HAINAN. JACOPO MOSCA, RICORDI E OBIETTIVI

PROFESSIONISTI | 23/10/2018 | 07:31
di Diego Barbera

Jacopo Mosca si presenta concentrato alla partenza sotto il sole caldo della prima tappa del Tour of Hainan 2018. Il vincitore uscente della corsa cinese è ben conscio che ripetersi quest’anno non sarà così scontato vista la presenza di numerosi rivali sopraggiunti e di un percorso esigente.

Abbiamo raccolto le impressioni del  della Wilier Triestina Selle Italia al foglio firme. A fondo pagina, le sue parole nell’intervista da ascoltare.

Ti presenti qui con il numero uno sulla schiena, come ti senti?
«È dall’anno scorso che volevo ritornare in questa gara perché era stata una bella esperienza e una bella emozione vincere questa competizione e mi porto sempre dietro un bel ricordo».

Se dovessi paragonare il tuo livello di forma a quello del 2017.
«Completamente diverso. Lo scorso anno avevo fatto tutta la campagna delle gare italiane ed ero giunto qui con una condizione ottima. Quest’anno è un po’ un punto interrogativo visto che ero in Cina e il chilometraggio era più ridotto. Speriamo che la gamba risponda bene negli ultimi giorni».

Il chilometraggio è un punto importante.
«Sì, basti pensare che il totale è di 1500 km. Oggi è di 90, ma tolte un paio di tappe, le prossime saranno tutte piuttosto lunge con addirittura una da ben 230 kmm distanza che a fine Ottobre sicuramente farà male».

Il livello dei rivali si è alzato.
«Quest’anno ci sono tutte e quattro le squadre italiane, la Israel Academy e un buon gruppo di team asiatici. Come tutte le gare sarà assai combattuta».

Voi lavorerete anche per le volate con Mareczko.
«Sicuro. Qui ci sono sia Kuba sia Pacioni, che possono fare bene in tutte le tappe tranne in quelle più dure. Proveremo a lavorare per loro inizialmente, sarà il nostro obiettivo principale. Poi vedremo se ci sarà occasione di lottare per una buona posizione in classifica generale».

Magari con un occhio di riguardo per la sesta tappa.
«Sì, me la ricordo bene e mi piace. Ma è tutto da vedere perché l’anno scorso è andata via la fuga e siamo arrivati, quest’anno, come già capitato, potrebbe arrivare un gruppo e terminare con una volata ristretta».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Festival della Arvedi Cycling al tredicesimo Gran Premio d'Autunno trofeo Comune di Acquanegra sul Chiese. Sul traguardo mantovano che ha chiuso la lunga stagione degli Elite ed Under 23 Stefano Moro ha preceduto il compagno di squadra Attilio Viviani in...


Il ligure Francesco Canepa, classe 1997 della Garlaschese ha vinto il 53esimo Trofeo Comune di Ferrera Erbognone ultima gara della stagione su strada dilettanti. Il vincitore allo sprint ha superato il compagno di fuga Davide De Robertis (UC Pregnana). Completa il...


Mario Cipollini è ricoverato in ospedale ad Ancona per problemi cardiaci ed è stato sottoposto ad un doppio intervento di ablazione al cuore per correggere una malformazione congenita: una prima operazione è stata effettuata ieri sera ed una seconda questa...


Un cuore ciclistico, quello del Veneto, che guarda oltre confine e si prepara a conquistare l'Europa ospitando uno degli eventi più attesi dell'intera stagione, vale a dire il campionato europeo di ciclocross che si svolgerà a Silvelle il 9 e...


Il 5 ° Gala di ciclismo UCI si è svolto oggi a Guilin, in Cina, riunendo numerose star del ciclismo su strada professionistico maschile e femminile, tra cui il Campione del mondo Mads Pedersene tanti campioni iridati del paraciclismo su...


  Dmitry Strakhov e Sergey Chernetskiy vestiranno nel 2020 la maglia della Gazprom - RusVelo. Il 24enne Dmitry Strakhov ha già ottenuto quattro vittorie professonistiche nella sua carriera ciclistica e in questa stagione ha gareggiato per il Team Katusha Alpecin,...


Ancora una bella prestazione per il cremasco Jalel Duranti del Team Colpack sulle strade del Giro della Nuova Caledonia, in Oceania. Dopo il successo di sabato scorso, oggi, nella quinta tappa corsa da Touho a Mine du Cap Bocage (Hauailou) di km 95, 5 il...


E' ufficiale: la Named Rocket ha rinnovato il proprio accordo con tutti gli sponsor in essere per la stagione 2020 che la vedrà ancora in gruppo con una formazione della categoria Elite e Under 23. A darne conferma è il...


Egan Bernal si sta rendendo conto di quanto la sua popolarità non abbia confini. Il giovanissimo talento colombiano che quest'anno ha vinto il Tour de France ieri sera è stato protagonista di un quesito di Caduta Libera, il preserale di...


Endurace è fantastica, Endurace è versatile, comoda e veloce. Endurace è una bici strepitosa, etc, …Questi sono alcuni dei commenti riportati da felici possessori di Endurace, ciclisti meno spinti verso agonismo sfrenato, ma atleti di livello che preferiscono pedalare comodi...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy