LA STORIA: PIRARD, CAMPIONE DEL MONDO PRONTO A STUPIRE

PROFESSIONISTI | 06/11/2019 | 07:20
di Pietro Illarietti


Campione del mondo, alto, biondo con gli occhi azzurri, laurea in architettura, lavoratore part time e studente la sera per diventare anche preparatore.


Maxim Pirard, 22enne belga, non è certo uno che ama stare con le mani in mano e si impegna per coronare il suo sogno del ciclismo professionistico. Elegante in bici e dai modi gentili una volta sceso di sella. I suoi dati di potenza hanno impressionato anche il CT belga Rik Verbrugghe: 427 watt sui 20’, 505 watt sui 5’ e 812 watt in 1 minuto.

Andiamo con ordine. Lo smart guy Pirard non è proprio uno sconosciuto nel mondo delle 2 ruote, ha infatti disputato una decina di corse tra i prof con la maglia della Bahrain Merida (ha partecipato al Giro di Germania tirando per centinaia di chilometri). Ragazzone di 183 cm e 70 kg di peso nel 2019 si è distinto pure nelle Gran Fondo dove ha appunto conquistato il titolo mondiale di specialità, in Polonia. Vanta anche un importante curriculum nelle categorie giovanili.

“E’ vero – ci racconta durante una pedalata nel cuore delle Fiandre organizzata da Sportful – la mia grande passione è il ciclismo e ho sempre ottenuto buoni risultati. Per varie ragioni non ho ancora concretizzato il sogno del professionismo”. 

Ci spiegano che più volte ci è andato vicino, ma ha sempre dovuto lasciare il posto ad altri. Ad esempio la formazione del principe Nasser bin Hamad Al Khalifa ha dovuto ingaggiare 3 corridori asiatici e il talento belga è rimasto al vento.

Pirard non è tipo che molla, ha raccolto attorno a sé un pool di sponsor, che lo accompagnano nel presente, e mostra idee chiare a proposito del suo futuro. Svela questo interessante abbinamento dell’attività di Under 23 e granfondista. “Mi piacciono le corse dure. Il ciclismo è duro. Personalmente mi sono dato ancora un anno di tempo, visto che dal 2020 sarò Elite, per passare e farò del mio meglio per mettermi in evidenza”.

Prima di salutarci, Pirard ci racconta un altro episodio che ancora non ha digerito. “Nella Parigi Roubaix vinta da Ganna ero nella fuga dei migliori 10, ma una rottura della sella mi ha messo fuori gioco. Ancora mi brucia”.

 

Photo Credits @pocispix

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alcune zone d’Italia cambiano nuovamente colore, quindi può essere utile ricapitolare la situazione e soprattutto ribadire come si può dar seguito alla propria passione per la bicicletta. GIALLO. Restano gialle 4 regioni più la Provincia autonoma di Trento in base...


Ci sorprende, ma non più di tanto. E da almeno un anno e mezzo che Tom Dumoulin (nella foto di @BettiniPhoto) non è più lo stesso, che è tormentato e su di lui circolano da tempo voci di stanchezza. Ora...


La campionessa del mondo Ceylin Del Carmen Alvarado (Alpecin Fenix) ha vinto il classico appuntamento con il Flandriescross di Hamme, in Belgio, prova valida per il Trofeo X20 Badkamers per la categoria donne elite. L'iridata, apparsa in ottime condizioni di...


La Colombia è delusa: uno dei suoi idoli, Egan Bernal, inizierà la sua stagione dalla Vuelta a la Comunidad Valenciana e non dai Campionati Nazionali. La notizia è arrivata ieri, quando gli organizzatori della corsa spagnola hanno ufficializzato i nomi...


Richie Porte ha vinto la terza tappa del Santos Festival Cycling, trionfando sulla salita di Willunga Hill davanti al compagno di fuga Luke Plapp. Il corridore australiano della Ineos Grenadier, che in questa occasione gareggia per il Team Garmin, è...


Questa domenica 24 gennaio sulle strade della provincia di Valencia ci sarà l’atteso debutto in maglia ciclamino di Giovanni Visconti, in occasione del debutto europeo del team. Il team, che si allena sulle strade di Benidorm, tra Valencia ed Alicante,...


Aaron Gate e Olivia Ray sono i vincitori della Gravel and Tar che si è disputata in Nuova Zelanda. In campo maschile il navigato Gate (Black Spoke Pro Cycling) allo sprint ha regolato il compagno di fuga, e di club,...


La campionessa italiana Alice Arzuffi rientrerà nel weekend per la quinta e ultima prova della Coppa del Mondo di ciclocross. Dopo la conquista della maglia tricolore delle Elite a Lecce e il collegiale con la Nazionale Italiana ad Ardea, nella...


Wout Van Aert in Spagna si sta godendo la bella stagione con la sua Jumbo-Visma, prima di tornare in Belgio e affrontare il Mondiale ad Ostenda. Il 2020 si è concluso con tanti successi per lui, ma il nuovo anno...


Ancora un podio, ancora un secondo posto. È il bilancio della sesta tappa di ieri alla Vuelta al Tachira in Venezuela per l’Androni Giocattoli Sidermec. Sul traguardo in salita della Casa del Padre piazza d’onore per lo svizzero Simon Pellaud...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155