GALANTE TRA BICI E LIBRI. «ARVEDI PER CRESCERE, IL REGIONALE DÀ MORALE MA LA SCUOLA TUTELI GLI STUDENTI-ATLETI»

INTERVISTA | 12/07/2023 | 07:58
di Luca Galimberti

Riccardo Galante è campione regionale lombardo della categoria U23 per la stagione 2023: l’alfiere della Arvedi Cycling ha conquistato la maglia bianco-verde grazie al terzo posto ottenuto nello sprint conclusivo nella Medaglia d’Oro Nino Ronco corsa domenica ad Ornago.


Nato a Gavardo, nel Bresciano, il 26 giugno 2004 e residente a Condino, in Trentino, dopo la competizione brianzola, Galante ha affidato le proprie emozioni e qualche riflessione a tuttobiciweb: «Sono molto contento del podio e di aver conquistato la maglia di campione lombardo, anche se devo ammettere che è un risultato un po’ inaspettato. Abbiamo corso in tre e in partenza il piano era quello di lavorare per Michael Cattani ma negli ultimi chilometri abbiamo dovuto cambiare i programmi e quindi ho provato a fare io la volata. È stato uno sprint più di testa che di gambe e anche per questo sono molto contento del risultato».


Campione Italiano a Cronometro della categoria Allievi nel 2020, Riccardo è poi passato tra gli Juniores con l’Ausonia Pescantina ottenendo un paio di vittorie e qualche piazzamento. Nei due anni in categoria, però, ha dovuto fare i conti anche con alcuni guai fisici: «Prima una forte mononucleosi e poi la frattura dell’omero mi hanno condizionato. In questa stagione sono passato Under con l’Arvedi dove ho trovato un buon ambiente per crescere ed imparare, una piccola grande famiglia. Ho la fortuna di poter contare su tecnici esperti e compagni di talento da cui cerco di prendere esempio in ogni cosa per potermi migliorare sia in corsa che fuori» ci racconta Galante.

Fino a qualche settimana fa le giornate di Riccardo erano scandite dallo studio e dalla bicicletta ma ora il Liceo Scientifico di Idro dove ha passato cinque anni è un capitolo chiuso: «Sono deluso da come è finito il mio anno scolastico – ci dice -. Per cinque anni mi sono impegnato, ho fatto sacrifici per conciliare studio e sport, i voti sono sempre stati buoni, non sono mai sceso sotto la media del sette. Ma quest’anno alla Maturità mi hanno bocciato. Il motivo? Non certo il mio rendimento ma principalmente le mie assenze dovute al ciclismo. Credo che queste abbiamo colpito negativamente la commissione».

Galante ha ancora qualche sassolino nelle scarpe: «Non sono uno che ha paura di faticare. In questi giorni d’estate, dopo essere uscito in bici, lavoro nella azienda della mia famiglia, faccio qualche ora aiutando nella produzione di case in legno. La mia esperienza scolastica per quest’anno è andata così, ora mi concentrerò sul ciclismo cercando di realizzare il mio sogno e raggiungere il professionismo. Certo, ripeterò l’anno seguendo dei corsi on-line e poi farò nuovamente la Maturità ma credo che uno studente – atleta debba essere maggiormente tutelato. Non voglio generalizzare, però, se ripenso a ciò che ho vissuto negli ultimi mesi, credo di poter dire che, invece di essere apprezzati, i miei sforzi per conciliare studio e sport mi hanno penalizzato».

Passista veloce, Riccardo si ispira a Van der Poel, pensa al futuro e sogna: «Mi piacerebbe poter correre una Classica del Nord, magari con la pioggia. Amo correre con la pioggia, mi trasformo e riesco a dare sempre qualcosa in più» dice. Intanto si gode il podio e la maglia di campione lombardo e, in vista delle prossime sfide, ci confida: «Il risultato di domenica mi ha dato morale, ho capito che posso provare a togliermi qualche soddisfazione. Devo pensare ed analizzare meno le situazioni, devo essere un po’ più istintivo ed osare di più. Proprio come ho fatto ad Ornago».

