FROOME. «POTEVO FERMARMI, MA PER QUANTO?»

PROFESSIONISTI | 07/03/2018 | 07:38
Lui è un amore. Saluta, bacia, abbraccia. Sorride, risponde con tutta la calma del mondo, non alza mai la voce di un tono. Si mostra paziente, comprensivo, tollerante. Ha voglia di uscire da qui, si capisce, ma soltanto perché fuori ci sono il sole, il mare, diciassette gradi e un profumo proibito di calamaretti fritti. «L’Italia mi mancava, ma ero focalizzato sul Tour. Sono molto legato a questo Paese». L’ultima Tirreno l’aveva fatta nel 2013, l’ultima corsa in assoluto sulle nostre strade erano stati i Mondiali di Toscana, pochi mesi più tardi. Cinque anni più tardi il mondo si è capovolto.

Da quell’ultima Tirreno (dove fu secondo alle spalle di Nibali) Chris Froome ha vinto quattro Tour e una Vuelta. E proprio nei giorni del giro di Spagna è incappato in un controllo che rischia di cambiare per sempre la sua storia. Eccesso di salbutamolo, e il pericolo di una sospensione è decisamente concreto. Ma non si sa quando ci sarà il processo, e finché (e se) non sarà condannato Froome corre. «Lo so, non è una buona situazione per nessuno di noi, ma dimostrerò che non ho fatto niente di sbagliato. Ok, potevo fermarmi. Ma per quanto tempo? Per quanti mesi? Lo sapete voi?».

Alessandra Giardini
Copyright © TBW
COMMENTI
...fino alla sentenza
7 marzo 2018 10:08 marchetto
Caro Froome,
mi dispiace per te ma dovevi fermarmarti fino alla sentenza, perchè l'infrazione c'è stata, il limite è stato superato (e non di poco) e tanto dovrebbe bastare, secondo me, per fermare un ciclista... anche e solo per opportunità.
Se alla fine della vicenda dovessi essere squalificato, spero che non ti vengano tolti i risultati di questo periodo (tipo Contador), perchè allora sì verrebbe tutto falsato; se le regole dicono che puoi correre (anche se secondo me non sono giuste) allora corri validamente.

Onesta
7 marzo 2018 10:28 Mac75
Se la legge è uguale per tutti,minimo deve stare ferme un anno e gli devono togliere la vuelta

La colpa non è di Froome
7 marzo 2018 11:14 Leonk80
ma di queste regole assurde che permettono questa sorta di limbo. Meglio sarebbe dare un termine breve agli organi giudicanti per emettere una sentenza anche a rischio che sia sbagliata (che poi non è che se ci mettono di più significa che sia corretta).

La solitudine dei potenti
7 marzo 2018 11:56 geo
Un componente di una qualsiasi continental sarebbe stato sospeso ed avrebbe probabilmente chiuso la carriera con una positività come quella di Froome.
Froome invece correrà, vincerà premi, guadagnerà soldi, falserà (suo malgrado) i risultati e non verrà scalfito dalla vicenda.

nuovo gruppo
7 marzo 2018 12:04 ERIO
vorrei fondare un nuovo gruppo NO VENTOLIN....

sky
7 marzo 2018 12:23 ConteGazza
la sky è in super casini per anke altre faccende (sempre d doping). Se lo sponsor se ne vuole andare, gli danno la mazzata con 2 anni di squalifica a Froome. Se no gli danno 6 o 7 mesi al massimo e così può partecipare a Giro e Tour (okay perde Vuelta 2017 e terzo posto mondiale a crono). Scommettiamo ke sarà una di queste due? saluti

Fermarsi per quanto?
7 marzo 2018 16:40 Bastiano
E' chiaro che se ti è stata riscontrato un livello di una farmaco vietato, doppio rispetto al massimo concesso, non devi porti il problema, ti devi fermare e basta. Altri prima di te lo hanno fatto e si sono presi la squalifica.
Se un team oltre a questo increscioso caso di positività, ha anche un indagine da organo indipendente che scopre che ha ricevuto pezze che alzano il livello di Testosterone, in modo da sfuggire ai normali controlli, se ha una situazione come quella di Wiggins che viene scoperto che usava certificati di esenzione per trasformarsi da pistard a vincitore di Tour de France e se lo stesso atleta sconsiglia ai giovani di andare in SKY, forse il problema c'è e va combattuto in modo energico, sia dentro il team che dal mondo esterno. Se non alziamo i coperchi e se, non togliamo le protezioni, questo mondo scomparirà!

Quelli
7 marzo 2018 18:53 pagnonce
Che dovevano giudicare non hanno ancora giudicato,chi giudica questi giudici.Diamo una squalifica pure a loro?

.... è tutta una farsa....
7 marzo 2018 19:38 Pinolo
A tutti voi..... ricordate il caso Taliani??? Quel ragazzo giovane che correva per l androni... Lo so non è Froome,quindi passa facilmente, ma la vicenda non è tanto vecchia ... comunque vi ricordo quanto accaduto.... sospeso dalla corse appena è stato scoperto positivo ad uno spray nasale per 0,6 nanogrammi, e dopo squalificato per 4 anni, dico 4 anni per uno spray nasale... e questo signore perché si chiama Froome continua anche a parlare.... io rimango basito di come possiamo essere indifferenti a tutto questo....la stampa,L uci,la giustizia sportiva, dove sono , perché permettano tutto questo.... apriamo gli occhi è tutta una farsa...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La campionessa belga Lotte Kopecky ha vinto Le Samyn des Dames, seconda classica belga della stagione. La portacolori della Luv Racing ha regolato allo sprint il gruppo delle migliori con la danese Jorgensen al secondo posto e l’australiana Hosking al...


Il Giro d’Italia si prepara a celebrare il proprio simbolo: la Maglia Rosa, che compie 90 anni. Un percorso da marzo a settembre che coinvolgerà tutti gli appassionati del grande ciclismo e in particolare la fan base della Corsa Rosa....


Alejandro Valverde aggiunge un altri riconoscimento prestigioso alla sua collezione: il campione murciano è stato premiato stamane da Re Filippo di Spagna: a Valverde è stato attribuito il Premio Rey Felipe, nel corso della cerimonia di consegna dei Premios Nacionales...


Un altro debutto. Un’altra prima volta. Un’altra giornata fatta di emozioni con un pizzico di incredulità. Sabato il team EOLO-KOMETA sarà al via della quindicesima edizione della Strade Bianche: la prima corsa di categoria UCI WorldTour per il nostro team...


Dopo l'ottimo debutto in campo nazionale la Work Service Marchiol Vega si prepara per due appuntamenti infrasettimanali di assoluto primo piano: domani, mercoleì 3 marzo, infatti, gli uomini dei patron Demetrio Iommi, Renato Marin, Giuseppe Lorenzetto e Massimo Levorato saranno...


Caro Direttore, ad essere Altolocati , ce la si potrebbe cavare con un indiscutibile " La Giustizia non è di questo mondo". Amen, e buonanotte suonatori.Siccome non vedo  in circolazione nessuno che sia... a due dita dal Padreterno, dobbiamo arrangiarci...


Roadlite:ON è stata ed è una bici importante per Canyon, infatti, questa fitness e-bike ha fatto capire anche ai più restii quanto mezzi come questo possano mantenere in salute chiunque li utilizzi con regolarità. Versatile e sportiva, Roadlite:ON sfrutta il compattissimo sistema...


Stima e credibilità. Attributi che calzano a pennello ad Andrea Schiavone, il massofisioterapista non solo di ciclisti professionisti e dilettanti, ma anche di personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport come Ignazio Moser, Cecilia Rodriguez, Marco Melandri, Alice Arzuffi,...


Tadej Pogačar e l’UAE Team Emirates hanno un ulteriore motivo per gioire dopo il successo nell’UAE Tour: le strade del giovane talento sloveno e quelle della squadra emiratina saranno unite fino ad almeno il 2026. Matar Al Yabhouni, Presidente dell’UAE...


La vittoria più bella per Michele e Rigoberto Uran è arrivata da poche ore: si chiama Carlota ed è la bellissima primogenita della coppia. Ad annunciarlo è proprio il coorridore colombiano della EF Educational NIPPO con un post sui social:...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155