MOSER, ARGENTIN E BECCIA CON LE GLORIE DEL CICLISMO SULLE STRADE DEL GIRO D’ITALIA

NEWS | 19/09/2020 | 10:50

L’atmosfera della vendemmia, la passione intramontabile di tanti campioni d’un tempo. Una ventina di ex ciclisti professionisti si è ritrovata questa mattina a Ca’ del Poggio per pedalare tra le colline che tra poco meno di un mese, il 17 ottobre, saranno teatro della 14^ tappa del Giro d’Italia, l’ormai famosa Cronometro del Prosecco, da Conegliano a Valdobbiadene.   


A tirare il gruppo, super applauditi, Francesco Moser e Moreno Argentin. Ma l’invito dell’Associazione Glorie del Ciclismo Triveneto, presieduta da un altro grande ex come Mario Beccia, ha coinvolto, in rigoroso ordine alfabetico, anche Aldo Beraldo, Tullio Bertacco, Claudio Bortolotto, Aurelio Cestari, Luciano Dalla Bona, Adriano Filippi, Simone Fraccaro, Gianpaolo “Johnny” Fregonese, Renato Giusti, Silvano Lorenzon, Luciano Loro, Davide Malacarne, Flavio Miozzo, Romano Tumellero, Flavio Vanzella e Dino Zandegù.   


Partenza alle 10 in punto dall’ormai famosa casetta rosa di Ca’ del Poggio. Il menu di giornata prevedeva una quarantina di chilometri in allegria, attraversando San Pietro di Feletto, Refrontolo (con passaggio al Molinetto della Croda), Rolle, La Bella, Follina, Cison, Revine Lago, Tarzo e Corbanese. Al via, insieme agli ex campioni, tanti semplici appassionati. E molti altri si sono aggregati strada facendo.

Di agonismo, naturalmente, neanche parlarne. Ma il tasso di fatica è cresciuto quando i più allenati del gruppo hanno affrontato l’ultima salita, la più attesa, la più temuta: il famoso Muro di Ca’ del Poggio. L’ascesa tra i vigneti di San Pietro di Feletto ha fatto la differenza, nonostante il prezioso apporto di energia supplementare venuto da qualche bici elettrica. E farà la differenza anche tra poco meno di un mese, quando ai corridori del Giro, all’improvviso, apparirà questa sinuosa striscia d’asfalto che s’inerpicherà, prepotente, tra i vigneti.      

Alla fine della Pedalata, brindisi a Ca’ del Poggio per tutti i partecipanti. Con la promessa di rivedersi il 17 ottobre, un sabato come oggi, per assaporare una giornata colorata ancora una volta di rosa.   

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il direttore del Giro d'Italia Mauro Vegni ha confermato in diretta tv il cambiamento della tappa di sabato: «Sullo Stelvio ci andiamo sicuramente - ha esordito Vegni - ma siamo costretti ad annunciare il cambiamento della penultima tappa del Giro....


Yves Lampaert scrive il suo nome nell'albo d'oro della Tre Giorni di La Panne vincendo per distacco l'ultima classica belga della stagione. Classica peraltro condizionata dal forte vento, al punto che gli organizzatori sono stati costretti a cancellare un giro...


F come fantasmi. Nel senso di team che sono in gara, ma nessuno se ne accorge. Corrono all’insaputa di tutti, a volte anche di loro stessi. E’ una vecchia abitudine della corsa rosa, col tempo diventata obbligo: per regolamento deve...


Il timbro verrà messo tra poche ore, ma ormai è certo che non si disputerà nella sua forma originale la tappa numero 20 del Giro d'Italia, quella dell'Agnello e dell'Izoard. Come avevamo riportato questa mattina, le previsioni meteo annunciano neve...


Tutti si aspettano la tappa di domani, con arrivo a Cancano, per le dure salite che i concorrenti troveranno lungo il percorso. In realtà, dettaglio da non sottovalutare, sarà la discesa della Stelvio. 21 km dentro un freezer. Sulla cima...


Tornava ieri a correre inun grande giro dopo due anni, ha subito accumulato un distacco importante - più di 11 minuti - ma non si è aasolutamente preoccupato. Stamame, infatti, Chris Froome twitta così dalla Spagna:«Battesimo del fuoco per il...


La decisione definitiva verrà presa domani, alla luce delle più aggiornate previsioni meteo, ma di ora in ora calano le possibiltà di salire al Colle dell'Agnello e quindi all'Izoard. Le previsioni meteo, infatti, in questo momento non danno grande speranza...


È veramente difficile trovare ultimamente un marchio oltre a POC che si sia distinto di più per il design dei prodotti, forme innovative sempre connesse alla performance, questo sia chiaro. Il noto brand svedese ha portato una vera ondata di...


Battaglin is back. Lanciato e cresciuto nel team della famiglia Reverberi, Enrico Battaglin ritornerà a vestire i colori della Bardiani CSF Faizanè per la stagione 2021. Un ritorno che porterà al team grandissima esperienza internazionale e un atleta che a...


E’ una tappa dura assai quella odierna che nel menu propone oltre cinquemila metri di salita con un tracciato che va dal Veneto al Trentino-Alto Adige: si va da Bassano del Grappa a Madonna di Campiglio per 203 chilometri. per...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155