CASTELLANO. «CORRIDORI IN TAXI? A CASA CHI BARA»

PROFESSIONISTI | 11/05/2017 | 09:19
È accaduto ancora una volta sull'Etna, diversi corridori sono saliti in «taxi», aggrappati alle loro ammiraglie. Nessun giudice ha visto, nessun giudice ha sorvegliato.

«È un problema che io ho sempre denunciato: cosa ci stanno a fare i componenti di giuria in moto se non controllano cosa succede anche nelle retrovie? – spiega Carmine Castellano, direttore del Giro d’Italia per quasi vent’anni, chiamato in causa da tuttobiciweb -. Chi bara deve andare a casa. Non è giusto dire poverini, perché ci sono velocisti che invece faticano e si spremono, e poi magari il giorno dopo vengono battuti proprio da quei corridori che il giorno prima hanno fatto i furbi. Queste cose sono sempre accadute? Non è una buona ragione».

a cura della redazione di tuttobiciweb
Copyright © TBW
COMMENTI
11 maggio 2017 09:51 Tarango
Uno è sull'albo d'oro della Sanremo.

La voce del buon senso.
11 maggio 2017 10:27 Bastiano
Mi pare che lo scorso anno, ci furono giudici attaccati alle ruote dei velocisti e se non sbaglio, Pelucchi venne rispedito subito a casa perché non gli fu permesso il "vizietto" del velocista.
Se quest'anno sull'Etna che è salita più importante dei saliscendi della prima settimana scorso anno , non ci sono stati controlli, mi viene il dubbio che i giudici siano stati invitati a distrarsi per evitare che i velocisti di grido, andassero a casa prima di aver vinto quelle tappe che interessano agli organizzatori per nobilitare l'albo d'oro della competizione.
Comunque la giriamo, è una vergogna.

100%
11 maggio 2017 12:18 canepari
Tarango al 100%!!!

11 maggio 2017 19:34 chisaperche
Sono ormai diversi anni che la giuria fa "Turisti per caso",cene e osservatori di splendidi paesaggi.L'importante che tutto l'ambaradan sia conforme alle direttive del patron.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Bauke Mollema si porta a casa un'altra bella vittoria sulle strade d'Italia. L'olandese della Trek Segafredo, che in questa stagione aveva già vinto la prima tappa del Tour des Alpes Maritimes et du Var, ha vinto il 58° Trofeo Laigueglia...


Jakub Mareczko firma il primo successo stagionale della Vini Zabù. Il velocista bresciano ha vinto con autorità allo sprint l'Umag Trophy sulle strade della Croazia. Alle sua spalle nell'ordine si sono piazzati Filippo Fortin del Team Voralberg e il pceco...


Non è un libro, ma un pugno nello stomaco, che ti lascia senza fiato. Anche se poi te lo leggi in un amen, perché non credi ai tuoi occhi, e non li stacchi più da quelle pagine fin quando non...


«Ora vivo sereno, ma per anni ho portato dentro tanta rabbia. La bici è stata un'importante valvola di sfogo. Probabilmente senza i fatti legati alle Olimpiadi di Tokyo mi sarei fermato prima con il ciclismo agonsitico». E' un Davide Rebellin...


Da quando sono stati emessi i protocolli da seguire durante la pandemia da parte dell’UCI, la Giotti Victoria – Savini Due ha sempre seguito rigidamente tutte le regole preposte, sia dentro che fuori competizione. Nel tardo pomeriggio di martedì, dopo...


Adriano Amici come sempre è un “moto perpetuo”, prima, durante e dopo la corsa. Qualche minuto prima del via trova il tempo per una velocissima intervista. Primo impegno della stagione che purtroppo si prospetta ancora molto difficile e incerta. “Non...


Dopo il titolo a squadre contro il tempo con il Sud Africa, Ryabn Gibbons conquista anche il titolo a cronometro individuale dei Campionati Africani in svolgimento al Cairo, in Egitto. Il neo acquisto della Uae Team Emirates ha nettamente vinto...


L’Italia ha ben figurato ieri a Le Samyn, conquistando il terzo posto con Andrea Pasqualon, che ha chiuso alle spalle di Tim Merlier e Rasmus Tiller. «Nel finale è andato tutto alla perfezione - ha detto Andrea Pasqualon - e...


Tanti campioni a Laigueglia ma anche tanti giovani che vogliono sfruttare l’occasione per mettersi in evidenza e fare esperienza. Il valtellinese Alessio Martinelli del Team Colpack Ballan è uno dei giovani talenti più attesi in questo 2021. L’ultimo anno non...


Dal ciclista alle prime armi fino all'entusiasta vero e proprio, questa nuovissima collezione di abbigliamento MTB SHIMANO è pronta per unirsi al viaggio lungo i sentieri di ogni uscita, attraverso le stagioni e attraverso la crescita del ciclista. per leggere...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155