ISRAEL E KATUSHA, L'ACCORDO E' UFFICIALE

MERCATO | 02/10/2019 | 18:37

Israel Cycling Academy e Katusha Management hanno firmato un accordo che vedrà l'approdo del team israeliano nel World Tour a partire da gennaio 2020.

Sylvan Adams, comproprietario dell'ICA, ha dichiarato: «Da tempo dicevo che l'ICA sarebbe arrivata al World Tour e sono entusiasta che stia per succedere in vista della prossima stagione».

Secondo l'accordo, il team israeliano correrà nel World Tour con la licenza attuale della Katusha, che verrà rinnovata per i prossimi tre anni. L'accordo, ovviamente, è soggetto all'approvazione dell'UCI così come il rinnovo della licenza.

Il team israeliano utilizzerà le tradizionali uniformi blu e bianche che saranno firmate Katusha in base a un nuovo accordo di sponsorizzazione. Per Israel Cycling Academy questo rappresenterà un altro passo nella sua rapida crescita, un'avventura cominciata appena 5 anni fa.

Adams si dice sicuro che la squadra sarà all'altezza della sfida: «Abbiamo diversi nuovi corridori, tra i quali alcuni dell'attuale team Katusha e sono certo che sapremo farci valere».

Ron Baron, comproprietario e fondatore dell'ICA, ha espresso il suo entusiasmo per l'approdo nel World Tour: «Sono sicuro che questo passaggio migliorerà la nostra visione e ci aiuterà a fa crescere il ciclismo israeliano sulla scena mondiale. Vedere un corridore israeliano al Tour De France della prossima stagione sarà, per me, una grande soddisfazione».

Kjell Carlstrom, Pro Manager dell'ICA, a sua volta aggiunge: «Il team è cresciuto ogni anno in modo organico, sia dal punto di vista organizzativo che da quello dei corridori, e ci sentiamo pronti per questa nuova sfida. Abbiamo un'ottima chimica in questo team e sono orgoglioso di ciò che abbiamo realizzato insieme. E naturalmente sono entusiasta in vista del prossimo anno»

Infine Adams ha aggiunto: «Voglio ringraziare la direzione del team Katusha e il suo proprietario, Igor Makarov per aver scelto di fare questo accordo con noi, poiché so che aveva diverse opzioni disponibili. Il contributo di Igor al nostro sport è stato impressionante e so che continuerà a sostenere il nostro sport».

ENGLISH VERSION

Israel Cycling Academy and Katusha Management have signed an agreement that will see the Israeli team race in the World Tour starting January 2020.

ICA co-owner Sylvan Adams said:  “I have stated for some time that ICA would be in the World Tour, sooner or later. I am excited that it is happening right away for next year’s season.”

According to the agreement, the Israeli team will race in the World Tour under the existing Katusha license, which is being renewed for the next three years.

The transaction is, of course, subject to UCI approval of the license renewal in the normal course of business.

The Israeli team will use its traditional blue and white uniforms provided by Katusha branded apparel under a new sponsorship agreement. 

For Israel Cycling Academy, racing as a World Tour team in all of the sport’s biggest races, this will represent another step in its rapid growth, beginning as a start-up Continental team just 5 years ago. 

Mr. Adams stated his confidence that the team will be up to the challenge. “We have several new riders, including some from the current Katusha team that will join, and I promise we will make some noise in lots of big races next year. We are: Just. Getting. Started.’’

ICA’s co-owner and founder, Mr. Ron Baron expressed his enthusiasm at the prospect of seeing Israeli riders racing for a World Tour Israeli professional team: “I am sure that this step will enhance our core vision to develop Israeli Cycling on the world stage. To see an Israeli rider in the Tour De France next season will be, for me, very satisfying.”

ICA Pro Manager Kjell Carlstrom remarked: “the team has been growing each year in an organic way, both organizationally and also on the rider side, and we feel ready for this new challenge. We have great chemistry on this team, and I am proud of what we accomplished together. Really excited for next year.’’

Mr. Adams added: “I want to thank Katusha management and its owner, Igor Makarov for choosing to do this deal with us, as I know he had several available options. Igor’s contribution to our sport has been impressive, and he will continue to support our sport.”

About Israel Cycling Academy: Israel Cycling Academy was founded in December 2014 in Jerusalem as Israel’s first professional cycling team, with a clear vision to help Israeli cycling and to bring our young cyclists, to the highest level of the sport. 

The 2017 season was the team’s first in the Pro Continental ranks and in 2018 the team raced in its first Grand tour - the historic Giro d’Italia that started in Jerusalem. ICA raced again in the Giro d’Italia in 2019. This season, the team has significantly stepped up its racing performance and recorded 27 wins.

ICA carries 30 riders from 18 different nationalities.  The team is owned by Israeli Canadian philanthropist Sylvan Adams and Israeli businessman Ron Baron.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Le strade di Gioele Bertolini e del Team Santa Cruz-FSA si separano. Dopo tre stagioni insieme, l’atleta lombardo lascia la formazione guidata dal Presidente Massimo Tabarelli, proprio a pochi giorni dall’esordio dal previsto debutto stagionale nella Mountain Bike a Lanzarote......


Ogni volta che si muove, Lance Armstrong fa decisamente discutere. E da qualche ora la rete è invasa da commenti e reazioni alla proposta ciclistica che porta il nome del texano, apparso sul sito della compagnia di viaggio e avventura...


Il suo ritorno ha fatto rumore, ha suscitato perplessità, ha scatenato reazioni sui social, ha sicuramente scosso l’ambiente del ciclismo di alto livello. Da qualche settimana Bjarne Riis è tornato in sella: con la sua società ha acquistato il 30%...


Una settimana fa Giancarlo Brocci ha presentato al presidente dell'Uci Lappartient la proposta di un nuovo circuito mondiale con corse su strade bianche e il ritorno ad un ciclismo antico e oggi dall'Australia proprio il numero uno dell'Uci ha aperto...


Freccia algerina sulle strade del Gabon. Youcef Reguigui ha vinto allo sprint la tappa odierna de La Troipicale Amissa Bongo. Sul traguardo di Bifoun ha preceduto il connazionale Hamza, il francese Morin e gli italiani Minali e Viviani. In classifica...


Facendo seguito alla nascita dei primi otto Women’s WorldTeams, l’UCI ha deciso di incrementare il programma antidoping destinato a questa nuova categoria.Il protocollo, definito e applicato dalla Fondazione Antidoping del Ciclismo (CADF), prevede innanzitutto uno sforzo economico congiunto: ogni squadra...


Nel 2020 Vincenzo Nibali e Giulio Ciccone saranno la coppia più bella del ciclismo italiano e, speriamo, del mondo. In vista delle feste natalizie e dell’arrivo dell’anno nuovo li abbiamo incontrati a Siracusa, presso il Monasteri Golf & SPA Resort,...


Un viaggio aereo può essere l'occasione per una bella chiacchierata. Ieri durante il lungo viaggio che ci ha portato dall'Italia all'Argentina ci siamo confrontati con Luca Scinto, direttore sportivo della Vini Zabù KTM. Il Pitone, come è soprannominato in gruppo...


  Sta a metà strada fra Leonardo da Vinci e Renzo Piano, fra Karl Drais von Sauerbronn e Enzo Ferrari, fra Archimede Pitagorico e Eta Beta. Se solo ci avesse provato, se solo si fosse applicato, avrebbe potuto inventare e...


Domani, alla vigilia della 38a Vuelta a San Juan, Remco Evenepoel compirà 20 anni e come nel 2019 celebrerà il compleanno in Argentina. "La Vuelta a San Juan è stata la mia prima gara professionistica e sarà sempre speciale per...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155