ALL'EPOWERS L'UCI FRENA IL MOTORE

NEWS | 31/08/2019 | 14:02
di Danilo Viganò

L'Uci ferma l'Epower, marchio di biciclette ultimamente balazato agli onori delle cronache per il progetto ungherese Epower Factory squadra-stato dell’Ungheria che avrà come amministratore delegato Thomas Pocze e team manager Sandro Lerici. Le biciclette Epower, prodotte dalla Epower Factory, frutto del lavoro di ricerca di Stefano Varjas - leader a livello mondiale delle biciclette a pedalata assistita -, sono state revocate dal direttore tecnico dell'UCI, l'ex professionista francese Jean Christophe Peraud.

«Siamo perfettamente in regola, Peraud sbaglia e non agisce nel modo migliore. E questo ritengo sia molto grave nei nostri riguardi - spiega Varjas come riporta il sito www.topvelo.fr che ne ha dato la notizia -. Preferisco non dire nulla in faccia a Peraud, ma tutti sono a conoscenza di come sia arrivato secondo al Tour de France. Sono indignato per questa presa di posizione che metterebbe a repentaglio la nostra azienda e il nostro lavoro. Il mondo del ciclismo non appartiene solo alle multinazionali ipocrite che semplicemente mettono adesivi sulle bicicletta progettate e prodotte in Cina. Le nostre bici sono progettate al 100% e prodotte in Ungheria e in Italia. Non abbiamo nulla da nascondere e non è un caso che vinciamo su tutti i terreni di gara».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Ma
31 agosto 2019 19:35 SoCarlo
Per quale ragione hanno fermato il fornitore di bici? Non avranno di certo il motore che è vietato dal regolamento?

Se questo....
31 agosto 2019 23:04 lele
..inizia a parlare sono caxxi!!

lele
2 settembre 2019 02:00 Line
speriamo che inizi parlare , e che vuoti il sacco allora .....

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ciao ragazzi, rieccomi puntuale con le notizie dal Nepal. In programma c'era la colazione alle 6 e poi dritti al Campo Base dell'Everest, invece è stato tutto un casino. Giorgio durante la notte è peggioratola febbre è tornata a salire...


A tre mesi di distanza dal bruttissimo incidente occorsogli alla Vuelta a España, Rigoberto Urán ha potuto finalmente risalire in bicicletta. Il colombiano della EF Educational First, ce è stato a lungo ricoverato in ospedale e ha dovuto affrontare numerosi...


Sudore più sacrificio uguale successo. È questo il motto di Andrea Vendrame, che si appresta a fare il grande salto nel World Tour e a vivere una nuova pagina della sua promettente carriera. Il 25enne trevigiano, passato professionista nel 2017...


Lo Schio Bike A.s.d. ha stabilito il percorso di gara dei Campionati Italiani di ciclocross del 10-11-12 gennaio 2020 riservato alle categorie amatoriali (venerdì) ai giovani (sabato) e agli agonisti (domenica) che si terranno presso l’Area Campagnola in via dell’Industria...


  "La grande cultura del ciclismo è quella di far ritrovare tanti amici che hanno come obiettivo la crescita dei ragazzi" e "questa stagione, ricca di risultati, è stata caratterizzata, fino ad ora, da 78 medaglie proprio nell'anno che precede...


  Tra le belle sorprese che ci ha regalato il 2019 c'è Nicola Venchiarutti. Ventuno anni, friulano di Osoppo, 30 chilometri a nord di Udine, Nicola è passista veloce che si difende bene anche in salita. Quest'anno con il Cycling...


La macchina organizzativa del Memorial Efisio Melis è già all’opera per realizzare una manifestazione che possa replicare il successo delle edizioni precedenti in ricordo di un grande dirigente della Polisportiva Capoterra che ha guidato una delle più gloriose società ciclistiche...


Il Velo Club Sovico ha iniziato il cammino verso la nuova stagione. Sabato i sei atleti che il prossimo anno formeranno la squadra Esordienti hanno passato alcune ore assieme ai tecnici Gabriele Buttini e Mattia Redaelli per gettare le basi...


I prodotti utilizzati dai team professionistici di ciclismo fanno sempre gola agli appassionati. Succede così che quando i team decidono di mettere in vendita il materiale utilizzato durante l'anno, ci sia sempre molto interesse da parte dei fan. La regola...


  Partì da Boston il 27 giugno 1894: aveva 24 anni, una bicicletta-cancello (Columbia) di una ventina di chili, la gonna lunga e una pistola. Arrivò a Chicago il 12 settembre 1895: aveva 25 anni, una bicicletta da uomo (Sterling)...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy