L'ORA DEL PASTO. VOGLIA DI EVADERE

STORIA | 30/01/2018 | 07:05
Chilometri 2300, dislivello 26mila metri, tappe 22. Da Genova a Gibilterra nel 2016. Con una mountain bike del 1994.
Non per stabilire un primato, né per vincere una medaglia o conquistare un titolo, neppure quello di un giornale. Ma per il bisogno di andare e tornare, ma per il gusto di partire e la gioia di arrivare, ma per la voglia di provare e riuscire, ma per l’urgenza di esplorare e scoprire.

Niente gara, corsa, competizione, ma viaggio.
Viaggio lento, viaggio sudato, viaggio pedalato. Viaggio abitato, viaggio solitario, viaggio dentro e fuori di sé. E il diario del viaggio. Come un compagno, anche come una compagna, come uno specchio, anche come un riflesso, come un archivio, anche come un libro. Questo.
S’intitola “Alle colonne d’Ercole”, lo ha scritto Tullio Berlenghi, lo ha pubblicato Dei Merangoli Editrice (194 pagine, 16 euro).

Berlenghi, spezzino di nascita e romano di adozione, esperto di politiche ambientali, urbanistica e mobilità sostenibile, molla la teoria e si getta nella pratica, scende in campo, e il campo è la strada. Prende una lunga rincorsa, la prima pagina del diario è datata un paio di mesi prima del pronti-via, poi regala quattro aggiornamenti sull’avvicinamento, sulla preparazione, sulla condivisione, quindi comincia a collezionare sensazioni, custodire emozioni, ruminare pensieri, echeggiare canzoni, senza mai dimenticare quello che ha temporaneamente abbandonato, dalle piste ciclabili alle ferrovie dismesse, o le associazioni che virtualmente lo accompagnano, dalla Fiab alla Federtrek.

Qui e là, perle di umorismo. Come quel ciclista che, stupito delle borse che Berlenghi ha sistemato sulla sua bici già in fase di allenamento, gli grida: “Ahò, se ci hai bisogno de peso me posso attacca’ pure io!”. O gemme di verità. Come quella “operatrice”, seduta su un grosso blocco di cemento, all’imbocco di una strada bianca, sotto un ulivo secolare, addosso il minimo indispensabile. E magie di incontri. Come quello con la casa-famiglia Pollicino a Imperia.

E foto (dell’autore). E disegni (di Maria Cristina Marsili). E contributi vari (Andrea Satta, Anna Donati, Eleonora Fioramonti, Andrea Cortese). Finché si rimane contagiati dalla voglia di evadere. Ed è questa, forse, la migliore recensione.

Marco Pastonesi
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tim Merlier mette la sua firma sul classico Grand Prix Samyn che si è corso sulle strade del Belgio. Il portacolori della Alpecin Fenix, pilotato benissimo da un grande Van Der Poel, ha rimontato il norvegese Tiller per poi batterlo...


Dopo la mancata assegnazione della wild card per il Giro LA ANDRONI SIDERMEC scrive all’Mpcc (Movimento per un ciclismo credibile). Ecco la lettera. E’ credibile un ciclismo che non tenga in alcun conto i principi etico sportivi? Per noi: no,...


La campionessa belga Lotte Kopecky ha vinto Le Samyn des Dames, seconda classica belga della stagione. La portacolori della Luv Racing ha regolato allo sprint il gruppo delle migliori con la danese Jorgensen al secondo posto e l’australiana Hosking al...


Il Giro d’Italia si prepara a celebrare il proprio simbolo: la Maglia Rosa, che compie 90 anni. Un percorso da marzo a settembre che coinvolgerà tutti gli appassionati del grande ciclismo e in particolare la fan base della Corsa Rosa....


Alejandro Valverde aggiunge un altri riconoscimento prestigioso alla sua collezione: il campione murciano è stato premiato stamane da Re Filippo di Spagna: a Valverde è stato attribuito il Premio Rey Felipe, nel corso della cerimonia di consegna dei Premios Nacionales...


Un altro debutto. Un’altra prima volta. Un’altra giornata fatta di emozioni con un pizzico di incredulità. Sabato il team EOLO-KOMETA sarà al via della quindicesima edizione della Strade Bianche: la prima corsa di categoria UCI WorldTour per il nostro team...


Dopo l'ottimo debutto in campo nazionale la Work Service Marchiol Vega si prepara per due appuntamenti infrasettimanali di assoluto primo piano: domani, mercoleì 3 marzo, infatti, gli uomini dei patron Demetrio Iommi, Renato Marin, Giuseppe Lorenzetto e Massimo Levorato saranno...


Caro Direttore, ad essere Altolocati , ce la si potrebbe cavare con un indiscutibile " La Giustizia non è di questo mondo". Amen, e buonanotte suonatori.Siccome non vedo  in circolazione nessuno che sia... a due dita dal Padreterno, dobbiamo arrangiarci...


Roadlite:ON è stata ed è una bici importante per Canyon, infatti, questa fitness e-bike ha fatto capire anche ai più restii quanto mezzi come questo possano mantenere in salute chiunque li utilizzi con regolarità. Versatile e sportiva, Roadlite:ON sfrutta il compattissimo sistema...


Stima e credibilità. Attributi che calzano a pennello ad Andrea Schiavone, il massofisioterapista non solo di ciclisti professionisti e dilettanti, ma anche di personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport come Ignazio Moser, Cecilia Rodriguez, Marco Melandri, Alice Arzuffi,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155