Copyright © TBW
COMMENTI
Sport e scuola
12 luglio 2023 11:06 Beffa195
Italia il paese dove chi studia e fa sport è penalizzato in altri paesi ti danno borse di studio per chi fa sport

C'è qualcuno....?
12 luglio 2023 12:46 pianopianopocopoco
..alti papaveri dei comitati Regionali e Provinciali.. che in campagna elettorale fate proclami per lo sviluppo giovanile.... per la valorizzazione degli atleti-studenti.
Voi che non lesinate di fare complimenti facendovi ritrarre in foto con il sorriso di circostanza..... un giretto a Idro che dite non vi va di farlo?

Tutto vero, ma...
12 luglio 2023 15:52 moris
...ma magari si potrebbe correre meno e privilegiare la scuola, che a 18 anni tempo ce n'è ancora tanto. Ma, ormai, già a 16 anni sono tutti professionisti e se a 19 - 20 anni non passi vuol dire che non vali niente. E i risultati si vedono....

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il giorno dopo l’Amstel Gold Race il vento del nord porta con sé rumors di mercato che riguardano Demi Vollering. La campionessa nazionale dei Paesi Bassi, che nel 2023 ha messo la sua firma su 17 delle 62 vittorie della...


Per un attimo avevamo quasi pensato fosse un talento destinato a perdersi, invece Tobias Foss c’è ancora, eccome se c’è. Il norvegese classe 1997 ha vinto la prima tappa del Tour of the Alps 2024, imponendosi un po’ a sorpresa...


Mattia Bais è stato uno dei tre corridori a salire sul podio delle premiazioni al termine della prima tappa del Tour of the Alps 2024. Il trentino classe 1996 si è infatti guadagnato sul campo, dopo una giornata spesa quasi...


Gerben Thijssen ha ripreso ad allenarsi meno di due settimane dopo l'incidente di mercoledì 3 aprile nella Scheldeprijs, durante la quale ha riportato la rottura parziale dei legamenti della parte esterna della caviglia.Il 25enne corridore belga, vincitore del Trofeo Palma...


Tobias Foss e la Ineos Grenadiers mettono il sigillo sulla prima tappa del Tour of the Alps 2024, la Egna-Cortina Sulla Strada del Vino di 133 km. Il norvegese, già campione del mondo a cronometro nel 2022, ha regolato allo...


Lazer, azienda che progetta e realizza caschi da oltre 100 anni, ha da sempre come primo obiettivo quello di garantire più sicurezza ai ciclisti ma si dimostra lungimirante dedicando parte della sua grande attenzione all’ambiente. In quest’ottica il nuovo casco Verde...


Segnatelo in agenda con il circolino rosso: quello di domenica 21 in diretta su tuttobiciweb è un papuntamento di quelli da non mancare. Il clou della giornata dedicata al Bikefestival Lodigiano che si svolgerà a Graffignana sarà il 4° Memorial...


Una domenica a tutto ciclismo, quella che ci attende il 21 aprile con il Bikefestival Lodigiano che si svolgerà a Graffignana con la regia organizzativa del Pedale Casalese Armofer del presidente Mario Massimini e del general manager Luca Colombo che...


Le bici sono spaziali, i caschi formidabili, i body superaerodinamici… bello, tutto perfetto. Ma per ottenere una grande performance, come quella che sarà necessaria per puntare all’oro olimpico, quello che conta maggiormente è la “macchina umana”. A Parigi i quartetti,...


Perché cambiare se le cose sono andate bene? È quanto deve aver pensato Geraint Thomas nel programmare la sua stagione 2024, che prevede, così come nel 2023, il Tour of the Alps prima del Giro d’Italia. «Mi sento abbastanza bene...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi