SPORTFUL. FESTA GRANDE PER IL SAGAN DAY

PROFESSIONISTI | 30/10/2015 | 19:27
Alla Manifattura Valcismon, storica azienda feltrina leader a livello mondiale con Sportful nell’abbigliamento per le due ruote, lo sci di fondo e lo sci alpinismo, con Karpos, c’è stato infatti il Sagan Day. Omaggio al fuoriclasse slovacco Peter Sagan, ennesimo atleta vestito Sportful a laurearsi campione del  mondo di ciclismo su strada (a Richmond, Stati Uniti, lo scorso settembre).
Con il funambolo della Tinkoff Saxo, a Fonzaso sono arrivati anche un altro funambolo delle due ruote, Vittorio Brumotti, stella della tv a bordo della sua road bike, e Paolo Bettini, due volte iridato, campione olimpico ad Atene 2004 e vincitore di diverse classiche.
Come già il “Contador day” dell’aprile 2014, il “Sagan day” del 30 ottobre, dedicato ai rivenditori di Sportful, è stato l’occasione perché maestranze e negozianti potessero conoscere da vicino Peter e perché quest’ultimo potesse a sua volta vedere dove e come nasce l’abbigliamento che indossa dall’inizio di questa stagione, da quando cioè veste la maglia della “corazzata” Tinkoff Saxo, squadra di riferimento assoluto a livello internazionale, annoverando tra le sue fila, oltre a Sagan, anche Alberto Contador.

Visita all’azienda, dunque, per Sagan, Brumotti e Bettini: i tre, accompagnati dal patron Giordano Cremonese, hanno visitato lo stabilimento dove le maglie dei campioni del ciclismo vengono pensate, progettate e realizzate. Hanno anche potuto dialogare con il personale, informandosi sui dettagli delle diverse fasi della lavorazione.
«Un bellissimo gruppo di lavoro, quello di Sportful – ha affermato Sagan durante la visita -. Questa giornata è la conferma di quanto ho già potuto sperimentare durante l’anno: non solo l’azienda fornisce materiale ottimo ma, anche, ti supporta in maniera costante, venendo incontro alle tue esigenze e facendo tesoro dei tuoi consigli»
Giornata di “studio”, dunque, per Sagan, Brumotti e Bettini. Ma anche di interviste. Nello show room di Manifattura Valcismon i tre hanno risposto alle domande di Paolo Mei, speaker degli eventi targati Gazzetta dello Sport.
«Con la conquista della maglia iridata a Richmond ho coronato un sogno che avevo fin da bambino – ha spiegato Sagan -. Certo è una responsabilità in più il titolo mondiale e molti dicono che peserà. Non so se questa maglia sarà pesante: so però che sarà molto bello indossarla».
«La bici da corsa? È un trip! – ha detto Brumotti -. Ti permette di fare evoluzioni, di fare chilometri, di spostarti in maniera ecologica. Soprattutto, è giovane. Ed è spettacolo».
Al termine della mattinata, c’è stato spazio proprio per lo spettacolo: una partita di bike-soccer tra Sagan e Brumotti, con Bettini in porta. Il risultato? Parità. Con tanto divertimento.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Interpellato in merito al contenuto degli articoli comparsi sulla stampa nei giorni scorsi, Remo Mosole dichiara che «Si tratta di polemiche inutili. Non credo che l’Italia possa rinunciare a completare la costruzione del Velodromo di Spresiano, un’opera strategica per la...


Lo scorso settembre le Fiandre hanno ospitato i Campionati del Mondo di Ciclismo su strada 2021. Oggi, al successo dell’evento sportivo, la regione del Belgio aggiunge un altro importante traguardo, diventando un punto di riferimento per la sostenibilità. UCI World...


Come è possibile far pedalare il quartetto dell'inseguimento su una barca di Coppa America? Ne parleranno a Radiocorsa oggi alle 18.50 su Raisport il CT dell'Italia Daniele Bennati e lo skipper di Luna Rossa Max Sirena. E poi tanto spazio...


Vestire una squadra di ciclisti professionisti, si sa, è piuttosto impegnativo: taglie, preferenze, necessità. E ancora: stagionalità e individualità, formazione maschile e formazione femminile. Insomma, il lavoro preparatorio e di gestione è imponente.  La partnership tra Santini e...


Nell'epoca delle crisi economiche e delle delocalizzazioni, Bianchi procede nel futuro del ciclismo "rigenerando" e potenziando la propria dimensione locale. Stamattina, infatti, in località Battaglie a Treviglio (BG) nella sede che da oltre 50 anni ospita la storica azienda (fondata...


Babbo Natale arriva in bicicletta, anzi tantissimi Babbo Natale arrivano in bicicletta! Vestirsi da Babbo Natale e arrivare in sella ad una bicicletta sono gli ultimi obblighi per essere protagonisti dell’appuntamento in programma per sabato 11 dicembre alla Pieve di...


Sarà una prima volta speciale, quella della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole. La neve e la bellezza delle montagne circostanti sono garanzia di spettacolo; il resto, domenica 12 dicembre a Vermiglio, ce lo metteranno gli atleti,...


Biciclette semplici, ma robuste, affidabili, duttili e facili da riparare: così sono le Buffalo Bike. Trek ha partecipato alla realizzazione del prototipo, creato proprio nella sede centrale di Waterloo, ma non le troverete in negozio: sono distribuite da World Bicycle...


Canyon presenta oggi la gamma Grail 2022, una gamma completamente aggiornata per gustare ancora meglio quella che è a mio avviso una delle migliori bici gravel di sempre, Leggera, veloce e pratica, la Grail in ogni sua versione conquista ogni praticante regalando...


A dieci mesi dal brutto incidente in moto, in cui ha combattuto una dura battaglia contro la vita che lo ha costretto a interrompere la carriera ciclistica, Juan Tito Rendon torna in sella con il team Orgullo Paisa.“Finalmente torno a...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI