AMORE&VITA. Benedetti sospeso dall'Uci, positivo all'Aranesp

DOPING | 11/09/2014 | 11:52
C’è anche il nome di Luca Benedetti tra coloro che sono provvisoriamente sospesi dall’Uci. Il corriodore della Amore&Vita è risultato positivo al Darbepoetin (Epo sintetica, meglio conosciuta come Aranesp) il 6 giugno scorso in occasione del GP de Saguenay. Per il ventiseienne corridore, approdato qust’annoi al team di Ivano Fanini, si tratterebbe - se confermata - della seconda violazione delcodice Wada: Benedetti è già stato squalificato dal 2011 al 2012 dopo i fatti del GiroBio 2010 che coinvolsero il suo team dilettantistico.
Copyright © TBW
COMMENTI
La ricommento,
11 settembre 2014 12:07 Fra74
come ho già avuto già modo di scrivere: questa è una gran brutta notizia per il CICLISMO, se ciò fosse confermato in toto, alla fine avrebbe violato le norme per ben due volte, a 26 anni solamente, al di là dei vari aspetti. Una BRUTTISSIMA giornata oggi.
Francesco Conti-Jesi (AN).

Ha dei problemi
11 settembre 2014 12:21 egidio
Io l'unica cosa che riesca a dire è: "Aiutatelo ha dei problemi mentali e cercatelo di farlo curare da uno bravo psichiatra e poi psicologo".

Non è ironia ma è la mia coscienza che mi dice di scrivere ciò.

11 settembre 2014 13:05 roger
Negli ultimi tre anni Benedetti è stato il corridore più vittorioso in Italia. Veniva dalla scuola dell’ex professionista Bruno Leali passando poi dalla Monsummanese e dal team dell’ex campione e vincitore del Giro Franco Chioccioli. E’ molto strano che in tutti i controlli effettuati in questi ultimi anni non sia mai stato trovato positivo e poi nel primo da professionista l’abbiano beccato subito. Forse allora i controlli che si fanno in Italia non funzionano più di tanto…
Comunque, tutti volevano che venisse fermato ma mai nessuno ci era riuscito, poi è andato all’Amore e Vita e in un mese è stato “fatto fuori”. A me risulta che Fanini sapesse delle condizioni in cui si trovava questo ragazzo e stesse cercando in tutti i modi di aiutarlo proprio per smascherare certi personaggi che ruotano ancora nel ciclismo in Italia e rovinano questo sport.

POVERO IVANO
11 settembre 2014 13:09 alessandro
Il paladino della lotta al doping non si è accorge che anche i suoi corridori sono dopati?
Peccato, allora non è tanto credibile..... I dati dei suoi corridori lui non li sa?
Peccato......

ricordo .....
11 settembre 2014 13:45 paciacca
..ricordo una vecchia intervista in cui ringraziava Cappè e Riccò..... perchè si allenava con loro ....... e qui mi fermo......

Delusione
11 settembre 2014 14:30 pasto
E io.... Che ci credevo...allora tutti i suoi risultati erano fasulli!!!!
Profondamente amareggiato. Se viene confermata la positività radiazione immediata!!!
Giorgio

Scommessa vinta!
11 settembre 2014 14:45 piuomeno
Non avevo dubbi, mi bastava ascoltare i commenti dei vari dopocorsa che l'hanno visto, probabilmente baro, trionfatore.
Provavo pena per quel codazzo di persone che, al suo seguito, fingevano di non sentire e probabilmente di non vedere. Peccato per quanti non hanno potuto gioire per una vittoria che poteva, per loro, essere importante ed unica e magari pulita.
Ho già in testa il nome dell'atleta per il prossimo comunicato, anche se qualcuno ne esorta il passaggio di categoria. Vedremo!
Maurizio

p.s. Fanini e co.....VERGOGNA!!!

Tecnici non idonei... annebbiati dal risultato.
11 settembre 2014 15:38 limatore
La vergogna è che esistono tecnici, Team manager e persone che ancora credono alle favole. Io squalificherei loro che non sanno fare il loro lavoro. Rientra dalla squalifica e vola, vince e stravince tra i dilettanti, frequentazioni al limite dell'associazione a delinquere.... e trova un posto tra i pro ? Aspettiamo il comunicato del Sig Fanini per sapere se è ancora convinto che questo sia un "campione".

No Fanini, non ci siamo!
11 settembre 2014 15:40 Bastiano
Lo avevo già scritto in modo premonitore alcune settimane fa, il comportamento del Sig. Fanini fa a pugni con i corridori che ingaggia.
Lo so che la colpa è tutta e sola, del ciclista ma, prenderne uno così chiacchierato, proprio no!!!!!!!

