MODOLO: «C'È CHI IN SALITA SI ATTACCA»

PROFESSIONISTI | 19/05/2017 | 08:56
Sacha Modolo non le manda a dire: «Le salite non le faccio appeso, ma vado su con le mie gambe». E poi aggiunge a La Gazzetta dello Sport: «Io non sto bene, ma non cerco scuse. I problemi intestinali di cui ho sofferto in Sardegna hanno inciso sulla mia condizione, so di non essere al top, ma vado avanti con le mie forze. Però c'è qualcuno che non fa così. Se un corridore si stacca dopo 10 km e alla fine arriva entro il tempo massimo c'è qualcosa che non quadra, basta fare i conti. Non faccio nomi né polemiche, ma è così».

Il corridore della UAE Emirates si riferisce evidentemente a quanto accaduto nella tappa di Bagno di Romagna. Non è la prima volta che in questo Giro d'Italia si parla di velocisti che salgono "in taxi": il problema lo avevamo evidenziato proprio noi di tuttobiciweb in occasione della tappa dell'Etna.

La giuria aveva detto allora che il giudice posizionato in coda non aveva rilevato infrazioni. Evidentemente un giudice non basta per combattere il problema.
Copyright © TBW
COMMENTI
Attaccati alle auto?
19 maggio 2017 13:06 geo
Allora perché i tifosi non postano le foto visto che i giudici non vedono nulla?

Modolo
19 maggio 2017 14:01 alberto60
Velocisti..........dovrebbero guadagnarsela la volata del giorno dopo!

La scoperta dell'acqua calda.
19 maggio 2017 14:08 Bastiano
Lo avevo scritto ieri in altro post, perché ci sono situazioni che non fanno onore al ciclismo.
Se non riesci a salire a ritmo da cicloamatore sull'Etna oppure al Blockhouse, non puoi pretendere di chiamarti ciclista professionista.
Io non riesco a capire come possa la giuria non controllare cose che sono ovvie e come non possano escludere dal giro le ammiraglie che fanno queste cose?

A volte si staccano gli sportelli ....
20 maggio 2017 00:20 Girobaby
Come la scusa del passaggio della borraccia tra ds in ammiraglia e corridore in bici. ...il passaggio dura quei secondi che ti permettono un buon recupero , soprattutto un atleta preparato al top ne giova fortemente. ..

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Gravissimo lutto nel ciclismo bresciano, regionale e nazionale: è scomparso all’età di 86 anni vittima del covid-19 Sandro Sellari, storico dirigente di ciclismo e grande organizzatore di eventi internazionali. Nato il 27 febbraio del 1934 a...


Lo scorso 23 marzo ha compiuto ventun anni, Andrea Bagioli è sicuramente uno dei più attesi tra i volti nuovi del ciclismo professionistico italiano. Valtellinese di Lanzada, in Valmalenco, da questa stagione è approdato nella Deceuninck-Quick Step, lo squadrone di...


Quella di Dario Cataldo è una quarantena un po’ differente rispetto a quella che stiamo vivendo in Italia. Abbiamo infatti raggiunto telefonicamente a Balerna, nel Canton Ticino, il portacolori del Team Movistar che ha raccontato a tuttobiciweb le sue giornate,...


  Il 29 maggio 2016, 50 anni dopo la vittoria al Giro d’Italia, Gianni Motta organizzò una festa per raccontarsi e farsi raccontare. Corridori, direttori sportivi, giornalisti. E storie, avventure, retroscena. Molto era rimasto nei miei appunti. Eccolo qua. LA...


I divieti sono sempre difficili da osservare e ogni tanto qualcuno cerca di sfuggirvi. Nonostante un decreto governativo vieti di svolgere l’attività sportiva in bicicletta all’aperto, c’è sempre qualcuno che ci prova. È successo anche ieri a Otranto, con uno...


A pochi chilometri di distanza dalla celebre Università di Oxford, c’è quella che possiamo considerare una sor­ta di Università, oppure un Master, del ciclismo: la Holdsworth-Zappi. Siamo abituati a vederla in tutti gli appuntamenti dilettantistici più importanti in Italia, dal...


Volete conoscere le curiosità più interessanti, gli aneddoti più simpatici ed i segreti più nascosti delle grandi campionesse del ciclismo in rosa? Le appassionanti dirette Facebook del team Alè - BTC Ljubljana sono in rampa di lancio! Cinque imperdibili appuntamenti...


Davide Dapporto è un ragazzo romagnolo, un ragazzo del 2001. Si accorge di avere dei numeri da corridore quando in famiglia il nonno Giovanni e il papà Diego, entrambi ex dilettanti di stampo buono, gli parlano di ciclismo. La sua...


Diciamolo, anche se sottovoce, a tutti noi piacerebbero bici molto leggere, sempre. Per farlo servono telai leggeri, ruote leggere ma anche tante piccole accortezze come suggerito dal vasto catalogo di Carbon-Ti. Perni passanti, viteria, corone, collarini, dischi, insomma, l’elenco è lungo...


Una triste notizia in questa ultima domenica del mese di marzo. E’ morto a Prato (risiedeva nella frazione di Iolo) all’età di 80 anni, Giordano Paolini personaggio conosciutissimo nel ciclismo non solo toscano. Qualche giorno fa sottoposto al tampone per...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155