PEDEMONTE BIKE. L'ORGOGLIO DI ESSERE UNICI

BICICLETTE | 26/01/2018 | 09:49
Per andare a scovare il costruttore di telai su misura più evoluti in circolazione basta passare Genova Pra, proseguire verso Arenzano e lasciarsi poi il mare alle spalle salendo verso il Passo del Turchino, una delle strade più amate da chi pratica il ciclismo in riviera. Seguo le coordinate ed ecco che in pochi minuti mi ritrovo di fronte Sergio Pedemonte, un giovane e appassionato artigiano che fa fare al carbonio qualsiasi cosa.

Dalla sua officina escono capolavori in carbonio per Ferrari, Lamborghini e tante altre macchine da corsa ma anche alcune delle bici più belle degli ultimi anni. Rhinoceros al suo debutto a Cosmobike si è aggiudicata il premio dedicato a Fulvio Acquati, un riconoscimento importante che va a sottolineare i valori di bellezza, artigianalità e innovazione di questo progetto. Sergio è un uomo diretto, gentile e molto concreto e le sue bici, oltre ad essere particolarmente originali, lo rispecchiano alla perfezione. Bastano due chiacchiere da bar per entrare in confidenza e in un attimo ci troviamo a parlare di pezzi per auto da corsa (gli stampi in officina sono ovunque) e di strade belle da fare in bici nella zona di Genova, del resto vivo a due passi da questa meravigliosa città e scopro che bazzichiamo spesso sulle stesse tratte.

Qui la pianura è un miraggio e salite e discese sono il pane quotidiano di chi pedala. L’argomento va proprio a finire lì: “è soprattutto in discesa che i nodi vengono al pettine e si capisce subito se la ciambella è riuscita col buco. Ovviamente serve il manico, ma se prendi Rhinoceros per le corna le fai fare tutto quello che vuoi.”

Posso solo confermare una cosa, questa bici è fenomenale. È bastato un giretto nel pomeriggio intorno a casa per battezzarla e rendermi conto che Rhinoceros è una autentica belva. La tecnica costruttiva con cui Sergio realizza i suoi telai è unica e, dati alla mano, i suoi telai su misura hanno delle peculiarità strutturali che superano di slancio i comuni telai fasciati dimostrandosi anche più rigidi e precisi di molti monoscocca.

Il sistema di fasciatura IWS (Internal Wrapping System), esclusiva di Pedemonte Bike, è una tecnologia che permette di utilizzare una fasciatura interna nei punti di maggior stress meccanico per poi procedere a cottura in autoclave a temperature e pressioni elevate, sconosciute ai normali telai fasciati. Per non parlare della verniciatura, il colore cangiante è un altro tratto distintivo di Pedemonte Bike, una scelta cromatica che lascia il segno e completa l’originalità del pacchetto. In questa officina si mangia pane e carbonio e Sergio dimostra di avere le idee chiare su come si realizzano telai da corsa. Perdiamo un po’ di tempo a parlare del sistema frenante a disco e di quanto alcune scelte possano influenzare la guidabilità di una moderna roadbike. «Vedi - continua Sergio - i foderi bassi del carro di Rhinoceros sono un po’ più lunghi del normale ma possono contare su una rigidità estrema. In questo modo la bici rimane reattiva e pronta a scattare ma è anche precisa e stabile, l’ideale per pennellare le curve con estrema precisione».

8.jpeg 

La mattinata è scivolata via parlando dei nuovi progetti respirando un buon profumo di resina e vernice, presto arriveranno due bici entry level, strategiche per il mercato di oggi. Indubbiamente i vantaggi che derivano dal pedalare su un telaio su misura sono molti, ma i costi rimangono abbastanza elevati, similissimi a quelli dell’alta gamma dei marchi più blasonati.

Ok, mettiamola così, sono certo che risparmiando un po’ si potrebbe puntare su un prodotto simile almeno una volta nella vita, inoltre, Pedemonte Bike è un prodotto al 100% italiano. Per il resto questa occasione è stata preziosa per comprendere a fondo il carattere di questo giovane marchio, certo che in futuro le Pedemonte Bike saranno molto più di semplici oggetti di nicchia.

Il tour in officina si è concluso con una breve ma completa spiegazione di quanto Sergio creda anche negli accessori che produce, infatti, oltre ai telai, qui potete trovare ruote in carbonio, manubri e selle, prodotti leggerissimi e caratterizzati dal DNA Pedemonte. Gli attrezzi, gli stampi e la passione di questo ragazzo mi riportano con gusto alle officine vecchio stampo, qui ci si sporca le mani, qui si realizzano sogni a due ruote con sudore, precisione e polvere magica. Prestissimo arriveranno tante novità targate Pedemonte Bike e noi saremo i primi a svelarle.

Giorgio Perugini
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
"Filippo Simeoni era convintissimo di vincere a Bergamo il tricolore 2008. Me lo disse già la sera precedente in camera, durante il massaggio. Volle farsi massaggiare per ultimo e mi chiese fare un buon lavoro, meglio ancora di quello che...


I lunghi mesi del lock down per la pandemia di Coronavirus hanno modificato la percezione che abbiamo della strada: l’assenza di traffico ha mostrato l’ampiezza delle carreggiate, vuote e senz’auto in transito, così come l’esiguità degli spazi riservati a chi...


Il gergo giornalistico e il bisogno di sensazionalismo possono portare ad abusare di termini ed epiteti. Pensiamo ad aggettivi come “incredibile” o “pazzesco”, a de­finizioni come “magia” e ad attributi come “eroe”, “guerriero” o “lottatore”. Ecco, concentriamoci su quest’ultima area...


Dal 9 al 31 maggio si sarebbe dovuto disputare il Giro d’Italia 2020. Tuttobiciweb lo corre comunque, giorno per giorno, con la forza della memoria. Oggi la diciannovesima tappa: Cristian Gasperoni ci racconta quella del 2003. “Davanti a noi un...


La cultura è uno dei settori che più sta soffrendo per le conseguenze dell’emergenza scatenata dal coronavirus. Nell’ultima puntata di BlaBlaBike ne abbiamo parlato con Luciana Rota, giornalista e autrice, che scrive di ciclismo, di storia del ciclismo, di vini...


"L’idea di una città in cui prevale la bicicletta non è pura fantasia”. Marc Augé aveva ragione: questo mezzo di trasporto ha due secoli alle spalle eppure non è mai stato tanto vivo. Forse perché la vita, su due ruote,...


Organizzazione della 23^ 6 Giorni delle Rose Internazionale e ripresa dell’attività giovanile: sono questi gli obiettivi ai quali sta lavorando lo staff del Velodromo “Attilio Pavesi” di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza). La manifestazione di ciclismo su pista di Classe 1 è...


Questa sera Federico Buffa torna su Sky nella veste inedita del presentatore con un nuovo format #SkyBuffaPresenta. Smessi solo temporaneamente i panni del narratore, Federico Buffa accompagnerà in apertura e chiusura 10 documentari dedicati a grandi personaggi e squadre leggendarie...


Q36.5® è uno di quei marchi che lavora sodo su ricerca e innovazione e i risultati sono sempre spettacolari. L’anno scorso sono rimasto letteralmente a bocca aperta dopo aver provato l’iconica salopette Dottore  e la maglia Pinstripe e ora il nuovo equipaggiamento...


Vast & Fast, azienda con sede nel Vicentino, è un nuovo partner tecnico del team. Una speciale strumentazione sarà fornita in dotazione alla squadra allo scopo di garantire una completa sanificazione degli ambienti durante i numerosi spostamenti che il team...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155