BALSAMO: «STO LAVORANDO, STO CRESCENDO»

DONNE | 30/07/2017 | 07:44
Umile, lucida e presente: non perde mai la testa Elisa Balsamo che analizza la sua prestazione ai Campionati Europei di Anadia (Portogallo) con la serenità e la maturità di chi ha alle spalle molte più gare internazionali di quelle che ha effettivamente disputato. 
Oro nell’inseguimento a squadre, oro nell’omnium e bronzo nell’americana, Elisa non è mai banale nelle risposte, rivelando un estrema capacità di autoanalisi e un carattere tanto sensibile quanto forte, quando parla della compagna di squadra Claudia Cretti. Una forza d’animo che probabilmente solo le donne possono avere.



Elisa, andiamo con ordine e passiamo in rassegna ogni tua medaglia di questi Campionati. Iniziamo dal quartetto, quando addirittura nella finale avete raggiunto le polacche. Una cosa che accade molto raramente e che ti era capitata anche da junior agli Europei 2016.

«Sì, al di là di questo, sono molto contenta, perché contro la Polonia abbiamo fatto un buon tempo, nonostante siamo un gruppo molto giovane. E proprio perché siamo giovani e possiamo ancora crescere, questo risultato mi incita a lavorare ancora più duramente per puntare a qualcosa di più grande nei prossimi anni».



Tu hai vinto da junior il mondiale omnium, da elite sei giunta settima al mondiale e ora da under hai vinto l’europeo. Come è andata?

«Il livello era abbastanza alto e sto imparando man mano a gestire le singole gare. Sono contenta per come sono rimasta concentrata nell’eliminazione che è la prova nella quale non ti puoi concedere distrazioni. Poi nella corsa a punti finale ho corso a ruota della Dideriksen: essendo lei dietro in classifica, avrebbe dovuto fare la corsa. Con questa tattica che avevamo preparato con il c.t. siamo riusciti poi a vincere l’omnium».



E vincere l’omnium contro la campionessa mondiale in carica non è per niente male. E dell’americana disputata in coppia con Rachele Barbieri che ci dici?
«Rachele ed io abbiamo fatto tanta esperienza: i cambi sono stati fatti bene, nelle posizioni giuste ed è arrivato un bronzo. Non male anche perché dopo 5 giorni di corse mi sentivo un po’ stanca, ma ho cercato di non mollare mai e dare tutto quello che avevo».



Domanda inevitabile, Elisa: come hai vissuto la notizia della brutta caduta della tua compagna di squadra Claudia Cretti al Giro Rosa?


«I primi giorni sono stati devastanti. Stavo proprio male. Ma poi ho capito che dobbiamo andare avanti. Io conosco Claudia e sono sicura che lei ci direbbe questo. Di andare avanti. Così ci siamo dette di dover lottare e di dover allenarci ancora più duramente. Dovevamo vincere per lei. Se noi lottiamo, la aiutiamo a lottare. Lo so che lei lo sente, questo, ne sono convinta. Io sono fiduciosa per il recupero di Claudia; anzi, sono certa che Claudia recupererà. Perché so quanto Claudia è forte, so quanto è abituata a soffrire e a stringere i denti sulle salite. Se lottiamo, la aiutiamo a lottare. Questo mi dà la motivazione per andare avanti e la lavorare sempre di più».


Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Resta in terapia intensiva all'ospedale di Niguarda di Milano e la prognosi resta riservata, ma Johnny Carera, ricoverato a seguito dell’incidente stradale del 26 novembre scorso sull’A4 all'altezza di Agrate, mostra segni evidenti di miglioramento. Attorno al manager di Pogacar...


Il ciclismo lombardo ha festeggiato i suoi grandi attori al Teatro Città di Legnano Talisio Tirinnanzi con una festa in grande stile. Una giornata speciale dedicata ai migliori della stagione 2021 che con i loro risultati hanno esaltato la scuola...


Due italiani esperti come Filippo Fortin e Mauro Finetto continueranno la loro avventura ciclistica con il team Continental tedesco Maloja Pushbikers.Finetto (nella foto) arriva dalla professional francese Delko, mentre Fortin già correva nella categoria Continental con l’austriaca Team Vorarlberg. Con...


Per il 2021 la candidatura della Arkea Samsic per il Giro d'Italia non ebbe successo, ma il team bretone non molla la presa e rilancia la propria richiesta alla RCS Sport. Nessuna dichiarazione ufficiale in proposito, ma le parole di...


Nella sua giovane carriera ha dimostrato di adattarsi perfettamente ad ogni tipo di bicicletta e terreno ma sabato 11 e domenica 12 dicembre a Vermiglio, in Val di Sole, Thomas Pidcock si troverà di fronte un’ennesima grande sfida: padroneggiare una...


«Abbiamo vinto una bella volata»: è il commento di Elia Viviani quando sa del buon successo ottenuto dalla vendita delle “Stelle di Natale” a sostegno della lotta contro le leucemie. Della Ail - Associazione italiana contro le leucemie - l’olimpionico...


È un ritorno, carico di suggestioni, perchè chi ama il ciclismo non può fare a meno di ricordare la Salvarani, una delle squadre più iconiche della storia del ciclismo. In attività dal 1963 al 1972, la Salvarani Vinse...


Caro Direttore, faccio slancio di diplomazia: lode e applausi, senza ironia, a chi organizza e dirige un Grande Tour. Con tutto quello che il Padreterno ci ha destinato negli ultimi tempi, non può essere che così. Mi permetto di aggiungere,...


Canyon ne è certa,  la nuova Torque non ha confini e può accontentare qualsiasi rider nei bike park di tutto il mondo o competere all’Enduro World Series. Vi sembra poco? Messi da parte il proclami una cosa è certa, gli ingegneri Canyon...


Si è spento Ferruccio Ferro, atleta e direttore sportivo di ciclismo. Era nato il 14 marzo 1952, aveva 69 anni. Abitava a Bertipaglia (Padova) e scoprì da dilettante Matteo Tosatto, il recordmen delle corse a tappe tra i professionisti e...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI