CASSANI: MI IMPONGO DI ESSERE OTTIMISTA

PROFESSIONISTI | 25/07/2018 | 09:08
di Alessandra Giardini

Bastava fare due conti per capirlo: il Mondiale di Innsbruck è a rischio per Vincenzo Nibali dopo la caduta nel finale dell’Alpe d’Huez. O meglio: se la prima prognosi sarà rispettata, se non ci saranno altri intoppi, allora tutto è ancora possibile. Ma se i tempi dovessero allungarsi, se Nibali dovesse stare fermo non più due settimane ma tre, ecco allora che il sogno mondiale rischia seriamente di sfumare. Era un’ipotesi che avevamo purtroppo già avanzato, ora a confermarlo è il ct azzurro Davide Cassani, a Bologna per la presentazione del Trofeo Coni. «Vincenzo aveva due obiettivi in questa stagione, il Tour de France e il campionato del mondo. La caduta sull’Alpe d’Huez potrebbe compromettere anche il campionato del mondo». Anche per Cassani sono stati giorni complicati: giovedì la botta di Nibali, domenica la notizia dell’ultima follia di Moscon. Il rischio di aver perso due uomini decisivi quasi in un colpo solo c’è. «Se Vincenzo riuscirà a recuperare in due settimane, avrà il tempo di presentarsi alla Vuelta e di essere al via del Mondiale. Se invece dovesse stare fermo tre settimane diventerà un grosso problema: rischia di dover dire addio anche al campionato del mondo». 

Cassani vuol essere fiducioso fino alla fine. «Sono continuamente in contatto con Nibali, con Slongo e con il dottor Magni. Per la prossima settimana speriamo che arrivi l’ok dei medici per ricominciare ad allenarsi, spero che Vincenzo possa risalire in bici al più presto. Adesso può soltanto aspettare. Lavora e scarica in piscina, si aiuta con un po' di magnetoterapia. Ma non può fare molto di più, con la schiena è così. Lui è un grande campione, l'ha presa con filosofia e con quella serenità necessaria poi per ripartire». 

Per un Nibali che preoccupa Cassani, se non altro c’è Fabio Aru pronto al rientro dopo il naufragio del Giro d’Italia. «L'ho sentito, si sta allenando molto bene, ricomincerà a correre tra qualche giorno al giro della Vallonia, farà il giro di Polonia poi ovviamente la Vuelta. Mi impongo di essere fiducioso. Ci vuole anche un po’ di fortuna, non possiamo avere sempre tutto contro».

Copyright © TBW
COMMENTI
i misteri di tuttobici
25 July 2018 14:34 pickett
Si può sapere per quale motivo Cassani avrebbe perso Moscon ?Semmai ,a Innsbruck lo avrà + fresco e meno spremuto.Certi giornalisti,rileggono gli articoli prima di pubblicarli?

forse non solo i giornalisti devono rileggere...
25 July 2018 15:02 excalibur
picket, c'è scritto: «Il rischio di aver perso due uomini decisivi quasi in un colpo solo c’è.» non c'è scritto che è sicuro. quel che è più sicuro è l squalifica di moscon: a boom hanno dato un mese di stop per avere alzato le mani, al trentino ne toccherà almeno altrettanto. che piaccia o meno a giornalisti e blogger...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Ucraina al potere sulle strade polacche del Tour of Malopolska. La seconda tappa ha visto infatti il successo di Oleksandr Holovash , mentre in testa alla classifica rimane il suo connazionale Anatolii Budiak. ORDINE D'ARRIVO 1 Oleksandr Holovash (Ukr) Nazionale...


L'olandese Alex Molenaar, portacolori della Monkey Town - A Block CT, ha vinto la seconda tappa dell'Oberosterreichrundfarth battendo l'austriavo Schlemmer e il norvegese Skaarseth. Nono posto di giornata per Jacopo Mosca. In classifica generale resta al comando il tedesco Jannik...


Si va delineando sempre di più il fine settimana più atteso in Basilicata e da tutto il movimento ciclistico giovanile nazionale. Per la 33°edizione del Meeting (20-23 giugno), la Re-Cycling Bernalda, in stretto coordinamento con la struttura giovanile nazionale della...


La Grandvilliers - Ressons sur Matz di 174, 00 chilometri, terza tappa della Ronde de l'Oise, è stata caratterizzata da una fuga di tre uomini controllata dal gruppo. La volontà era quella di arrivare in volata e così è stato....


Parla tedesco la seconda tappa del Giro delle Filippine grazie al successo di Mario Vogt, portacolori del Team Sapura Cycling. In classifica generale resta al comando l'olandese Jeroen Meijers. ORDINE D'ARRIVO 1 Mario Vogt (GER) Team Sapura Cycling 4:49:062 Kohei...


            I CT Dino Salvoldi (donne strada e pista) e Marco Villa (uomini pista) hanno ufficializzato gli azzurri per la prossima edizione degli European Games Mins2019 in programma dal 21 al...


AMORE & VITA – PRODIR ALL’ATTACCO DEL “MONTE CALVO” Ben tre risultati nella top ten nelle ultime tre corse. Così Amore & Vita – Prodir si presenta al via lunedì 17 Giugno in Francia della MONT VENTOIX DENIVELLE CHALLENGES...


L'italiano più pimpante in questo inizio di Giro d'Italia Under 23 è Gregorio Ferri. Quarto a Santa Sofia ieri, l'atleta bolognese si è migliorato oggi a Pescia, chiudendo secondo alle spalle di Matthew Walls. Classe 1997, non ha nelle volate...


La crono di apertura del Giro di Svizzera (Langnau im Emmental-Langnau im Emmetal di 9, 5 km) finisce al 29enne australiano Rohan Dennis del team Bahrain-Merida. Staccato di una manciata di decimi di secondo il 34enne corridore polacco Macej Bodnar....


Cambia il protagonista, ma la vittoria di tappa è ancora appannaggio della Nazionale Britannica al Giro d'Italia U23. Praticamente intoccabili fino ad ora, stavolta è stato Matthew Walls a finalizzare il lavoro della squadra, con la Maglia Rosa Ethan Hayter...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy