JAN ULLRICH
Nato il 02/12/1973 a ROSTOCK (GERMANIA)
Nei professionisti dal 01/09/1994

(Nato a Rostock – Germania – il 02.12.1973). E’ stato professionista dal settembre 1994 al 30 giugno 2006 e ha totalizzato 56 vittorie. Corridore potentissimo e dall’indiscutibile talento cui non sempre ha unito una mentalità da professionista vero (epiche le sue lotte invernali con la bilancia), uno degli sportivi più popolari in Germania negli ultimi anni (il suo soprannome è il Kaiser), ha chiuso la carriera con lo scoppio dell’Operacion Puerto che lo ha visto pesantemente coinvolto alla vigilia del Tour 2006. Ha sempre corso nella Telekom (poi T-Mobile) eccezion fatta per la stagione 2003 in cui ha vestito la maglia della Coast – Bianchi. Rivelatosi a 19 anni con la vittoria del titolo iridato dilettanti a Oslo 1993, nel settembre successivo debutta fra i professionisti e, dopo un anno di adattamento al livello superiore, esplode prepotentemente nel 1996 arrivando secondo al Tour dietro al compagno di squadra Bjarne Riis e dando l’impressione di poter essere il dominatore assoluto delle corse a tappe negli anni a venire. Nel 1997 è lui a salire sul gradino più alto del podio sui Campi Elisi vincendo due tappe e lasciando Virenque, secondo, a più di nove minuti. Nel 1998 nulla può contro Pantani e si deve accontentare del secondo posto vincendo tre tappe. Arriva secondo, alle spalle di Armstrong, anche nel 2000, 2001 e 2003 quando, appena rientrato da una squalifica di nove mesi per anfetamine, fa soffrire il texano fino all’ultima crono finendogli a 1’ 01’’. Quarto nel 2004 e terzo nel 2005 alla Grande Boucle, ha vinto anche due titoli mondiali a cronometro, l’oro olimpico in linea e l’argento crono a Sidney 2000, due titoli nazionali in linea e uno a cronometro, la HewCylassic Cup 1997, una tappa al Giro nel 2006, la Vuelta 1999 con due tappe e il Tour de Suisse nel 2000, ’04 e ’06. Proprio la vittoria in Svizzera il 18 giugno 2006 è l’ultimo hurrà della carriera di Kaiser Jan che dodici giorni dopo sarà escluso dal Tour e poco più di un mese dopo licenziato dalla T-Mobile. Dopo aver cercato, per la verità senza troppa convinzione, una squadra per la stagione successiva, il 26 febbraio 2007 con 43’ di monologo senza spiegazione alcuna l’ex corridore più forte al mondo, considerato un misto di Merckx, Fignon e Indurain, ha annunciato il suo ritiro dall’attività agonistica senza possibilità di ripensamento.

Anno
Squadra
Vittorie
Note
1994
TELEKOM
1
Criterium Praga (Repubblica Ceka)
1995
TELEKOM
2
Campionato nazionale tedesco cronometro individuale, Criterium Friburgo (Ger)
1996
TELEKOM
4
tappa Tour de France, tappa e class. finale Regio Tour (Ger), G.P. Holzmann-Boblingen
1997
TELEKOM
11
Campionato nazionale strada, due tappe e class. finale Tour de France, tappa Giro della Svizzera, Luk-Coppa-Buhl, Classic Hew Cup Amburgo, 4 Criterium: Boxemeer, Mulhouse, Emmen, Schwerin
1998
TELEKOM
6
tre tappeTour de France, Giro di Berlino, G.P. di Norimberga, Criterium Bochum (Ger)
1999
TELEKOM
4
due tappe e class. finale Vuelta di Spagna, Campionato del Mondo cronometro individuale
2000
TELEKOM
4
Coppa Agostoni, La Notte di Hannover (Ger), Olimpiadi di Sydney prova su strada, La Notte di Friburgo (Ger) crono squadre, Giro Svizzera
2001
TELEKOM
11
Campionato del Mondo cronometro, Campionato nazionale strada, Giro dell’Emilia, G.P. Granarolo, tappa Giro Provincia Lucca, Versatel Classic Dortmund, Notte di Hannover, tappa Hessen Rundfahrt (Ger), quattro Criterium: Bad Saulgau, Kessel, Wiesbaden (Ger), Stiphout (Ola)
2002
TELEKOM
0
2003
TEAM BIANCHI
1
Tappa Tour de France
2004
T-MOBILE TEAM
4
Due tappe e class. finale Giro di Svizzera, Coppa Sabatini
2005
T-MOBILE TEAM
2
Tappa Giro di Svizzera, tappa Giro di Germania
2006
T-MOBILE TEAM
3
Tappa Giro d'Italia, tappa e class. finale Giro di Svizzera

Telefonica, azienda proprietaria del marchio Movistar, ha annunciato ufficialmente di aver rinnovato la propria partnership con il team di Eusebio Unzue fino al 2021.In otto anni di partnership, Movistar è stata per quattro volte la squadra numero uno del mondo...


Come un videogame: ci si fa incuriosire dall'amico che gioca, si scarica l'app, si fa qualche partita per provare, tanto cosa vuoi che mi interessi e poi si finisce per non smettere più e farsi travolgere dalla passione. Silvano Rodella...


Il Veneto, "culla" del ciclismo italiano, ha festeggiato sabato pomeriggio nel Teatro Elios Aldò di Scorzè, in provincia di Venezia, i protagonisti di una stagione ad alto livello che hanno contribuito a fare dell'Italia il Paese con più medaglie in...


Per la prima volta il ciclismo per una cerimonia di premiazione, è entrato nel Museo del Calcio presso il Centro Tecnico di Coverciano. Sala gremita, applausi e soddisfazione per il Comitato Provinciale di Firenze della Federciclismo presieduto da Elisa Lari,...


Caro Direttore, l'avvicinarsi del Natale dovrebbe, tradizionalmente, renderci anche più buoni. All'evidenza non è così facile per tutti noi, almeno per poco tempo, cambiare abitudini censurabili e allontanare i cattivi pensieri. Se ciò non fosse sufficiente a renderci immeritevoli di...


Ventimila chilometri sopra le terre. Da Forlì a Capo Nord spaziando, fuggendo e inseguendo, divagando (per Santiago di Compostela), esagerando, esplorando, sbagliando (strada), anche un po’ soffrendo e molto godendo, e sempre pedalando. Perché i ventimila chilometri sopra le terre...


Che magnifica festa con i colori rosa, quelli del ciclismo femminile, protagonista anche nel 2018 con la Challenge che ha coinvolto sei regioni: Toscana, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo. Colore rosa anche i capelli di Maria Bruni, vice...


Celebrata nella notte italiana a Los Angeles, presso il ristorante "N.10" di proprietà di Alessandro Del Piero,  la candidatura all'Oscar del film documentario lituano "Wonderful Losers. A Different World", girato in gran parte al Giro d'Italia 2015.Alla presenza di una...


Davvero un bel successo per il I Trofeo Impermit Service Srl - Città di Foligno, gara di ciclocross valida come campionato provinciale di Perugia e Terni e come tappa del TU-Cross. La manifestazione si è svolta al ciclodromo “Giuseppe Casini”...


Stefano Sala, 21 anni, è il re del Master Ciclocross internazionale 2018-19. Il corridore della Selle Italia – Guerciotti-Elite oggi a Vittorio Veneto (Treviso) ha vinto per distacco la prova conclusiva a punteggio doppio. Grazie al successo ha anche trionfato...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy