PELLO BILBAO. «Che magia, essere lì con i grandi»

PROFESSIONISTI | 15/04/2016 | 10:38
Alla soglia dei 26 anni, Pello Bilbao pedala verso la maturità agonistica e ne ha dato prova al Giro dei Paesi Baschi, dove ha concluso al 17° posto.
Un nuovo salto di qualità per il corridore della Caja Rural RGA Seguros che da oggi è al via della Vuelta a Castilla y León e poi tornerà in Turchia, dove lo scorso anno ha vinto una tappa.

Al suo terzo anno con la Caja Rural-RGA, il ciclista basco punta a crescere ancora, a mettersi in luce nella classifica generale delle corse a tappe e a guadagnarsi un posto nel WorldTour per il prossimo anno.

Qual è il suo bilancio della Vuelta al País Vasco?
«Mi sono sorpreso io stesso nel vedermi davanti ogni giorno in una corsa di altissimo livello. E non avrei mai pensato di poter essere in corsa per un posto nella classifica generale. Invece ci sono stati segnali positivi, anche nella crono finale dove ho concluso al decimo posto. Stavo bene, non si trattava di una prova dal tracciato per specialisti, ma non pensavo davvero di andare così bene».

Questa regolarità di rendimento cambia le sue prospettive per le corse a tappe?
«Essere tanto vicino a Contador, Quintana o Henao dà morale a chiunque. Anche perché ho dimostrato di essere migliorato in salita e soprattutto in una corsa esigente come quella basca. Da questo punto di vista è chiaro che cambia qualcosa nella mia testa e che gli obiettivi nelle prossime gare possono cambiare».

Quindi, morale a mille in vista dei prossimi appuntamenti...
«Proprio così. Sto bene, mi sento forte e motivato. Voglio mettermi in mostra alla Castilla y León e poi in Turchia. In entrambe le corse non ci sono crono e questo non mi dispiace. Sono due gare che conosco: l’ultima tappa della Castilla y León è adatta a me, per esempio. Così come il Giro di Turchia. E nella seconda parte della stagione vorrei far bene alla Vuelta a España».

Ha dimostrato di meritarsi un posto in un team WorldTour.
«È sempre complicato trovare posto in un top team. Ho corso per tre stagioni nella Euskaltel-Euskadi dal 2011 al 2013 e ho imparato molto. Chissà, potrebbe essere tornato il momento giusto di rientrare, vedremo quel che succederà a fine stagione. In ogni modo, preferisco restare concentrato sugli appuntamenti a breve distanza».

Una curiosità: finora solo 18 giorni di corsa in questa stagione, come mai?
«Durante il ritiro con la squadra non mi sentivo bene ma nessuno riusciva a capire il perché. I sintomi erano confusi, gli esami dicevano che era tutto a posto ma non andavo bene. Sicuramente si trattava delle conseguenze di un virus, ma ora le cose sono tornate a posto e penso di averlo dimostrato ai Paesi Baschi...».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

La gamma fi’zi:k di scarpe da strada si ampia con le nuovissime Vento Powerstrap R1 Movistar Team, un’edizione speciale che propone la nuovissima e fortunata chiusura powerstrap su un modello di altissima gamma. Tantissima sostanza e un look esclusivo per...


Banca Mediolanum, sponsor ufficiale del Gran Premio della Montagna dal 2003, organizza in Piemonte e Lombardia “un giro nel Giro” dedicato a clienti e appassionati ciclisti per vivere con loro l’emozione del percorso anticipando la gara di qualche ora.  ...


Dopo aver presentato nelle scorse settimane la nuova Shortfit Supercomfort Lady,  Selle San Marco propone un nuovo prodotto dedicato al pubblico femminile: l’Aspide Supercomfort Lady. Per leggere tutto l'articolo vai su tuttobicitech.it


Dopo alcuni anni di assenza la città di Pescia torna alla ribalta del ciclismo femminile. Il capoluogo della Valle dei Fiori, infatti, ospiterà l’arrivo dell’ultima tappa del Giro Internazionale della Toscana che si svolgerà dal 6 all’8 settembre. L’accordo è...


La Neri Sottoli - Selle Italia - KTM si sdoppia con una doppia attività tra Belgio, dove oggi si corr il Gp Marcel Kint, e Cina, dove la squadra diretta da Tomas Gil esordirà nel Tour of Taiyuan. Per la...


La tappa valdostana del Giro d’Italia 2019 ha rispettato le premesse e le promesse che la sua segmentata altimetria facevano presagire assai agevolmente. Era una frazione relativamente breve nel chilometraggio ma il suo discontinuo profilo ha chiamato a un severo...


Il sogno è finito, non si andrà sul Gavia. Lo ha annunciato questa sera Mauro Vegni, direttore del Giro d'Italia, in una conferenza stampa che ha messo la parola fine alla lunga querelle che ha animato la corsa rosa sin...


Richard CARAPAZ. 10 e lode. Il ragazzo di Pamplona (quando è in Europa è di stanza qui), che al Giro ha vinto anche una settimana fa a Frascati, dopo aver già vinto un anno fa a Montevergine di Mercogliano, oggi...


La Deceuninck Quick Stepcentra la vittoria numero 30 della sua stagione imponendosi nella prova Sprint della Hammer Series in svolgimento a Stavanger in Norvegia. La formazione composta da Hodeg, Lampaert, Evenepoel, Vakoc e Martinelli ha preceduto la Sunweb e la...


Ancora montagna al Giro d’Italia e Androni Giocattoli Sidermec ancora protagonista con Mattia Cattaneo e Fausto Masnada, esattamente come ieri. La giornata della Saint Vincent-Courmayeur (14ª tappa, 131 chilometri) per i campioni d’Italia si era aperta con la visita al...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy