FAIZANE'. MARTINO DAL SANTO: «ALLA BARDIANI UN'ORGANIZZAZIONE DA WORLD TOUR»

INTERVISTA | 16/12/2019 | 14:00
di Pietro Illarietti

Martino Dal Santo, il signor Faizanè, non lascia il ciclismo. Non raddoppia, come diceva un vecchio claim, ma sicuramente continua a credere nel mondo delle due ruote e lo fa con l’orgoglio di chi è profondamente innamorato di questo sport. In passato ha sponsorizzato anche il Vicenza Calcio e altre attività sul territorio, ma spiega che la bici gli ha regalato un’altra dimensione aziendale, una notorietà internazionale, anche se il suo mercato, quello dei prodotti tecnoplastici, è al momento di carattere nazionale. 

L’azienda (fondata dai genitori), che guida con i fratelli Maurizio e Gabriella, festeggia i 50 anni di attività e lui è decisamente felice di accogliere la nuova formazione Bardiani CSF Faizanè nel futuristico quartier generale di Zanè per un brindisi prenatalizio.  

La stagione 2020 deve ancora partire ma Dal Santo sembra già avere le idee chiare e il polso della situazione. «E’ stato un ottimo inizio. Ho avuto la fortuna di fare il Giro di Lombardia 2019 in ammiraglia e prendere così contatto con la formazione di Bruno e Roberto Reverberi. Ci siamo seduti confrontandoci sui vari temi. Anch’io ho avanzato le mie proposte che sono state accettate. Un esempio? Beh basta guardare la divisa, completamente nuova. Ci voleva un segno importante di cambiamento». 

Sembra essere rimasto molto colpito dal primo impatto.

«Sì è vero, c’è tanta organizzazione. Mi sembra di essere in una formazione World Tour. Se penso al fatto che da tempo i mezzi sono pronti con le nuove livree… ero abituato a prima, quando arrivavamo sempre last second. Certo ora serviranno anche i risultati per dare continuità, come ha già detto Bruno, e per tenere alto il morale».

Cosa vuole uno sponsor dal mondo del ciclismo?

«Sponsorizzare non vuol dire solo avere pubblicità. Io mi aspetto anche di attivare delle sinergie positive a livello aziendale. Per ora è prematuro parlarne, ma ritengo che già all’interno del network del nostro team ci siano delle condizioni per sviluppare qualcosa in tal senso. I presupposti sono di qualità. Speriamo di riuscire anche in quell’ambito. Posso dire che al momento l’abbinamento è  positivo».

Facendo un passo indietro, sembra amareggiato dalla precedente esperienza. 

«E’ vero, ne sono uscito amareggiato. Si poteva andare avanti con quel progetto in cui, con alcune persone, si era creato quasi un legame di famiglia. In pratica tutti gli sponsor hanno proseguito appoggiando altre formazioni e allora perché non continuare assieme?».

Ci sono state anche soddisfazioni…

«Certo, la vittoria di Damiano Cima al Giro rimane qualcosa di unico. Ero sul traguardo ad assistere a quella volata. Si vede che ho portato fortuna. Avevamo un buon gruppo, anche se qualcuno non ha reso secondo le aspettative».

Ha voluto fortemente portare con sé anche una parte dello staff.

«E’ vero, con noi sono venuti dei personaggi che ritengo validi, come i DS Mario Manzoni e Alessandro Donati, i massaggiatori Filippo Ruffilli e Andrea Palini, l’addetto stampa Luca Barioglio e il dottor Paolo Barro. Fosse stato per me avrei portato anche qualcun altro».

Torniamo al futuro. L’invito al Giro è in cima alla lista dei vostri desideri.

«Partecipare alla corsa rosa è come essere alle Olimpiadi. Con la rinuncia della Total Direct Energie speriamo di esserci pure noi. Nel 2019 sicuramente l’Androni ha fatto meglio di tutti, ma il nostro obiettivo per la prossima stagione è quello di superarli e quindi di diventare la miglior squadra Professional d’Italia».

 Per crescere avete agito sul mercato.

«Abbiamo aggiunto degli innesti come Matteo Pelucchi e Marco Benfatto che dovrebbero garantire alcune vittorie. Inoltre ci sono atleti che conosco bene per averli seguiti in passato come Giovanni Lonardi e Yuri Filosi. Mi auguro che Giovanni Carboni possa fare un passo verso la maturazione. Inoltre si potrebbe aggiungere ancora qualcosa. Io spero in un corridore vicentino, ma stiamo a vedere».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Giornata dedicata alla ricognizione del percorso per le Nazionali di Ciclismo impegnate nei prossimo giorni nella rassegna iridata Imola2020. In mattinata hanno provato i professionisti, accompagnati da Davide Cassani e Marco Velo. Assente Matteo Fabbro che, in accordo con Davide Cassani, ha scelto...


Il grande giorno è arrivato. Con la presentazione ufficiale dei Campionati del Mondo di Ciclismo UCI 2020 di Imola – Emilia-Romagna si alza il sipario sulla rassegna iridata. Nella splendida cornice di Palazzo Varignana a Castel San Pietro Terme (BO) si...


Con la cronometro riservata alla categoria donne elite, domani prendono il via i Campionati del Mondo di Imola. L'Italia schiera due atlete: la navigata Vittoria Bussi quinta al recente campionato Europeo di Plouay (Francia), e la giovanissima toscana (19 anni)...


Alle prese con una condizione non ottimale, come ha evidenziato nell'ultima settimana del Tour, e con problemi relativi all'inchiesta giudiziaria che ruota attorno a lui, anche se non lo coinvolge direttamente, Nairo Quintana ha deciso di rinunciare alla convocazione per...


Sulle orme di papà. Nicolas Vinokourov, figlio del grande Alexander, vincitore di una Vuelta a España (2006) , un Giro di Svizzera, una Liegi-Bastogne-Liegi e una Amstel Gold Race , oltre ad un oro (Londra 2012) e un argento olimpico...


Lo confessa candidamente: «Se me l'avessero detto un mese fa che avrei guidato la nazionale in un mondiale su queste strade, mi sarei messo a ridere...». Davide Cassani non nasconde le sue emozioni prima di presentarci il campionato mondiale, descrivercelo...


A Tour de France appena conclusio, è già tempo di guardare oltre perché in questa stagione animala gli altri grandi giri incombono. In casa Cofidis sonos tate prese decisioni importanti circa le formazioni per Giro e Vuelta: Elia Viviani sarà...


L'incontro delle vecchie glorie del Triveneto a Ca’ del Poggio ha riservato una curiosa e certamente gradita sorpresa per Mario Beccia. Autore, manco a dirlo, lo scatenato Dino Zandegù che è tornato a vestire per un attimo i panni del...


L’Emilia-Romagna ospita la 93ª edizione dei Mondiali di ciclismo sulle strade che, nel 1968, consegnarono a Vittorio Adorni la maglia iridata. Di ritorno a Imola sette anni dopo Firenze 2013, sarà il tredicesimo Mondiale in Italia e sarà Eurosport a...


DAZN e Discovery annunciano l'estensione del loro accordo di distribuzione per offrire agli utenti DAZN in cinque paesi la fruizione dei canali Eurosport 1 HD e Eurosport 2 HD. Con il rafforzamento di questa partnership, i contenuti di Eurosport saranno...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155