SAN JUAN. MARK PADUN, EMOZIONI E SOGNI DI UN DEBUTTANTE. AUDIO

PROFESSIONISTI | 21/01/2018 | 10:00
Mark Padun è tranquillo e concentrato al via della sua prima corsa da corridore professionista. Il 21enne ucraino, tra i neopro' più interessanti dell'anno, guarda curioso il mondo che gli si muove attorno e come una spugna cerca di imparare il più possibile da compagni, tecnici e staff della Baharain Merida.
«Oggi l'emozione prevale sulle paure, non vedevo l'ora di iniziare. Per me è strano cominciare a correre a gennaio, al caldo, tra alberi verdi e fiori, così presto e così lontano da casa. Mi sento un bambino che affronta una nuova esperienza, pericolosa e gioiosa allo stesso tempo» ci confida al via della prima tappa della Vuelta a San Juan, San Juan - Pocito di 148,9 km.
«Sono curioso di vedere come andrò e di capire come funzionano le corse dei grandi. Il mio obiettivo è rendermi utile per la squadra e portare a termine la corsa con buone sensazioni. Diciamo che il 28 sera vorrei sentirmi dire bravo dai miei tecnici. Ho due anni di contratto, voglio sfruttarli al meglio. Vorrei superare le aspettative del team e mettermi in mostra nelle corse in cui sarò in grado di conquistarmi il mio spazio. Le gare World Tour fino a ieri le avevo viste solo in tv, immagino si andrà forte, nelle corse a tappe però vorrei mettermi alla prova e portare a casa qualche risultato interessante» prosegue il talento che nel 2017 si è imposto al Trofeo Piva e al Gp Capodarco, inoltre ha chiuso al 5° posto il Giro d'Italia riservato agli Under23.
182 cm per 64 kg, pacato e intelligente, è una delle promesse più interessanti del ciclismo internazionale. «Ho ancora tutto da dimostrare nella massima categoria, ma proverò fin da quest'anno a mettermi in mostra e a raccogliere qualche buon risultato. Sto imparando tanto, soprattutto da Kanstantsin Siutsou, un corridore di grande esperienza e che, parlando russo, mi spiega quello che non capisco in italiano. Dividiamo la camera ed è proprio un buon maestro. Mi ha consigliato di mangiare tante insalate, che non "ingolfano" come riso e carboidrati, ma riempiono e ti fanno smaltire l'acido lattico. Io lo ascolto».

da San Juan, Giulia De Maio

nel file audio l'intervista integrale a Mark Padun

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Gianni Bugno, presidente dell'Associazione Internazionale dei Corridori (CPA), ha voluto ringraziare pubblicamente l'Unione Ciclistica Internazionale (UCI) per il sostegno concreto che la federazione ha deliberato in favore del Fondo di transizione e del CPA Women, e Amaury Sport Organization (ASO),...


L’Emilia-Romagna non è esclusivamente la patria della Ferrari, della cucina tradizionale, della piadina e del Sangiovese, la terra di Marco Pantani e della movida in Riviera. E ancora: non è solo il luogo degli ultimi Mondiali di Ciclismo, della grande...


Se c’è qualcuno che ha voluto dimenticare il 2020 a tutti i costi quello è proprio Matteo Malucelli: l’anno scorso il ventisettenne di Forlì non si è fatto mancare proprio niente, nemmeno il temibile virus. Archiviata l’avventura biennale con la...


Massaggiatori, meccanici, chef, osteopati, nutrizionisti, autisti: sono davvero tante le mani d'oro italiane nel WorldTour. Abbiamo deciso di incontrare i proprietari di queste mani e di raccontarvi alcune delle loro storie. Uno per squadra e questa volta è il turno...


Matteo Ascari e Alessia Fantoni, Giudici emiliano-romagnoli hanno brillantemente superato l’esame conclusivo del Corso di Formazione per Giudici Nazionali. Matteo Ascari di Lugo, classe ’95, è atleta con la Baracca nelle categorie giovanili, Junior con la Calderara stm e giudice...


Ti ricordi la tua prima bicicletta, di quando eri piccola?, colore, marca, regalo, sensazioni, il primo momento in cui ha trovato l’equilibrio senza aiuti o rotelle? Ti ricordi la tua prima bicicletta da corsa?, e la tua prima corsa?, e...


Il vincitore dell’UAE Tour, Tadej Pogačar, sarà l’uomo di riferimento della formazione emiratina che prenderà parte alla Tirreno-Adriatico, breve corsa a tappe di categoria World Tour in programma dal 10 al 16 marzo che proporrà sette frazioni. Il Team Manager...


Il ciclismo giovanile italiano purtroppo sta affontando una evidente "esasperazione agonistica":  fin dalle categorie minori c’è pressione sui giovani atleti, portando ragazzi di 16/17 anni ad essere considerati già come professionisti. Nella disperata ricerca di un ricambio generazionale si creano...


Filippo Fiorelli ha rotto il ghiaccio tra i professionisti con la vittoria al Porec Trophy, in Croazia. Nonostante il suo essere arrivato tardi al professionismo, sta a suo modo bruciando le tappe e tutta la Bardiani CSF Faizanè lo supporta...


Protagonista mercoledì a Laigueglia, Mauri Vansevenant oggi ha fatto ancora meglio conquistando il successo nel GP Industria & Artigianato a Larciano.«Il mio team ha fatto un lavoro fantastico per me oggi e questo ha esaltato la mia fiducia. Vedere che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155