SAN JUAN. GANNA PRONTO ALLA PRIMA SFIDA CONTRO IL TEMPO DEL 2018

PROFESSIONISTI | 23/01/2018 | 07:00
Filippo Ganna è il favorito della cronometro in programma oggi al Tour de San Juan, 14.4 km con arrivo e partenza a San Juan. Il 21enne piemontese della UAE Emirates, campione del mondo nell'inseguimento individuale nel 2016, dopo il 4° posto di ieri non respinge il pronostico e ci svela le sue ambizioni per la stagione appena iniziata. «Ieri pensavo la vittoria non mi sarebbe sfuggita, è successo per poco, sono partito troppo tardi e non sono più riuscito a chiudere sui primi tre. Oggi voglio onorare la maglia di miglior Under 23 che ho indosso e guadagnare il più possibile per la classifica generale per cercare di portarmela a casa». 

«Quest'inverno abbiamo lavorato bene in Sicilia con il team e qui al caldo di San Juan continuiamo a crescere. L'anno scorso questa è stata tra le corse più facili che ho disputato, spero lo sia anche questa volta nonostante il caldo e i problemi intestinali stiano mettendo in difficoltà una buona parte del gruppo. Ciò che mi colpisce di più di questa terra è l'accoglienza calorosa della gente, non ho mai visto una persona senza il sorriso sulle labbra. L'obiettivo qui in Argentina è ottenere buoni risultati a livello personale e come squadra. Atapuma sta bene (speriamo non incontri un cane randagio che gli tagli la strada come l'anno scorso!), Mirza è fresco di vittoria ai campionati nazionali, Troia dirà la sua come ruota veloce, Ait El Abdia può essere utile per la generale, così come Riabushenko, che sta comprensibilmente soffrendo lo sbalzo climatico da Minsk a San Juan (quanto saranno, 60° di differenza?) ed è giovane ma promettente».
Pippo, alla sua seconda stagione nella massima categoria, oltre che nelle prove contro il tempo vuole ritagliarsi un po' di spazio anche in quelle in linea. «La crono è il mio terreno. Abbiamo lavorato tanto, la squadra vuole crescere e diventare tra le prime del World Tour al mondo. Abbiamo lavorato con gli esperi del Politecnico di Milano per perfezionare la posizione in bici e sfruttare al meglio i materiali forniti dagli sponsor. Sto provando delle nuove protesi di Deda, stiamo lavorando davvero bene, sono felice. Mi sento più maturo a livello di gambe rispetto a un anno fa. All'inizio in una corsa a tappe come questa dopo due giorni ero a tutta, ora la stanchezza arriva dopo il quinto o sesto giorno».
A marzo sarà tra le punte azzurre della Nazionale diretta dal CT Marco Villa ai mondiali su pista. «In questo momento sono concentrato sulla strada, dopo San Juan, correrò a Dubai quindi sarò schierato alle classiche, le mie corse preferite. Continuerò a prepararmi come sempre, così da farmi trovare pronto anche per gli appuntamenti più importanti nei velodromi, svolgendo lavori specifici nelle settimane a ridosso. Per andare forte, alla fine dei conti, bisogna sempre pedalare».

da San Juan, Giulia De Maio
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Ciliegina sulla torta per la Riccione dello sport, il miglior epilogo di un 2019 da incorniciare: il percorso rosa della tappa a cronometro Riccione – San Marino si tinge di azzurro al passaggio della squadra nazionale dei cronomen, guidati dai...


Il varesino Alessandro Covi del Team Colpack, protagonista ieri nella lunga fuga di giornata tra i professionisti alla Coppa Bernocchi di Legnano, è tra i 10 atleti convocati dal CT azzurro degli Under 23 Marino Amadori  dai quali, tra qualche giorno, sceglierà i sei titolari per la...


Nel nome di Gimondi. Il Lombardia NamedSport, vinto due volte dal Campione di Sedrina nel 1966 e nel 1973, gli renderà omaggio sabato 12 ottobre sul percorso che partirà da Bergamo per chiudersi sul Lungolago di Como. Al vincitore verrà...


Un mese e due giorni dopo Matteo Spreafico è tornato a pedalare sulla sua bici. Il figlio d'arte (papà Maurizio ha corso tra i professionisti dal 1987 al 1989 nelle squadre di Ivano Fanini, ndr), caduto nel corso della prima tappa...


C'è la firma del figlio d'arte Lorenzo Giordani sul 5°G.P. Montespertoli, riservato alla categoria Allievi, al quale hanno preso 95 atleti provenienti dalla Toscana e dalle regioni limitrofe. Il percorso prevedeva un circuito ondulato con la salita di Montagnana da...


Vincere tra favorito è sempre meno scontato di quanto potrebbe sembrare ma il russo Artem Ovechkin (TSG) non si è scomposto e ha centrato il bottino pieno tappa e maglia nel cronoprologo di poco più di cinque chilometri che ha...


Il supervisore delle Squadre Nazionali italiane, Davide Cassani, e il ct degli stradisti azzurri under 23, Marino Amadori, hanno scelto i titolari per le gare Giro della Toscana (18 settembre) e Gran Premio di Peccioli Coppa Sabatini (19 settembre). Al...


Strada e pista, le ragazze di Giovanni Fidanza sempre protagoniste. Una buona serie di risultati ha caratterizzato l'ultimo week end del team Eurotarget Bianchi Vittoria squadra femminile UCI. In primis il secondo posto di Debora Silvestri al Lake Garda Classic...


Non si vive di sola palestra e allora CR7, dopo il pareggio con la Fiorentina, deve aver pensato che era meglio passare una giornata all'aria aperta con tutta la famiglia. Tra i tanti sport da lui praticati, ecco che compare...


Primoz ROGLIC. 10. La crono gli spiana la strada, poi lui con calma olimpica, risponde a tutti colpo su colpo tanto da spianare anche le montagne. È il Primoz sloveno a vincere un Grande Giro, completa l’anno delle prime volte...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy