Tappa straordinaria: Cunego re del Giro

| 29/05/2004 | 00:00
Il dio del ciclismo oggi non ci ha fatto mancare nulla, oggi: Simoni che attacca da lontano sognando il ribaltone; Garzelli che riscatta finalmente un Giro deludente; Cioni che si rivela corridore completo e soffia il quarto posto ad un Popovych che brilla solo in discesa; Gonchar che pedala in modo incredibile e non molla mai, respingendo per soli tre secondi l’assalto di Simoni al secondo posto; ma soprattutto Damiano Cunego che corre da campione navigato, vince un grande Giro d’Italia, sul podio sorride e vince il campionato sociale della Saeco, dimostrando di essere più forte del campione trentino. No, non ci è mancato davvero nulla in questa tappa, uno spot eccezionale peer il ciclismo. Ma andiamo con ordine. Lo aspettavano tutti, l’attacco di Simoni, forse in casa Saeco lo temevano anchee, aldilà delle dichiarazioni di circostanza. Così quando Garzelli è scattato sul Mortirolo, il trentino è fuggito con lui: i due hanno risucchiato via via i fuggitivi di giornata - bravissimo Illiano che è passato per primo sul Mortirolo e ha conquistato la maglia azzurra dell’Intergiro - dando vita ad una fuga a tre con lo sloveno Valjavec sempre appeso alle ruote dei due. Lungo, lunghissimo braccio di ferro tra Simoni davanti e Cunego dietro: il primo all’attacco, il secondo in tranquilla difesa (anche se poi Mazzoleni ha rivelato che in corsa Damiano era un po’ nervoso e temeva che il vantaggio si dilatasse troppo), il popolo del ciclismo a dividersi e discutere. E ad entusiasmarsi per questo ragazzo di ventidue anni che non è più una speranza, non è più una sorpresa, non è più da scoprire. È Damiano Cunego, il signore del Giro d’Italia, il vincitore, il ragazzo che domani potrà festeggiare la sua decima vittoria in quarantacinque giorni. E che davanti a sè ha un futuro che ha il colore della sua maglia.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Giulio Ciccone, superbo vincitore del 57° Trofeo Laigueglia, dopo le infinite premiazioni si concede ai taccuini e microfoni e racconta la sua giornata: «Sono molto soddisfatto, questa gara l’ho già fatta diverse volte e mi trasmette ogni anno una grande...


E’ stato Diego Rosa, capitano del Team Arkea Samsic, a far saltare il banco della 57a edizione del Trofeo Laigueglia. E’ stato lui ad accendere la miccia nella seconda delle quattro ascese finali al Colla Micheri. Però l’ottima azione, e...


Ancora una fuga vincente sulle strade dela Provenza. L'ultima tappa del Tour ha visto infatti il sucesso del britannico Owain Doull che ha regalato la prima gioia di stagione al Team Ineos. Doull ha preceduto i compagni di fuga Brandle...


Un lampo azzurro a Laigueglia, in una giornata dal cielo bigio: Giulio Ciccone, abruzzese della Trek Segafredo oggi in gara con la maglia azzurra, ha dominato il Trofeo Laigueglia firmando un'azione bellissima sull'ultimo passaggio a Colla Micheri. La corsa esplode...


L'iridata Ceylin Del Carmen Alvarado conquista anche l'ultima prova dell'Ethias Cross che oggi si è disputata ad Hulst, in Olanda. La campionessa del mondo, portacolori della Alpecin Fenix, si impone allo sprint superando la rivale di sempre Annemarie Worts. Completa...


Prova di forza di Eli Iserbyt nell'Ethias Cross di Hulst, in Olanda. Il belga della Pauwels Sauzen domina la prova dal primo all'ultimo metro trionfando nettamente davanti all'inglese Tom Pidcock (Trinity) e al connazionale Toon Aerts (Telenet Baloise).


Uno dei papabili alla vittoria è il trevigiano Andrea Vendrame. Subito dopo il foglio di firma il portacolori della AG2R La Mondiale non ha nascosto il suo obiettivo. “La condizione è buona, arrivo da un bel periodo in Australia dove...


Andrea Piccolo, il milanese classe 2001, è uno dei più attesi corridori della corazzata Team Colpack Ballan. Anche per lui la prima stagionale è tra i professionisti sulle strade della Riviera di Ponente. “Tanta emozione essere qui al via di...


Una squadra solida forte di 16 atleti in grado di imporsi su qualsiasi traguardo, due direttori sportivi abili ed esperti, un team manager di comprovata serietà e professionalità, sponsor appassionati, entusiasti e che amano il ciclismo. Non manca veramente nulla...


L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani è nata nel 1946 ed è la più antica associazione sportiva di categoria a livello mondiale. Ha lo scopo di promuovere gli interessi professionali, morali e materiali dei suoi soci, vale a dire i ciclisti...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155