Fanini ha fatto centro
11 settembre 2014 16:09 lgtoscano
Credo che proprio questo era l'obbiettivo di Ivano Fanini e non certo di vincere le corse, prendere un ragazzo nel centro del ciclone doping, due gli obbiettivi, uno contro la FCI che avrà fatto 50 controlli in tre anni al benedetti e nulla, quindi significa solo una cosa che i controlli vengono buttati e povero ciclismo minore, secondo che venisse scoperto per poi averlo come riesce al Fanini ad averlo come pentito, collaboratore e se anche questo fosse vero se ne vedranno delle belle , quindi in ogni caso io sto con Fanini a lui di vincere non interessa di certo , conosce da esperto i valori in campo.
Allacciatevi le cinture perché se ne vedranno delle belle nei prossimi mesi da questa vicenda.

11 settembre 2014 16:16 roger
Io parlo da lavoratore in questo ambiente da tanti anni. Sono passato per diverse squadre professionistiche quindi conosco bene tutti. E state certi, voi commentatori che vi accanite contro Fanini perché non lo conoscete, che se Benedetti è stato fermato dopo nemmeno un mese che correva con Amore e Vita, significa che quasi certamente che Fanini sapeva qualcosa. Tra l’altro l’aveva messo anche tra le righe nell’articolo su Nibali di qualche giorno fa, ben prima che tutto questo fosse ufficiale. Sicuramente Fanini sta lavorando affinché questo ragazzo (che ha sbagliato in ogni caso) parli e dica chi gli ha venduto certe sostanze, chi gli ha detto come e farle e chi c’è dietro tutto questo. E probabilmente verrà fuori qualcosa di grosso

Condivido in pieno lgtoscano
11 settembre 2014 16:26 discesaesalita
Esatto , situazione molto strana ma in ogni caso positiva per la lotta al doping , sentiamo cosa dice la FCI ? ma ancora più interessante sarà come si muoverà il Sig. Fanini Ivano di certo questo è un bello stimolo per la sua lotta al Doping ......

Ragazzi,
11 settembre 2014 16:50 Fra74
mi riferisco a certi post, dove scrivete, se non erro, di un "complotto", quasi, ossia di una situazione "diabolica", ove il Sig. IVANO FANINI sarebbe il GIOSTRAIO di tutto ciò, se non ho capito male, secondo Voi, il Sig. Fanini era al corrente della situazione "chiacchierata" di LUCA BENEDETTI, l'ha ingaggiato, sapendo che i controlli nelle categorie giovanili fanno "buca" da tutte le parti, mentre quelli tra i PROF sono più APPROFONDITI, pertanto, è un segnale alla FCI ed all'UCI in merito alla lotta al DOPING. Sembra quasi la storia/trama di un FILM. Stento a crederci, personalmente. Vediamo, comunque, cosa accadrà in futuro, sopratutto se, una volta confermata la positività, il Sig. LUCA BENEDETTI COLLABORERA' a riguardo. Staremo a vedere, così come sono curioso di conoscere gli esiti della vicenda di DIEGO ULISSI dopo il tanto clamore suscitato nei primi giorni, ed ora invece vi è un silenzio assoluto. Strano.
Francesco Conti-Jesi.

ansa
11 settembre 2014 17:57 pietrogiuliani
Ho cercato su google l'articolo di Fanini sul premio a Vincenzo Nibali per leggere ciò dichiarava. Sul sito dell'Ansa si possono leggere queste parole:

Per il patron dell'Amore e Vita, comunque, "l'Uci, e non solo le federazioni nazionali, deve intervenire con controlli a sorpresa e mirati anche e soprattutto nel ciclismo giovanile, perché nonostante quello che è successo in questi anni e in questi giorni, ancora quasi tutti si dopano e l'Epo va per la maggiore".
"Quando decido di controllare a fondo un corridore che ingaggio - ha concluso Fanini - che è magari utile per le mie battaglie contro il doping, scopro sempre tanto e di brutto...
Presto se ne vedranno purtroppo ancora delle belle. E qui mi fermo, prima che si debba pensare di fermarli tutti"

Penso proprio che Fanini già si riferisse a Benedetti e credo che molti coinvolti in quello sporco giro di doping adesso dovranno tremare.

Commenti
11 settembre 2014 18:58 siluro1946
Quanti commenti nei casi di doping, saranno appassionati di ciclismo o farmacisti? Imparate da altre situazioni, questa settimana è stata denunciata
una operazione di doping federale nell'atletica, poche righe sui giornali, 2 giorni, ed è sparita. L'unico giornale che ha dato un po' di risalto alla notizia è stato "la rosea", la quale tanto per non smentirsi, ha titolato la stessa " il CICLONE ecc.

Benedetti
11 settembre 2014 19:22 padre58
Per lui, quelli come lui e per chi fa ancora correre questi ammalati, una sola parola:RADIAZIONE!!!
Altre parole sono solo sprecate.

11 settembre 2014 19:59 foxmulder
Non so se mi è consentito citare la concorrenza, ma sul blog di cycling pro qualche tempo fa si parlava proprio di questo caso in riferimento al fatto che le frequentazioni di Benedetti con Riccó e Cappè erano assidue... Se tanto mi da tanto...

...
11 settembre 2014 20:54 pippi
ma che sto leggendo che Fanini ha ingaggiato per scoperchiare....ma dai ma che dite anzi fosse cosi è da omessa denuncia...lo sapevano anche le miss nel'ambiente delle amicizie delle frequentazioni di questo atleta...facciamola finita di sparare bischerate, quando ha vinto il figlio Inneggiava che aveva scoperto un Campione....basta hanno preso una cantonata e stop.---non mi fate ridere o inventare film per piacere

forza Ivano
11 settembre 2014 21:11 daniele01
Per me che sono toscano e anche ben conosciuto perchè amante del ciclismo ho fatto sponsor di corse premi di squadre e credo di conoscere molto bene e da molti anni tutto questo mondo e Ivano fanini che è quello che fa più casino ma poi si risolve in positivo. Sono certo che ivano quello che non è riuscito a fare col cobra Riccò a seguito della squalifica definitiva. Ora spero che ci riuscirà con Benedetti e se gli andrà bene il ciclismo senz'altro prenderà una grossa botta per quello che mi immagino possa venir fuori ma ci guadagneranno tutti quelli che vogliono uno sport pulito e spero che vengano fuori tutti i nomi che sono coinvolti con lui come quello che stà venendo fuori in questi giorni col famoso maratoneta Schwarzer.

con le amicizie che aveva.................
11 settembre 2014 21:11 SERMONETAN
nn merita considerazione ,io gia' mi ero espresso il 25 giugno sul suo conto

rimango sempre della mia idea
12 settembre 2014 08:12 Marcy
una volta squalificati x doping non dovrebbero farli correre mai piu sarebbe un insegnamento x tutti gli altri

poverino
12 settembre 2014 19:05 chicco1
e doveva passare 2 anni fa' non passo' perche' si sapeva come era
adesso e passato rubando il posto a chi e piu' pulito di lui e si fa ribeccare
non fateli piu correre quelli che vengo beccati a fare i furbetti.
e che facciano piu controlli a sopresa anche nei dilettanti in tutte le squadre
anche quelle tutelate

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Apllausi per Mattia Pinazzi che si aggiudica l'inedito Gran Premio Criterium d'Italia-città di Saronno per la categoria under 23. La kermesse varesina, svoltasi stamane nel tardo pomeriggio, è dunque appannaggio del ventenne parmigiano della Biesse Arvedi che sul traguardo ha...


Si è tenuto oggi nell'Aula di Palazzo Madama l'"Omaggio allo sport tricolore", evento dedicato alle vittorie dei campioni italiani che hanno brillato nelle Paralimpiadi e Olimpiadi di Tokyo 2020, agli Europei di calcio e in altre...


Arne Marit, 22enne belga di Vollezele del team Sport Vlaanderen Baloise, ha vinto a sorpresa il Grand Prix Plumelec-Morbihan di classe 1.Pro che si è corso in Francia. Marit, che si è sbloccato cogliendo la prima affermazione, allo sprint ha...


Tornano, a più di un anno di distanza, i mondiali di ciclismo su pista. Dal 20 al 24 ottobre, sul velodromo Jean-Stablinski di Roubaix si svolgerà l’ultimo appuntamento di un anno, il 2021, intenso e ricco...


Il talento danese Johan Price Pejtersen (Uno X Pro Cycling), che proprio in queste ore ha firmato un contratto da professionista con la Bahrain Victorious per il prossimo anno, ha conquistato il titolo nazionale a cronometro degli under 23 che...


Brutta avventura per Stefano Sirotti, storico fotografo del ciclismo professionistico: in questi ultimi giorni il professionista romagnolo è impegnato a seguire le ultime corse di stagione in terra veneta e mentre si stava spostando in auto, tra Jesolo e Venezia...


Caro direttore, da ieri sono stato sommerso di telefonate, a seguito di articoli riguardanti le nostre sponsorizzazioni per il 2022, ed oggi il vostro articolo ha fatto precipitare la situazione al punto che ho dovuto abbandonare una pedalata con amici...


Ieri terza nella Classique Morbihan, oggi prima nel Grand Prix Plumelec-Morbihan. Finale di stagione in gran spolvero per Chiara Consonni, bergamasca della Valcar Travel & Service, che piazza la botta vincente sul traguardo della classica francese svoltasi sulla distanza di...


È in calendario domani, domenica 17 ottobre,   la prima edizione della Veneto Classic per professionisti. La corsa fa parte di un pacchetto chiamato "Ride the Dreamland", creato dall’ex professionista Filippo Pozzato, Jonny Moletta e altri collaboratori e il sostegno...


La puntata di Velò andata in onda giovedì sera su TvSei è stata particolarmente interessante, sono stati diversi gli argomenti trattati con Stefano Giuliani, Riccardo Magrini, Fausto Scotti e Luciano Rabottini. Se la volete vedere o rivedere, potete farlo andando su all'indirizzo https://youtu.be/pQIO7aweg_A


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI