SLONGO. «NIBALI? CONTINUIAMO A VIVERE ALLA GIORNATA, MA...»

TOUR DE FRANCE | 12/07/2019 | 11:29
di Guido La Marca

Prima di tutto i numeri: Vincenzo Nibali ieri ha concesso 51 secondi a Geraint Thomas, il migliore al traguardo tra i big che puntano alla maglia gialla. E in classifica generale, il capitano della Bahrain Merida è ventesimo a 1’56” da Ciccone e a 1’09” dallo stesso Thomas che occupa la quinta posizone assoluta.

Come valutare questi numeri? Lo abbiamo chiesto questa mattina a Belfort allo stesso campione siciliano e al suo allenatore Paolo Slongo. Ecco quello che ci hanno detto.

«È logico che non mi è mai piaciuto vedere tanta gente che mi sfila - spiega Nibali che ieri ha tagliato il traguardo in ventiduesima posizione - ma ero preparato. Sapevo che non sarebbe stato facile raggiungere un secondo picco di condizione dopo un giro d’Italia molto faticoso, così come sapevo che una tappa esplosiva come quella di ieri non era l’ideale per me e avrei potuto accusare qualche difficoltà anche al top della condizione. Diciamo che continuo il mio Tour in attesa di capire come potrà essere il futuro».

Da parte sua, Paolo Slongo approfondisce l’analisi: «Aspettavamo la tappa di ieri come il primo check del nostro Tour, era importante per valutare la reale condizione di Vincenzo dopo il periodo di recupero post Giro. Alla fine non abbiamo tanti motivi per sossridere ma nemmeno tanti motivi per piangere: è vero che Vincenzo ha pagato nell’ultimo chilometro, ma siamo in scia ad un gruppo molto folto. A parte Thomas e Pinot, che sappiamo come hanno preparato solo la Grande Boucle e ieri hanno mostrato di avere qualcosa in più, siamo molto vicini agli altri. E questo nonostante Vincenzo sia l’unico tra i grandi ad aver affrontato il Gior d’Italia. Cosa succede adesso? Che Vincenzo deve continuare a vivere alla giornata, studiando le situazioni che si presenteranno e provando ad inventare qualcosa. Poi a Parigi tireremo le somme...».

Copyright © TBW
COMMENTI
Slongo
12 luglio 2019 13:23 blardone
Nibali a qualcosa in piu dei suoi avversari ed e il cuore ..... ieri non era un arrivo per lui e si e difeso molto bene . Un consiglio da un tifoso fallo correre con la grinta che aveva hai tempi della Mastomarco . Meno tattiche e meno paure .... lui deve essere libero di osare .come va va ..... vorrei rivedere il Nibali delle corse in Toscana .... Osare era la sua virtu .Blardone Andrea . Ps abbiamo gia perso un giro d italia a cormauior per tattiche da bar ...... osiamo

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

L’appuntamento è il primo della giornata: ore 10.15 alll’Hotel C Suites di Nimes. Schierati dietro una selva di microfoni Geraint Thomas, Dave Brailsford e Egan Bernal attendono le domande dei giornalisti. A parlare per primo è Dave Brailsford quando chiedono:...


È pronta l’Androni Giocattoli Sidermec per l’Adriatica Ionica Race, la gara al via mercoledì con un circuito cittadino e giovedì con la prima tappa per la sua seconda edizione, dopo l’esordio dell’anno scorso con un successo proprio di uno dei...


Ci sono Bahrain Merida, Mitchelton Scott e Trek Segafredo, ma i riflettori - e non potrebbe essere diversamente - al Logis Nimotel sono tutti per Julian Alaphilippe, maglia gialla e capitano della Deceuninck-Quick Step. Oltre cento fra giornalisti e fotografi...


Fuori, nel giardino del Grand Hotel de Nimes, sotto il sole della Provenza cantano le cicale. Dentro, rinfrescati da una piacevole aria condizionata, parlano i corridori della Movistar. Che, rispetto al primo giorno di riposo, hanno volti diversi: Mikel Landa...


Il recupero di Lorenzo Gobbo - il giovane pistard italiano protagonista di un incidente incredibile sulla pista di Gand durante i campionati europei Under 23 e Juniores - procede bene, anzi possiamo dire che il diciasettenne brianzolo migliora ora dopo...


Si torna a correre in Italia, con l’Adriatica-Ionica. 5 tappe con la cronometro a squadre di apertura e 4 tappe in linea dal 24 al 28 luglio 2019. Saranno 6 gli #OrangeBlue al via con Nicola Bagioli ancora non al...


L’annuncio arriva nel secondo giorno di riposo del Tour de France ed è un annuncio davvero importante: il team Deceuninck - Quick-Step diventerà il partner ufficiale del Tour de l'Avenir, la corsa a tappe riservata ai giovani più prestigiosa del...


Sofferente da giorni a causa di problemi alla schiena, Wilco Kelderman è costretto ad abbandonare il Tour de France dopo la quindicesima tappa della corsa. «Negli ultimi giorni Wilco ha avuto dolori alla schiena - ha spiegato il medico del...


Il bielorusso Siarhei Papok ha vinto allo sprint la nona tappa del Qinghai Lake Tour. Il portacolori del Team Minsk ha preceduto il colombiano Daniel Lopez e il rumeno Eduard Grosu. In testa alla classifica generale rimane saldamente il colombiano...


Un secondo posto che vale molto quello conquistato da Stefano Gandin in Ungheria. Il 23enne trevigiano della Delio Gallina Colosio Eurofeed sfiora infatti il successo nella gara internazionale V4 Special Series Vasarosnameny Ibrany del calendario Europa Tour classe 1.2 riservata...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy