MONDIALI. la Lombardia a Tabor con sei azzurri

CICLOCROSS | 30/01/2015 | 14:11

Domani e domenica 1° febbraio si terranno a Tabor (Repubblica Ceca) i Campionati del Mondo di ciclocross, la manifestazione più attesa e importante di tutto l'inverno ciclistico. La competizione iridata (per la terza volta ospitata dalla città di Tabor dopo il 2001 e il 2010, ndr) vedrà al via sei lombardi convocati dalla Nazionale italiana del commissario tecnico Fausto Scotti. Si tratta dei brianzoli Alice Arzuffi (Selle Italia Guerciotti) e Marco Aurelio Fontana (Cannondale Factory Racing), dei bergamaschi Chiara Teocchi e Giorgio Rossi entrambi del team I.Idro Drain Bianchi, del varesino Stefano Sala e del valtellinese Gioele Bertolini tutti e due della Selle Italia Guerciotti. Tra gli uomini elite una buona occasione per il nostro leader Fontana per giocarsela ad armi pari con i forti belgi e olandesi. Tra le donne il pronostico è tutto per la campionessa uscente Marianne Vos, olandese della Rabobank, ma dopo il recente trionfo in Coppa del Mondo a Hoogerheide (Olanda) l'avversaria più pericolosa per la tulipana sembra essere proprio l'azzurra Eva Lechner, altoatesina che corre per la Colnago Pro Cycling di Cambiago nel Milanese. Tra gli under 23 sarà invece Bertolini la punta di diamante dell'Italia per un piazzamento nei primi dieci. Per quanto concerne la categoria juniores Rossi e Sala proveranno a scardinare la supremazia del favoritissimo belga Eli Iserbyt, del promettente elvetico Johan Jacobs, dell'americano Gage Hecht e dell'agguerrita coalizione degli olandesi. Programma e orari dei campionati del mondo: domani ore 11.00 Uomini Juniores; 14.00 Donne Elite. Domenica ore 11.00 Uomini under 23; 14.00 Elite.

da Il Giorno, Danilo Viganò

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Matteo Montaguti è stato uno dei protagonisti della giornata della Bici al Chiodo: «Dico sempre che non ho appeso la bici ma il numero, quindi è giusto che io riceva il Premio alla Carriera che non quello della Bici al...


Rinaldo Nocentini ha ricevuto stamane il premio Bici al Chiodo e ne abbiamo approfittato per fare due chiacchiere con lui sulla sua “nuova vita”. «Sono felice di aver preso questa decisione. Ci stavo pensando già da un paio d’anni, poi...


Anche Moreno Moser è stato omaggiato con un Premio alla Carriera durante la grande festa de La Bici al chiodo: «Fa un effetto strano essere qui, mi rendo conto che sarà una delle ultime manifestazioni di questo genere alle quali...


Caleb Ewan vince la prima volata dell'anno: l'australiano delal Lotto Soudal ha conquistato il successo nel Criterium del Tour Down Under, tradizionale "aperitivo" della corsa a tappe che scatterà martedì. Ewan ha battuto sul traguardo di Adelaide Elia Viviani e...


Scansione in 3D per i ciclisti, è questa l'attività in cui sono impegnati il tedesco Tony Martin e il tecnico della Lotto Visma durante una fase del training camp. A cosa serve? E' un lavoro che viene effettuato per riprodurre...


Nel 2019 ha vinto di tutto e di più sull’ammiraglia della Deceuninck Quick Step (70 corse di alto e altissimo livello). E ha bissato il successo del 2016 vincendo l’Oscar tuttoBICI come miglior direttore sportivo dell’anno. Stiamo parlando di Davide...


Con una volata lunga e potente, Simona Frapporti reagala all'Italia femminile il primo successo della stagione. La portacolori della Bepink ha vinto ad Adelaide la quarta e ultima tappa del Tour Down Under. Il successo finale nella corsa australiana è...


Più che un semplice segnale d’allarme, è un grido, una sirena, una campana a martello. Il doping torna ad affacciarsi nel mondo del grande ciclismo: lo scorso anno sono stati 32 di positività tra i corridori di alto livello, contro...


  E’ un desiderio, un’innocenza, o forse un’illusione. E’ un’atarassia, un’allegria, o forse un’assenza. E’ un traguardo, una meta, o forse un viaggio. E’ uno stato d’animo, un modo d’essere, o forse un’opera d’arte. La felicità è un amore, una...


Il neozelandese Dylan Kennett della St George Continental Cycling Team ha vinto allo sprint la tappa conclusiva della New Zealand Classic. La vittoria finale è andata all'australiano Rylee Field del Team Bridgelane. ORDINE D'ARRIVO 1 Dylan Kennett (NZl) St George...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155