FROOME: NON CONDANNATE GLI ASMATICI

DOPING | 14/12/2017 | 12:09
Ventiquattr'ore dopo lo scoppio della vicenda che lo coinvolge personalmente, Chris Froome torna a twittare e lo fa prendendo le difese di tutti gli sportivi costretti dalla patologia asmatica a fare ricorso al Ventolin e al suo principio attivo, il salbutamolo: «È triste vedere quante idee sbagliate ci siano nel mondo sugli atleti &e sull'uso del salbutamolo. La mia speranza è che questo non impedisca agli atleti asmatici di usare i loro inalatori in situazioni di emergenza per paura di essere giudicati. Non si tratta di qualcosa di cui vergognarsi ».
Copyright © TBW
COMMENTI
Vergogna....
14 dicembre 2017 12:23 Fabrifibra
La vergogna è che ci siano in giro corridori che usano sostanze chiaramente Dopanti, caro Chris devi andare a lavorare....

Ancora????
14 dicembre 2017 13:11 Bastiano
La questione può essere affrontata in modo scientifico e senza lasciare spazio agli ipocriti di turno.
Vediamo nella società che percentuale di persone ha questa patologia e poi, vediamo la percentuale tra i ciclisti (e tutti gli altri sportivi), così sapremo immediatamente se nel ciclismo ci sono o meno quelli che barano.
Se non facciamo questo semplicissimo studio, è solo perchè, non vogliamo la pulizia nello sport. STOP

Ventolin "SOSTANZA DOPANTE???"
14 dicembre 2017 14:45 Lignazz
NON DICIAMO FESSERIE PER FAVORE!!!

14 dicembre 2017 15:00 limatore
Se sono basso non vado a giocare a basket, se sei asmatico scegli un’altro sport l’equazione sarebbe semplicissima. #lavueltaanibalisubito

Froome
14 dicembre 2017 15:29 Lignazz
E' già dieci spanne superiori agli altri con i suoi problemi asmatici...Figuriamoci senza!!!
Il fatto è che non sanno come batterlo e questo è l'unico appiglio per metterlo fuori dai giochi nel 2018...
Magari cosi'i grandi uomini da corse a tappe riusciranno,forse, a vincere qualcosa anche loro!

lignazz
14 dicembre 2017 15:55 fras
bravo non dirle per primo allora

x Bastiano:
14 dicembre 2017 16:23 SoCarlo
la percentuale di asmatici nella popolazione generale e' 7%
la percentuale di asmatici tra ciclisti professionisti e' 30%
Non ho sottomano la fonte ma e' tratta da un famoso quotidiano nazionale.

Per lignazz.
Hai perfettamente ragione: bisogna dare anche agli infermi la possibilita' di vincere un grande giro.
Basta con quest'invidia delle malattie altrui (Froome ha altre 4 condizioni patologiche oltre all'asma). Dovremmo farne il portabandiera degli atleti disabili. Concordi?

X SoCarlo
14 dicembre 2017 16:40 Lignazz
Hai proprio ragione!!!...Froome è l'unica mosca bianca del ciclismo moderno!!

Froome
14 dicembre 2017 16:53 Lignazz
Che possa piacere o meno, ma il fatto è che Froome è uno tra quei atleti che hanno qualcosa in più...fanno la differenza...sono dei CAMPIONI!!!
Se i numeri non li hai, puoi prendere di tutto e di più, ma i risultati non vengono comunque.

Froome
14 dicembre 2017 18:16 giorginoc
Froome deve essere sanzionato non c'e asma che tenga| Ha superato i limiti concessi se non si sentiva bene doveva ritirardi dalla Vuelta. Vediamo swe la giustizia è uguale per tutti gli atleti.

froom
14 dicembre 2017 18:41 MARCIANO
Ha ragione Tony Martin, se fosse stato uno sfigato sarebbe stato squalificato SUBITO dopo l'esito della prima analisi.

certamente
14 dicembre 2017 19:55 Ciclismopuro
Non ci dev'essere vergogna nel ricorrere al Ventolin, certamente …ma nella misura giusta, 2 puff vanno bene qualsiasi medico dice che sono sufficienti.
Sarà ma il salbutamolo ha una parte anabolizzante, che tanti non lo dicono

x Lignazz
14 dicembre 2017 20:19 SoCarlo
mi hai preso troppo seriamente...

dalle statistiche risulta che avere l'asma e' una condizione che favorisce le prestazioni dei ciclisti professionisti: infatti hanno una percentuale di malati di 4 volte superiore alla popolazione normale.
In aggiunta ai test VO2 e di potenza per misurare il potenziale dei giovani bisogna controllare anche se hanno l'asma per 'extra points'

Froome e' solo la punta dell'iceberg, il problema e' come controllare l'assunzione di sostanze ai fini di incremento della performance, per tutti ed evitare che alcuni possano avvantagiarsi con o senza TUE.

nel caso specifico: se ha l'asma si ritira, esattamente come quei tanti che si ritirano per bronchite, febbre, problemi intestinali ecc. Fa parte del gioco.


Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Aria di Tour de france anche in campo femminile con Aso che ha ufficializzato l'elenco delle formazoni che saranno a Nizza il 29 agosto per prendere parte a La Course By Le Tour, l'ormai tradizionale appuntamento che vede le campionesse...


Alla data 30 giugno l'UCI ha interrotto il suo rapporto con Jean Christophe Pèraud. Negli anni non sono mai stati trovati casi di frode nel mondo dei professionisti (sono stati scoperti solo una giovane Junior e un cicloamatore).  Peraud si...


«Si rende noto che, a seguito di segnalazioni pervenute, la Procura Federale della Federciclismo ha aperto, in data 30.06.2020, un fascicolo di indagine riguardante la partecipazione di tesserati FCI a gare svoltesi durante il periodo di emergenza sanitaria e di,...


«Il lancio di Egan Bernal e il salvataggio del team (dopo la vicenda Venezuela ndr) sono state tra le soddisfazioni più significative della mia carriera», Gianni Savio si è espresso così durante la diretta di Lello Ferrara 3.0 parlando della...


Una caduta con lo scooter e purtroppo per Matteo Lapo Bozicevich la diagnosi non è delle più belle: frattura di due vertebre e lo schiacciamento di una terza. E' successo lunedì pomeriggio verso le 18.30 quando, a seguito di una...


La e-bike è il futuro ed è l’emblema della nuova mobilità, per intenderci, quella sostenibile che promette di cambiare il volto delle nostre città. La e-Road, la sua versione sportiva, è lil modo migliore per riportare in sella chi non...


La domanda che nel corso della sua santa esistenza Bartali si è sentito porre con più frequenza è questa: “Chi ha passato la borraccia?”. Se avesse avuto davanti un coppiano, il buon Gino rispondeva che gliela aveva data Fausto, viceversa...


Come se non bastasse la mazzata della pandemia, altre situazioni negative stanno penalizzando il ciclismo. Ne parliamo con Fabio Sabatini, figlio d'arte - anche papà Loretto è stato un ottimo ciclista - 35enne originario di Monsummano ma che risiede a...


Ancora nulla da fare per gli sport di squadra in Emilia Romagna. «Stiamo monitorando quotidianamente la curva dei contagi - afferma Gianmaria Manghi, responsabile delle segreteria politica della Giunta regionale - ancora non abbiamo deciso un giorno per la riapertura...


Massimo Ghirotto è stato uno di quei logotenenti che avevano doti e capacità per cogliere vittorie importanti e da oltre dieci anni racconta il Giro d'Italia dal cuore della corsa per RadioRai. E ha accettato il nostro invito per partecipare...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155