Noè ci ripensa: correrò anche nel 2010

| 30/07/2009 | 16:08
Andrea Noè ha deciso che correrà anche nella stagione 2010. Il corridore milanese sta valutando due proposte contrattuali di una squadra Pro Tour e di una Professional di qualità. Visto l’interesse dimostrato da numerosi Team Manager, Noè ha ancora più voglia di continuare a correre: “L’interesse e la passione che ho per questo sport mi hanno portato a decidere, di comune accordo con la famiglia, di proseguire anche nel 2010, con un importante obiettivo, il Giro d’Italia, in cui sono pronto a mettermi a disposizione di quello che sarà il mio capitano. Sono tornato da poco da un training camp in altura e più precisamente a Livigno, le sensazioni sono molto incoraggianti e la mia voglia di Ciclismo “pedalato” è sempre più viva. Valuterò con estrema attenzione le possibilità che mi sono giunte e il prossimo 1 settembre renderò nota la mia decisione”.
Copyright © TBW
COMMENTI
Caro Noè ti vogliamo, bene lascia perdere
30 luglio 2009 16:18 discesaesalita
Ma cosa fai, noooo non deluderci anche tu, sei uscito a testa alta, da serio professionista, stai con la tua famiglia, cosa credi di risolvere.
Sarebbe una delusione, il fisico di un atleta non è come il vino che invecchiando migliora ricordatelo. Ciao

x discesa e salita
30 luglio 2009 16:31 overend
non vedo perche' se uno ha passione x la bici non possa ripensarci......grande noè.

...spazio ai giovani!
30 luglio 2009 16:47 galbu
penso di aver detto tutto...c'è tanta gente giovane che ha voglia di correre che è senza contratto...team manager=rovina del ciclismo!

il denaro
30 luglio 2009 17:19 claudino
ma scusate questi se le mettete fuori dalle corse non sanno fare niente senza offese hanno dedicato la loro vita nel ciclismo percio se gli offrono 40 o50 mila e deve dire di no scusate che a casa nn prendono niente.

discesasalita
30 luglio 2009 17:25 claudino
nn ha micca ammazzato nessuno nn e mai stato trovato positivo che cosa vuoi ti fanno schifo 50 mila euri...ci sono dsi dir sportivi che giocano al ribasso purche lavorare...

30 luglio 2009 18:25 verita
ora capisco!! ma tra mille che commenta c'e' qualcuno che e' mai andato in bici?
Noe' e' un'esempio incredibile di professionalita ed impegno!!!e va molto molto piu' forte dei giovani di oggi! ma pensate che basta vincere due circuiti per passare prof??ma guardate solo l'ordine di arrivo? l'unica cosa su cui sono daccordo con voi e' che la rovina sono i team manager!

verita
30 luglio 2009 20:17 claudino
be te lo dico io come si fa a passare proff anchese nn hai mai vinto una corsa da dilettante...devi avere uno sponsor .

31 luglio 2009 00:32 pickett
Occhio a non fare la fine di Rebellin...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tutto come un anno fa... Dylan Groenewegen torna al Giro di Slovenia e colpisce ancora sul traguardo di Ormoz: il velocista olandese della Jayco AlUla si è imposto nella prima tappa grazie ad un perfetto colpo di reni che gli...


Seconda volata e seconda vittoria per Paul Magnier al Giro Next Gen 2024. Il talentuoso francese ha vinto abbastanza nettamente sul traguardo di Borgomanero, anticipando Tim Torn Teutenberg (Lidl-Trek) e Andrea D'Amato (Biesse-Carrera), che nulla hanno potuto contro lo strapotere...


È stata presentata questa mattina nella sala consigliare del Comune di Piacenza la sedicesima edizione  del Premio Coppa D’Oro. Promossa dal Consorzio Salumi Dop Piacentini in collaborazione con Comune di Piacenza, Camera di Commercio dell’Emilia e Regione Emilia Romagna, fin...


Siamo alla vigilia dei campionati italiani riservati alle donne e ai professionisti, tanto a cronometro quanto in linea. E la Lega Ciclismo Professionisti ha reso note le schede tecniche delle quattro gare in programma. Ecco le pagine: IN LINEA PROFESSIONISTI...


Non corre dal 4 aprile ma il nome di Jonas Vingegaard continua ad essere sulla bocca di tutti gli appassionati accompagnato da una domanda: correrà il Tour? Ed è una domanda al momento ancora senza risposta perché il campione danese...


Nella serata di lunedì si è avuta la ufficializzazione dell’elezione a consigliere comunale di Bergamo (nella lista civica Pezzotta sindaco) di Cesare Di Cintio. L’avvocato bergamasco entrerà a Palazzo Frisoni nel gruppo dell’opposizione di centro-destra. Fino a pochi mesi fa...


Puoi essere campione italiano o aver gareggiato in tutte le corse più importanti del mondo, ma non c’è gioia più grande di ritrovare la salute, di stare bene. Cristian Bernardi lo sa bene: il 26 ottobre scorso gli è stato...


Il modello Egos è uno di quelli utilizzati dal Team Bahrain Victorius, un casco destinato alle massime competizioni in cui gli atleti hanno bisogno di massima ventilazione. In questo progetto Rudy project ha concentrato tutta la tecnologia disponibile sfruttando forme e volumi idonei...


L'avvio del Giro Next Gen 2024 è stato davvero esigente e quella si oggi sulla carta è la prima giornata relativamente semplice della corsa rosa. In programma c'è la quarta tappa, da Pertusio a Borgomaneo con 139 km da percorrere....


Cento anni fa, a Parigi, il 20 luglio del 1924, Ottavio Bottecchia diventava il primo italiano a vincere il Tour de France. Per celebrare il ciclista di San Martino di Colle Umberto (TV), Raisport, con la co-produzione della Cineteca del...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi