MOSER: «AMO LA FATICA, MA VOGLIO SENTIRMI DI NUOVO VIVO»

PROFESSIONISTI | 13/05/2019 | 12:00
di Giulia De Maio

Moreno Moser ha preso carta e penna, o meglio il suo smartphone in mano, e ha raccontato cosa passa per la testa di un ragazzo di talento che a 28 anni ha deciso di mettere un punto alla sua carriera agonistica da ciclista.

«Purtroppo sono anni che ho la sensazione che si sia rotto qualcosa dentro di me. La condizione è diventata quasi un miraggio e il lavoro mi porta sempre l’effetto contrario. Sono anni che mi ritrovo dopo mesi e mesi di allenamenti ad andare meno del primo giorno. Ho tenuto duro, ci ho riprovato per anni, ogni anno con la fiducia che sarebbe stato l’anno buono. Poi è arrivata la chiamata di Pelosi alla Nippo Fantini Faizanè, dove ho trovato una famiglia incredibile e stimoli che mi davano la certezza che sarebbe stato l’anno della svolta. Ma mi sono ritrovato ancora lì, non a terra, sotto terra» esordisce sulle sue pagine social. 

«Ho deciso quindi di non voler più prendere in giro ne me stesso ne gli altri. In questo momento della mia vita non posso più rimanere nel ciclismo come in una zona di comfort, trascinarmi in giro alle gare grattando un barile che forse è già vuoto da un po’. Cerco nuove esperienze, nuovi stimoli e la sensazione sentirmi di nuovo vivo. Il ciclismo è uno sport magnifico, pulito e che mi ha dato tanto, tutto forse. Amo la fatica, il dolore era come droga per uno come me che ha sempre avuto soglie aerobiche basse ma una capacità lattacida fuori dal comune, ma questa fatica per vedersi staccare ogni giorno ti logora, ti annulla e ti toglie anche l’anima. Andare avanti così servirebbe solo a rovinare quello che di buono ho fatto fino ad ora».

Al primo ritiro stagionale con il nuovo team, solo qualche mese fa, ci aveva confidato che voleva tornare a sentirsi felice in bici. Forse non ci è ancora riuscito, ma nonostante tutto nel suo ultimo post da corridore professionista ribadisce il suo amore per il ciclismo. «Amo questo sport con tutto me stesso ed intendo rimanerci, ma non da corridore. Ho ricevuto un sacco di messaggi stupendi che mi hanno dato speranza e fiducia per quella che sarà la mia nuova vita. Voglio però mettere in chiaro che per me questo è un giorno felice, chiudo questa parentesi senza rimpianti e con la consapevolezza che in ogni caso questo momento arriva per tutti, ed io ho voglia di affrontarlo adesso».

Infine un post scriptum importante: «Ho già un progetto in serbo». Allora, in bocca al lupo Moreno.

Copyright © TBW
COMMENTI
gf
13 maggio 2019 13:41 cyclepk
speriamo non sia il grande fratello con la sigaretta in bocca e una Cecilia dall'altra.

tempesta
13 maggio 2019 14:28 tempesta
Questa e la sua versione . La verita non si sapra mai. Ma il grande fratello,e un alternativa meno faticosa.

Rispetto
13 maggio 2019 16:49 paliodelrecioto
cyclepk e tempesta (di caxxate come sempre) abbiate un po' di rispetto per la scelta onesta di un uomo. Magari non avete nemmeno mai messo il culo su una bici e sparate sentenze... Vergognatevi.

Rispetto
13 maggio 2019 17:36 ragno70
Tutti leoni da tastiera....rispetto per le scelte personali di un uomo ed un atleta

respect
13 maggio 2019 17:57 Anbronte
paliodelrecioto è ragno70 condivido il vostro pensiero, gente che non sa cosa vuol dire andare in bici. Ma vedo che guarda il grande fratello.

PECCATO
13 maggio 2019 18:36 stargate
D'accordo con la richiesta di rispetto di paliodelrecioto e ragno70, penso ci sia da rammaricarsi nel perdere un ragazzo che pareva, ed era, tanto ben dotato. In realtà, chissà per quali motivi, il ciclismo l'aveva perso già da qualche anno. La sua scelta attuale va letta come manifestazione di onestà e di realismo. Auguri per ciò che deciderà di intraprendere da oggi in poi. (Alberto Pionca - Cagliari)

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
A fine aprile ha preso la bici e, senza reclamizzare troppo l’impresa, ha scalato per 50 volte il Muro di Grammont, la mitica salita del Giro delle Fiandre. C’era anche il belga Remco Evenepoel, stella emergente del ciclismo mondiale, nella...


Regna il silenzio, anche lì, anche in “Sport e Salute”, che abbozza, cerca di prenderla con sportività, ma non l’ha prende bene. Nessuna reazione ufficiale, l’avvocato Vito Cozzoli (nella foto con il Ministro Spadafora, ndr), presidente-ad, e i suoi più...


Saranno Tom Dumouli  e Bauke Mollema i capitani della nazionale olandese al campionato del mondo del 27 settembre prossimo. LO ha confermato il selezionatore Koos Moerenhout in una intervista concessa al sito AD. «La mia idea è questa: Dumoulin e...


È la politica bellezza e anche lo sport non può farci assolutamente nulla. Anzi, può fare qualcosa: magari un po’ di politica e anche di attesa, che è poi quasi la stessa cosa. Ci vuole pazienza e i grandi dirigenti...


Tanta paura ed una clavicola fratturata per Andrea Di Renzo, giovane portacolori della Vini Zabù KTM, coinvolto in un incidente nella giornata di ieri mentre si trovava in allenamento a Civitanova Marche. Il corridore abruzzese stava superando una fila di automobili...


La notizia è fresca fresca ed è tutto ufficiale, nella stagione 2020 Il team belga Circus-Wanty Gobert-Tormans potrà contare su Bryton come partner tecnico e gli atleti avranno il piacere di utilizzare quello ch viene considerato il modello di punta della collezione, ovvero il Rider...


«Siamo felici e orgogliosi di annunciare che da oggi, sabato 11 luglio, Vittoria ritorna ad essere un'azienda al cento per cento italiana! Wise Equity, fondo di investimento italiano con sede a Milano, ha acquistato la totalità del Gruppo Vittoria...


Un imprenditore appassionato. È questo il ricordo che l’Androni Giocattoli Sidermec conserva di Italo Michelin, il presidente della Fac Michelin. Miche, azienda veneta che solo l’anno scorso ha festeggiato 100 anni di attività, è apprezzato partner tecnico di Androni Giocattoli...


Gli anni che terminano con la cifra “0” hanno portato spesso grandi novità al Tour de France, hanno visto scrivere importanti pagine di storia, hanno portato alla ribalta personaggi e aneddoti. Ve li vogliamo raccontare, in attesa della corsa che...


Inizia oggi la nostra avventura gravel sulle strade di Romagna. Sveglia presto per evitare il caldo e colazione abbondante all’Hotel Gambrinus di Riccione che ci ospita per questa tre giorni in sella alla scoperta di percorsi interessanti per chi ama...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155