IL WOMEN'S WORLD TOUR PERDERA' FRECCIA E LIEGI

DONNE | 17/05/2019 | 07:10
di Bibi Ajraghi

Un duro colpo per tutti: per il World Women’s Tour, per l’Uci, per l’Aso e soprattutto per il movimento ciclistico femminile. Nel 2020 Freccia Vallone e Liège-Bastogne-Liège non faranno più parte del Women's WorldTour. Il motivo? ASO, che organizza la corsa, e la RTBF, televisione pubblica vallone, non sono in grado di fornire i 45 minuti di copertura televisiva in diretta richiesti per gli eventi del WWT.

A confermarlo ai colleghi di Directvelo è stato il presidente della Commissione strada dell'UCI, Tom Van Damme: «Una delle condizioni per far parte del Women's WorldTour è la garanzia di una copertura televisiva in diretta di almeno 45 minuti: ASO e RTBF non sono in grado di fornire questo servizio».

Le due corse entreranno a far parte della ProSeries, una nuova categoria di eventi di secondo livello che nascerà il prossimo anno.

Il colpo è duro evidentemente per il Women's WorldTour, nato nel 2017 come vertice del calendario mondiale femminile. È un duro colpo per l’Uci che da anni è impegnata a far crescere il ciclismo rosa e si trova improvvisamente sgambettata da Aso. Il presidente David Lappartient nelle scorse settimane ha apertamente criticato Aso dicendo: «Siete gli organizzatori leader nel mondo, dovete assumervi la vostra parte di responsabilità di fronte al mondo del ciclismo femminile».

È un colpo duro per Aso che vede retrocesse due delle sue gare di punta e comunque deve fare i conti con un danno di immagine che arriva dopo la figuraccia di quest’anno, con i cronisti di tutto il mondo costretti a fare la radiocronaca di Freccia e Liegi per la mancanza di immagini.

Più di tutti, però, è un brutto colpo per il ciclismo femminile in generale, che vede la strada per la crescita impennarsi improvvisamente sotto i pedali.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Non passerà alla storia come la Cuneo-Pinerolo del 1949, ma certamente la tappa odierna resterà nella storia di questo Giro. Per la lunga fuga animata 25 corridori che hanno avuto fino a quasi 16 minuti di vantaggio, per la prima...


Caleb Ewan ha vinto a Novi Ligure e saluta il Giro, Elia Viviani ha incassato l'ennesima sconfitta e lui pure dice "arrivederci" alla corsa rosa. Sono gli effetti inevitabili del cambio di orizzonte che attende il Giro 102 dell'inizio della...


L’Operazione Aderlass continua a scuotere il mondo del ciclismo e lo fa ad altissimo livello: l’Uci sta indagando sul coinvolgimento, nell’affare doping che ruota attorno al dottor Mark Schmidt, del numero uno del Team Bahrain Merida, lo sloveno Milan Erzen.Dalle...


Ieri il Giro d'Italia è passato da San Zenone Po e ha portato una carezza ideale a Gianni Brera, che tante edizioni della corsa rosa ha raccontato con la sua penna. Andrea Maietti, grande amico del giornalista pavese, ci regala...


Un ragazzo del 1993 che vince con la stessa disinvoltura con cui sorride. Un’azienda che dal 1954 scalda il cuore e i muscoli degli sportivi. Anni, storie, esperienze diverse che in circostanze normali non si sarebbero incontrate. Ma queste sono...


Dani Navarro torna a sorridere. Lo spagnolo, ricoverato dal 14 maggio scorso al Policlinico di Tor Vergata, sarà dimesso domani e potrà fare ritorno a casa. Il portacolori della Katusha Alpecin era rimasto coinvolto in una brutta caduta a Frascati...


Quando vinse il Giro di Lombardia del 1938, il sorriso sghembo, il ciuffo ribelle, la faccia da Sudamerica. Quando si aggiudicò la Tre Valli Varesine del 1940, superando per un niente Mario Ricci, grazie a un colpo di reni da...


Si delinea una starting grid di altissimo livello per il Cycling Stars Criterium in progamma a Belluno la sera di lunedì 3 giugno. Anche Elia Viviani (Deceuninck-Quick Step), già vincitore della passata edizione, sarà della partita. Il forte sprinter...


Tempi moderni, verrebbe da dire, e cambia anche il modo di lavorare al Giro d'Italia. Da quest'anno, infatti, il comunicato ufficiale della organizzazione di corsa ha perso una pagina importantissima, una delle più attese: ci riferiamo al classico e preziosissimo...


E' il giorno di Fausto Coppi, al 102° Giro d'Italia. La leggenda del Campionissimo riecheggerà sulle strade della tappa odierna Cuneo-Pinerolo di 158 km, omaggio alla cavalcata solitaria di Coppi del 1949. Per l'occasione, anche Bianchi celebra il mito di...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy