di grande rilievo sono arrivati anche tra i professionisti. È stato il frutto di molti anni di semina e di lavoro portato avanti con determinazione dai commissari tecnici.

Per celebrare i trionfi azzurri della stagione 2019, questa mattina a Modena si è tenuto il Giro d’Onore, cerimonia che ogni anno celebra tutti gli atleti italiani che hanno raggiunto importanti risultati in tutte le discipline del panorama ciclistico: strada, fuoristrada nelle sue diverse declinazioni, pista, paraciclismo. I numeri di questa edizione sono stati davvero imponenti con oltre 203 atleti convocati per la premiazione.

«È sempre una grande emozione poter organizzare ogni anno il Giro d’Onore. I risultati di questa in particolare sono da capogiro - ha spiegato il presidente della federazione italiana ciclismo Renato di Rocco -: il 2019 è stato un grande per il ciclismo italiano, durante il quale siamo finalmente ritornati ad alti livelli in tutte le discipline. Mi piace molto notare la varietà dei premianti che provengono da tutti i campi e le categorie. Il paraciclismo è sempre una punta di diamante del nostro movimento, ogni anno aumentano gli atleti tesserati che sono super competitivi. Le donne sono sempre una certezza, sia su strada che su pista non mancano mai di regalarci delle grandissime soddisfazioni, ma quest’anno anche gli uomini hanno fatto del loro riportandoci finalmente al secondo posto del ranking Uci».

Da parte del Presidente Di Rocco traspare una grande soddisfazione per la stagione appena trascorsa con uno sguardo già rivolto all’anno olimpico. «Mi sento di ringraziare tutti per questa stagione straordinaria, sia gli atleti che i commissari tecnici, ma anche i giudici di gara che fanno sempre un servizio incredibile e ci permettono di poter gareggiare. Sono veramente contento di questi enormi risultati che conferiscono prestigio alla nostra Nazionale, ma soprattutto mi piace sottolineare il rilancio che durante questo anno ha avuto il ciclismo, l’enorme rinnovamento che lo ha investito. Si tratta di un segnale importantissimo soprattutto in vista di Tokyo 2020, un appuntamento a cui ci presenteremo nel migliore dei modi».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sidi presenta la nuova Fast, un concentrato di performance e tecnologia che garantisce le caratteristiche di rigidità, morbidezza e flessibilità dei prodotti dell’azienda trevigiana con una facilità di regolazione precisa e migliorata. Anche in questo nuovo modello sono state testate...


Non aveva ancora sulle spalle la maglia gialla quando Tadej Pogacar ha inviato al Comitato Organizzatore dei Campionati del mondo UCI 2020 di Imola - Emilia Romagna questo video, ma già aveva nel mirino la rassegna iridata che andrà in...


Archiviata anche la passerella finale degli Champs Elysées, è il momento di fare i conti: il Tour de France 2020 ha raggiunto quota 30 ritiri. Di 176 corridori partiti il 29 agosto, 146 hanno preso parte alla decisiva crono di ieri....


Tom Pidcock, vincitore quest'anno del Giro d'Italia Under 23, è il primo acquisto del Team Ineos Grenadiers per la prossima stagione. Lo anticipa il Telegraph spiegando che il giovane britannico è solo il primo tassello della rifondazione che Sir Dave...


  In 170 alla bella festa presso la sede della Misericordia di Carmignano per festeggiare gli 80 anni di Franco Bitossi, un grande campione del ciclismo nato in questo comune nella piccola borgata di Camaioni sulle rive del fiume Arno,...


Non è stato un sabato qualunque, ma un sabato alla grande, quello trascorso il 19 settembre da un gruppo d’amici, legati al ciclismo da eccellenti meriti personali con contorno di medaglie d’oro conquistate alle Olimpiadi, ai mondiali e ai campionati...


Che spettacolo il cross country del Campionato Italiano! Al Ciocco, in Garfagnana (Lucca), Eva Lechner (CS Esercito) è salita sul piedistallo ed è nuovamente la reginetta della mtb. Luca Braidot (CS Carabinieri) fa un bel bis...


L'ex campione del mondo di ciclismo su strada Joop Zoetemelk, 73 anni, che conquistò la maglia iridata nel 1985 mentre cinque anni prima aveva vinto il Tour, è stato investito da un'auto mentre andava in bicicletta nella regione metropolitana di...


La borsa sottosella è davvero utile e questo non lo dico solo nella veste di appassionato di gravel, infatti, mi è capitato diverse volte di montarla sulla bici da corsa per le uscite particolarmente lunghe. Nelle ultime settimane non ho...


Pogacar ha stupito tutti ma non se stesso. Dopo l’incredulità iniziale, il giovane sloveno, che domani compirà 22 anni, è rimasto con i piedi per terra e con calma sta metabolizzando la sua impresa."E’ tutto incredibile. Anche se fossi arrivato...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155